Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

Pubblicità

Giornata delle donne: ecco 13 attiviste per i diritti degli animali

donna-con-cane-bianco-e-nero dog-cat-serious

13 donne incredibili che hanno lottato per gli animali.

© Wikimedia Commons

Nel corso degli anni, sono state tantissime le donne ad aver combattuto per i diritti degli animali. Vediamo insieme 13 profili significativi.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 08/03/21, 13:24

In occasione della Giornata Internazionale per i diritti delle donne nel mondo, vi presentiamo 13 donne intelligenti e coraggiose che nel corso degli anni hanno lottato per la salvaguardia e il diritto ad una vita dignitosa per tutti animali.

Con le unghie e con i denti si sono assunte il compito di difenderli e rendere questo pianeta un mondo migliore.

Eleonora d’Arborea

Eleonora d’Arborea. © Wikimedia Commons

Nata nel 1340, Eleonora d’Arborea fu una potentissima Capa di Stato della Sardegna.

Oltre ad aver pubblicato uno dei primi esempi di Costituzione al mondo, fu una grande sostenitrice degli animali. Innamorata degli uccelli, inserì nella sua Costituzione diverse leggi per la protezione dei falchi dai cacciatori.

Margaret Cavendish

Margaret Cavendish. © Wikimedia Commons

Conosciuta anche come Duchessa di Newcastle, Margaret Cavendish nacque in Inghilterra nel 1623. Fu una scrittrice prolifica che si batté per il riconoscimento dei diritti delle donne. In alcune delle sue opere, si occupò anche di difesa degli animali.

La Duchessa infatti, fu una delle prime attiviste ad opporsi alla vivisezione ed ai test sugli animali.

Anna Kingsford

Anne Kingsford. © Wikimedia Commons

Nata nel 1846, Anna Kingsford fu una fervente femminista, attiva soprattutto in favore dell’indipendenza economica delle donne sposate.

Anch’essa, essendo stata una delle prime donne a laurearsi in Medicina a Londra, venne confrontata ben presto con la terribile realtà della vivisezione. Proprio come Margaret Cavendish, lottò a fondo per abolire la vivisezione e i test.

Poiché il suo amore e rispetto per gli animali era molto forte, diventò vegetariana e scrisse un libro elencando tutti i benefici di una tale alimentazione.

Frances Power Cobbe

Frances Power Cobbe. © Wikimedia Commons

Questa militante irlandese nacque nel 1822 e combatté con audacia per il diritto di voto per le donne.

Non si fermò solo a quello però: nel 1875 fondò l’Associazione per la Protezione degli Animali esposti alla vivisezione. Ad oggi questa associazione è considerata come la prima al mondo.

Lizzy Lind of Hageby

Lizzy Lind of Hageby. © Wikimedia Commons

L’attivista inglese di origine svedese Lizzy Lind of Hageby, oltre ad essere femminista, fondò anche un santuario per animali e lottò contro la sperimentazione.

Nel 1903 pubblicò i suoi appunti sulle vivisezioni a cui aveva assistito alla Facoltà di Medicina e provocò un grande scompiglio raccontando come un cucciolo fosse stato vivisezionato senza neppure essere anestetizzato adeguatamente.

Il risultato fu uno scandalo e diede luogo a decine di manifestazioni studentesche. 

Marguerite Yourcenar

Marguerite Yourcenar. © Wikimeda Commons

Marguerite Yourcenar fu una delle migliori scrittrici di tutti i tempi. Nata in Belgio nel 1903 fu la prima donna ad essere ammessa all’Accademia di Francia del 1980.

Sin da subito sostenne a gran voce che la lotta per la difesa dei diritti degli animali era la stessa per la difesa dei diritti umani.

Ruth Harrison

Ruth Harrison. © Wikimedia Commons

Questa attivista inglese nacque nel 1920 e lavorò duramente per denunciare le terribili condizioni in cui vivevano gli animali da allevamento.

