Tutti gli annunci di adozioneūüź∂

Pubblicità

Si possono portare i cani in spiaggia? Ecco quello che c'è da sapere

si possono portare i cani in spiaggia advice

I cani possono entrare in tutte le spiagge libere d'Italia.

© Pixabay

Si possono portare i cani in spiaggia? Questa la domanda che più spesso i padroni si fanno, soprattutto in vista della bella stagione o di una vacanza imminente. Ecco cosa dice la legge al riguardo.

Di Nina Segatori

C'è una regola che vale sempre quando si parla di cani: il buon senso. I cani in spiaggia si possono portare, lì dove non è espressamente vietato, purché i padroni abbiano il buonsenso di:

  • non lasciarli liberi di fare danni in giro;
  • non lascino i loro bisogni ovunque;
  • non disturbino la pace degli altri.

Il rispetto e l’educazione sono alla base di tutto. Ecco cosa dice la legge a proposito di cani in spiaggia e i diritti e doveri di un buon padrone.

NB: Vi ricordiamo che, data la situazione attuale, questa è da considerarsi solo una guida orientativa. Per sapere se, come e quando potremo andare in vacanza quest'estate bisogna aspettare le decisioni del Governo in merito all'emergenza Covid-19.

Oltre la buona educazione civica, cosa dice la legge?

Secondo la legislatura i cani possono entrare in tutte le spiagge pubbliche se non c’è un cartello di divieto chiaramente e ufficialmente espresso.

A permettere o vietare l’ingresso dei cani nelle spiagge pubbliche o sulla battigia, non sono i gestori degli eventuali stabilimenti balneari presenti, ma solo i comuni, le province, le regioni e le capitanerie di porto

Il divieto di entrare per i cani deve essere ufficializzato tramite un’ordinanza, che deve riportare il numero della legge e la sua scadenza, la firma del sindaco o di un suo delegato.

Nessun vigile o autorità pubblica potrà cacciare padrone e cane dalla spiaggia se non è in grado di mostrare, su richiesta, l’ordinanza nella sua piena regolarità che dovrà, inoltre, essere pubblicata sull’albo pretorio.

In caso manchi anche uno solo di questi requisiti (ordinanza comunale emessa, leggi regionali, ecc), in caso di multa ricevuta potrà essere contestata.

I 6 punti dell'AIDAA

Per tutti coloro che hanno dubbi, soprattutto a causa delle varie ordinanze, spesso in contraddizione tra loro, basta consultare il sito dell’AIDAA, (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente), che ha pubblicato alcune regole piuttosto chiare al riguardo.

  1. Tutti i cani possono entrare nelle spiagge libere dove non c’è un espresso divieto e per tutti è consentito sia il passaggio sia sulla battigia che attraverso gli stabilimenti balneari. Il cane, però, dovrà sempre essere al giunzaglio corto e il padrone dovrà portare con sé anche una museruola. 
  2. I Comuni sono obbligati a esporre appositi cartelli dove si legge espressamente l’eventuale presenza di spazi di spiaggia libera per bagnanti con cani. Quando ci sono spiagge autorizzate in questo modo, non sarà possibile portare il cane altrove, mentre in caso contrario (quindi in mancanza di spiagge espressamente a loro dedicate) tutte quelle libere di quel determinato comune, saranno accessibili anche ai cani.
  3. Senza indicazione di numero di ordinanza, tutti i cartelli che vietano l’ingresso ai cani sono da considerare illegali.
  4. I proprietari dei cani devono assolutamente lasciare le spiagge pulite e libere da escrementi e feci dei propri animali.
  5. I cani possono sempre fare il bagno in mare tranne nei casi di divieto ufficiale.
  6. Buon senso, buon senso e ancora buon senso.

Da quando si possono portare i cani in spiaggia?

Non c’è una regola, i cani possono essere portati in spiaggia sia d’inverno che d’estate.

Ovviamente è sempre bene rispettare le esigenze dell’animale e le sue necessità.

Meglio evitare le ore più calde in estate e quelle più fredde in inverno.

Fino a quando si possono portare i cani in spiaggia?

Stesso discorso vale per quanto riguarda un eventuale termine di scadenza. Si può portare il proprio amico a quattro zampe in spiaggia fino a quando non faccia così freddo da rischiare di farlo ammalare. 

Difficilmente, infatti, l’animale riuscirà a trattenere l’entusiasmo di buttarsi in acqua e in pieno inverno non è per nulla consigliabile. Il freddo, il vento e le basse temperature, unite al pelo bagnato, potrebbero mettere a rischio al sua salute.

Si possono portare i cani in spiaggia: dove è ammesso in Italia

Come detto finora, in Italia vige la regola per la quale, dove il divieto non è ufficialmente espresso, i cani possono entrare in tutte le spiagge libere.

Ci sono, però, moltissime regioni che oltre a permettere l’ingresso agli animali e a dedicare determinare spiagge per loro, hanno pensato a fare molto di più. Come ad esempio, offrire dei luoghi attrezzati in cui è possibile usufruire di pet sitter, percorsi di agility, kit specifici con ciotola, paletta e sacchetto per le feci e tantissimo altro.

Le spiagge per cani in Liguria

In Liguria ad esempio c’è il Bau Village, che riserva una spiaggia privata apposta per Fido.

Le spiagge per cani in Emilia Romagna

Anche a Rimini possibile trovare stabilimenti con fontanelle per acqua sempre fresca, consulente cinofilo a disposizione e veterinario sempre pronto a intervenire in caso di problemi.

Le spiagge per cani in Toscana

Stesso discorso vale per la Toscana, dove oltre alle numeroso spiagge libere per cani c’è anche il Dog Beach, un vero paradiso per gli amici a 4 zampe.

Le spiagge nel Lazio

A poca distanza da Roma, nel Lazio, è possibile portare i cani al mare, non solo nelle zone libere ma anche a Bau Beach, dove gli animali sono liberi di girare senza guinzaglio e familiarizzare tra di loro.

Per un elenco completo regione per regione visitate la nostra guida con consigli su dove andare al mare