News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

5 gatti e cani XL per un martedì grasso davvero!

gatto obeso grigio e bianco su un prato advice © Pixabay

In occasione del martedì grasso ecco a voi una scelta di cani e gatti dal fisico particolarmente rubicondo ai quali seguono consigli per mettere a dieta il nostro animale domestico.

Di Anna Paola Bellini

Il 5 marzo 2019 è Martedì grasso, festa di origine religiosa in cui tradizionalmente si consumano i cibi più prelibati presenti in casa, prima di cominciare il digiuno che caratterizza la Quaresima.

In occasione di questa giornata, che conclude il periodo di Carnevale, vi proponiamo una serie di esilaranti foto di cani e gatti non proprio in forma e qualche consiglio nutrizionale per evitare che l’animale diventi obeso

Il riposo del Labrador 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by Giuseppe Iorio (@giottomaggio) on


Come nostra prima star extra-large ecco un simpatico esemplare di Labrador che si gode il meritato riposo su un pontile, probabilmente nel Sud Italia.

Secondo recenti scoperte scientifiche, questa razza sarebbe geneticamente incline al sovrappeso, quindi se avete un Labrador in casa attenzione alla sua alimentazione e all’attività fisica!

Maine coon: un micione tutto da coccolare

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by catsnovas (@catsnovas) on

Il secondo esemplare è invece un gatto. Si tratta di un micione appartenente alla razza Maine Coon, che è nota per essere una – se non la – razza di gatto più grande al mondo.

In questo caso, il rischio del sovrappeso è dietro l’angolo se l’animale non ha spazio a sufficienza per fare esercizio! 

Il Carlino e il cibo: la storia d’amore di una vita
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by Giorgia Riccardi - 新月 (@gio_rgii) on

Ecco qui, invece, il Carlino. Nonostante la taglia piccola, questo esemplare è davvero un golosone, per questo motivo bisogna fare attenzione alla sua alimentazione.

L’anatomia di questo cane è davvero particolare: il suo muso schiacciato è spesso causa di problemi respiratori che il sovrappeso potrebbe accentuare. 

Il gatto rosso: spumeggiante e un po’ ingombrante

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by popògattograsso (@popogattograsso) on

Ecco ancora un gatto, invece. Non stiamo però parlando di un semplice felino, ma del gatto rosso. Gli esemplari di questo colore sono davvero passionali ed hanno un carattere spumeggiante ed esuberante. Dei veri e propri clown!

Se questo esemplare non ha la possibilità di sfogare tutta la sua energia giocando (praticando, quindi, attività fisica) rischia di diventare grasso, sedentario e triste.

Obie: una storia a lieto fine 


Infine, la storia di un cane molto particolare: Obie, un bassotto di circa 35 kg che, a causa del suo peso eccessivo era diventato praticamente disabile. Però, Grazie alle cure amorevoli della sua nuova padrona, di una dieta equilibrata e di regolare attività fisica, questa piccola palla di pelo è riuscita a perdere 23 kg e a ritrovare la sua vitalità! 

Cani e gatti grassi: cosa fare?

In natura esistono razze di cane e di gatto che hanno più tendenza al sovrappeso rispetto ad altre. Per quanto sia buffo e goffo un animale con qualche chilo in più, questa condizione è un vero rischio per la salute del nostro fedele amico. Un sovrappeso significativo può portare cane o gatto all’obesità e a tutte le conseguenze negative di questa condizione. 

Per aiutare il nostro amico baffuto a perdere peso, prima di tutto, è necessario prendere coscienza del fatto che il sovrappeso è un problema. In seguito, bisognerà affrontare la questione con l’ausilio di uno specialista - diciamo no a diete inventate in casa! – che saprà individuare le abitudini scorrette e sottoporre l’animale al tipo di dimagrimento di cui ha bisogno.

Mettere in pratica i consigli del veterinario

Una volta che il veterinario avrà stabilito le regole da seguire in casa, starà a noi rispettarle fedelmente. Tra i trucchetti più utili consigliamo di sostituire la gratificazione, che di norma viene fatta con il cibo, con un gioco o un’attività da fare in due. Altro consiglio è di suddividere la solita razione in più parti: in questo modo i tempi di digiuno sono accorciati e la dieta risulta (psicologicamente) più semplice. 

Leggi anche