Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

La saliva dei cani porta malattie? La veritĂ  della scienza

cane e padrone advice

La saliva dei cani porta malattie? Ecco qualche risposta utile.

© Pixabay

La saliva dei cani porta malattie? A domandarselo sono spesso i padroni dei cani più espansivi ma anche coloro che temono le malattie trasmesse dalla saliva del cane. Ecco cosa c’è da sapere.

Di Eleonora Chiais

Pubblicato il 05/05/20, 22:05

Tra una coccola e una carezza tra cane e padrone può anche scappare qualche bacetto ed ecco il dubbio: la saliva dei cani porta malattie?

La domanda è legittima specialmente tra i due zampe che hanno accanto compagni pelosi parecchio espansivi e quindi molto propensi a qualche leccatina affettuosa, ma anche tra coloro che stanno decidendo di adottare un cane per la prima volta o che, magari, sono dell’idea di prendere un cane adatto ai bambini.

Ecco, quindi, se la saliva del cane è pericolosa per l’uomo e, in generale, cosa c’è da sapere su questo annoso interrogativo sulla lingua del cane.

La saliva del cane è pericolosa per l’uomo?

Chi si chiede se la saliva del cane può provocare malattie per l’uomo può, in generale, tirare un sospiro di sollievo.

Leni Kaplan del Cornell University’s College of Veterinary Medicine, infatti, ha spiegato in uno studio recente che le malattie trasmesse dalla saliva del cane sono estremamente rare se questa viene in contatto con la pelle umana intatta di una persona sana.

In questo caso, dice lo studioso, gli eventuali contagi provenienti dagli animali domestici sono davvero rari.

La saliva del cane a contatto con occhi, naso e bocca

Diverso, invece, è il caso in cui la saliva del cane venga a contatto con naso, occhi e bocca dei suoi amati due zampe: anche in questo caso, spiega lo scienziato, i rischi di contagio sono piuttosto bassi, ma risultano leggermente superiori rispetto a quando la leccatina avviene in altre zone del corpo. 

Quindi, se e quando è possibile, è consigliabile evitare di farsi leccare in queste zone, preferendo – per esempio – un bel bacio canino sulle mani (senza ferite) o sulle guance (facendo attenzione che la lingua non tocchi né occhi, né bocca, né naso).

Quali potrebbero essere le malattie trasmesse dalla saliva del cane?

Neilanjan Nandi - medico del Drexel University College of Medicine di Filadelfia negli Stati Uniti – nell’ottobre 2016, dalle prestigiose colonne del New York Times, ha illustrato nei dettagli quali potrebbero essere le malattie trasmesse dalla saliva del cane spiegando che la bocca del quattro zampe è, molto spesso, «un enorme coacervo di batteri, virus e lieviti».

La saliva del cane disinfetta, ha quindi sottolineato lo studioso, ma solo le ferite dello stesso animale perché al suo interno ci sono batteri specifici di questo quadrupede (come il clostridium, la salmonella e il campylobacter) che – quando vengono trasmessi all’uomo – possono, invece, causare malattie.

Alla luce di quanto visto finora verrebbe da pensare che la saliva del cane è pericolosa per l’uomo ma, in realtà, è vero anche che – e su questo gli esperti sono tutti concordi – la sua pericolosità può manifestarsi (comunque raramente) solo quando questo liquido viene in contatto con naso, occhi e bocca umani o con la pelle ferita.

E non solo. Secondo altri studiosi, infatti, le leccatine di Fido potrebbero addirittura essere meno pericolose dei baci tra umani perché la trasmissione di malattie tra “due zampe” è più semplice visto che il nostro corpo è maggiormente predisposto.

I sintomi di un'allergia alla saliva del cane

Insomma, si può concludere dicendo che se si fa ben attenzione alla zona che si offre al pelosetto di casa per le sue leccatine non è vero che la saliva dei cani porta malattie, o – almeno – non è vero tout court.

Un discorso a parte, però, merita l’allergia alla saliva del cane. Nei soggetti allergici, infatti, la saliva del cane è pericolosa perché contiene alcune proteine che, interpretate erroneamente dall’organismo umano come “pericolose”, attivano nel sistema immunitario un tipo di anticorpi particolari (le IgE).

I sintomi dell’allergia alla saliva del cane possono essere più o meno evidenti e scatenano un’infiammazione delle vie respiratorie con:

  • starnuti ripetuti;
  • lacrimazione abbondante;
  • gonfiore agli occhi;
  • asma;
  • tosse secca;
  • difficoltà respiratorie.

Per essere certi della diagnosi è comunque indispensabile sottoporsi a test allergologici cutanei ed esami del sangue specifici, dopo di che (quando l’allergia sarà comprovata) ci si potrà rivolgere ad uno specialista che saprà indicare la cura più adatta.