Le pubblicazioni, le denunce e il lavoro costante portarono all'istituzione di una Convenzione europea per la protezione degli animali da allevamento.

Michela Vittoria Brambilla

Nata a Lecco nel 1967, le è riservato un posto di rilievo in questo elenco. Politica, imprenditrice e attivista italiana, Michela Vittoria Brambilla da sempre si occupa della causa degli animali.

È presidentessa e fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente (LEIDAA) e dal 2010 presenta il movimento La coscienza degli animali, che condanna il maltrattamento degli animali, chiede l'abolizione della sperimentazione animale, della caccia, dei circhi con animali, degli zoo, dell'uccisione di animali da pelliccia, della macellazione rituale e dell'allevamento intensivo.

In quanto politica, lavora attivamente alla creazione di nuove leggi e riforme, ottenendo spesso e volentieri l’approvazione dal Parlamento e dal Senato (Vedi il Testo Brambilla).

«Quando parliamo degli animali, dei loro diritti e delle loro sofferenze, parliamo in realtà delle responsabilità dell’uomo».

Brigitte Bardot

Brigitte Bardot.  © Gerard Shachmes / LaRevista.ro

La famosa attrice francese nata nel 1934, trascorse tutta la sua vita occupandosi del benessere degli animali.

Nel 1986 creò una fondazione per la loro protezione che ancora oggi è in funzione. Oltre ad essere vegetariana, Brigitte Bardot combatté per proteggere le foche in Canada e tantissimi altri animali.

Jane Goodall

Jane Goodall. © Wikimedia Commons

Jane Goodall nacque a Londra nel 1934 ed è considerata la più grande esperta di scimpanzé nel mondo.

Ancora oggi lavora nel campo della conservazione e del benessere degli animali e dal 2002 è Ambasciatrice di Pace delle Nazioni Unite.

Le Black Mamba

Black Mambas. © The Ecologist

Le Black Mamba sono un’unità femminile che combatte il bracconaggio in Sud Africa.
Dopo un lungo addestramento che include esercizio fisico, sorveglianza e tattiche di sopravvivenza, queste donne coraggiose difendono rinoceronti ed elefanti nelle riserve sudafricane.

Contro ogni pregiudizio e affrontando pericoli reali, le Black Mamba proteggono l’incredibile fauna del Sudafrica.

«Quello che facciamo è importante e incredibile. Dicono che sia un lavoro da uomini, ma a farlo siamo proprio noi donne», Felicia Mogahane.

Patricia Ruiz

Patricia Ruiz. © Facebook @Milagros Caninos

Fondatrice di “Milagros Caninos”, la messicana Patricia Ruiz ha contribuito a salvare più di 500 cani che si trovavano in situazioni disperate, dando loro l'opportunità di vivere una vita felice.

Inoltre, combattendo il problema dalla base, ha lanciato migliaia di campagne di sterilizzazione gratuite nello Stato del Messico.

Evanna Lynch

Evanna Lynch. © Wikimedia Commons

La giovane attrice, conosciuta in tutto il mondo per il ruolo di Luna Lovegood recitato in Harry Potter, è un'attivista impegnata per i diritti degli animali.

Ha agito contro il consumo di cani e gatti in Asia, ha partecipato ad un documentario per raccontare le crudeltà dell'industria lattiero-casearia e fa parte di un'associazione per la protezione degli elefanti asiatici.

Eroine anonime di tutti i giorni

Le eroine anonime del quotidiano. ©Shutterstock @ Alexandros Michailidis

Ultime, ma non per importanza, sono le eroine quotidiane che in modo anonimo, giorno dopo giorno combattono per migliorare le condizioni degli animali.

Fornendo loro del cibo, coperte, medicinali, lottando per i loro diritti, per regalargli una casa, agendo contro l’abbandono, proponendo nuove leggi e in tantissimi altri modi, le donne di tutto il mondo hanno contribuito e continueranno a contribuire per la salvaguardia di tutti gli animali.

A loro va tutta la nostra gratitudine ed ammirazione