Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

Consigli per scegliere un'alimentazione naturale per cane con struvite

cane seduto advice

Consigli per un'alimentazione naturale per cane con struvite.

© Marcus Wallis/Unsplash

Un'alimentazione naturale per cane con struvite deve essere consigliata dal veterinario. In realtà non ci sono indicazioni specifiche per questo tipo di patologia, ma solo dei consigli generici.

Di Nina Segatori

Pubblicato il 22/09/20, 21:43

Il cane con struvite ha bisogno di seguire una determinata alimentazione che possa aiutarlo a sentirsi meglio.

Preferibilmente è bene seguire una dieta naturale, su consiglio e supervisione del veterinario, che possa fungere da coadiuvante alla terapia medica.

Evitate, però, il fai da te, che può sempre rischiare di complicare una situazione clinica compromessa e che potrebbe portare il cane a peggiorare.

L'utilità di un'alimentazione naturale per cane con struvite

L’alimentazione naturale per il cane con struvite è un rimedio che non sostituisce le cure mediche e tradizionali, ma che ha una stretta correlazione con il miglioramento del quadro clinico.

Dopo un’attenta visita del veterinario, che attraverso analisi specifiche potrà stabilire le effettive condizioni dell’animale e diagnosticare il tipo di calcoli delle vie urinarie di cui soffre il nostro amico a 4 zampe, potrà essere adottata una dieta naturale volta a combattere la patologia di cui soffre.

L'alimentazione industriale resta comunque la migliore

Infatti i prodotti industriali sono studiati ad hoc per le esigenze nutritive dei cani affetti da determinate patologie.

Essi contengono il giusto bilanciamento dei nutrienti necessari non solo al fabbisogno nutrizionale ma sono regolati appositamente per la prevenzione e la gestione della malattia.

Calcoli di struvite nel cane: cosa sono?

Prima di capire quale sia l’alimentazione naturale più adatta al cane con struvite, è bene capire cosa sia questa particolare patologia.

La struvite è la forma più diffusa di calcoli delle vie urinarie del cane e costituisce un problema di salute da non sottovalutare. Un esempio? Cistite, ostruzione del deflusso urinario e persino infezioni renali, nel più grave dei casi.

Quali sono le cause della struvite?

La struvite può avere varie cause, prima fra tutte quella di origine genetica. Ci sono, infatti, alcune razze più predisposte di altre, come lo Schnauzer nano, il Bichon Frisè, e lo Shih Tzu.

La struvite, però, può dipendere anche dall’età e dal sesso: si presenta più frequentemente, infatti, nei cani dai 6 anni in su e di sesso femminile.

Altra causa sono le infezioni batteriche delle vie urinarie.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale tra le cause della struvite, perché può influenzare la composizione dell’urina. Quando quest’ultima, infatti, è troppo ricca di degli ioni di magnesio ammonio fosfato, il rischio di soffrire di struvite è più alto.

Come riconoscere la struvite nel cane?

Non sempre è facile riconoscere la presenza di cristalli di struvite nel cane, perché spesso asintomatica. Per questo, molte volte, il quadro clinico si complica e solo allora si capisce che il cane ha qualche problema.

Quando, infatti, i cristalli si aggregano, formando dei calcoli, questi possono finire nell’uretra e ostruire il deflusso urinario. A quel punto il cane comincerà ad urinare troppo poco o per nulla, apparirà irrequieto e proverà ad accovacciarsi provando a fare pipì ma senza riuscirci.

Questo è uno dei sintomi più evidenti e comuni, ma purtroppo spesso viene confuso, facendo credere che il cane abbia la cistite.

Proprio per questo è assolutamente necessario portare il cane dal veterinario, che saprà indicare la causa di un tale comportamento e l’eventuale presenza di struvite. 

L'alimentazione del cane con calcoli renali e cistite

Perché l’alimentazione è tanto importante nei cani che soffrono di struvite? Innanzitutto perché è una delle cause: i cani che si nutrono, infatti, prevalentemente di cibo secco e bevono poco, presentano un’urina poco diluita. Aumenta così, il rischio di sovrasaturazione degli ioni, che provoca la struvite.

Lo stesso discorso vale per i cani che mangiano troppe proteine, che aumentano la concentrazione di urea e fosforo nelle urine, facilitando così l’aggregazione dei cristalli.

Il veterinario, saprà, quindi consigliare la migliore dieta da seguire e da affiancare alla terapia farmacologica.

Oltre le crocchette in commercio, studiate appositamente per i cani con la struvite, si può adottare un’alimentazione naturale che possa aiutare il cane a sentirsi meglio e a debellare più facilmente la patologia, oltre che a evitare recidive.

Quali modifiche apportare nella dieta casalinga di un cane affetto da struvite?

Nella dieta casalinga, dovranno essere ridotte le proteine e aggiunti degli integratori acidificanti urinari per cane in compresse. Necessaria anche l’introduzione di cibi che contengano piccole quantità di Cloruro di Sodio, in modo da spingere il cane a bere di più e produrre, così, urine maggiormente diluite.

Anche il tipo di acqua è importante: meglio se con residuo fisso basso in modo da evitare il rischio di formazioni di calcoli.

Via libera, poi, a tutti quei cibi, che per antonomasia fanno bene a chiunque, cani compresi: grassi buoni e alimenti ricchi di vitamine.

Non esiste una dieta naturale fai da te per i cani con struvite, perché rischia di essere molto pericolosa. Solo il veterinario, infatti, potrà stabilire quale alimentazione seguire e la quantità di alimenti da servire al proprio amico a 4 zampe.

---

Articolo revisionato da

francesco-reina



Francesco Reina
Assistente veterinario

Leggi anche