Instagram

Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Si può dare il cortisone al cane anziano?

cane anziano advice

Cortisone al cane anziano: quando si può usare e perché.

© Pixabay

Ecco tutto quello che c’è da sapere se dovete dare del cortisone al cane anziano, per non incappare in pericolosi rischi per la salute.

Di Nina Segatori

aggiornato il 30/11/20, 12:01

Il cortisone è un potente antidolorifico e antinfiammatorio, utilissimo per gli esseri umani e in alcuni casi anche per i cani.

Bisogna, però, sempre fare attenzione quando si tratta di esemplari non più giovanissimi e soprattutto, come ogni altro rimedio, evitare assolutamente il fai da te. Tanto più perché in questo caso si tratta di un medicinale. Ma allora, si può dare il cortisone al cane anziano?

Cortisone al cane anziano: cosa sapere?

Si può dare il cortisone al cane anziano, a patto che sia il veterinario a prescriverlo. Quindi, sarà il medico a indicare il giusto dosaggio e la durata della terapia.

Di solito al cane anziano il medicinale a base di cortisone, come il deltacortene, viene somministrato per combattere i dolori della vecchiaia, come quelli muscolari o alle ossa, ma soprattutto nei casi di presenza di artrosi, per dare sollievo agli acciacchi dell’età.

Di certo il cortisone è il miglior alleato del cane molto anziano, quando anche solo camminare può risultare piuttosto faticoso, data l’anzianità. In questo caso si rivela un valido aiuto per combattere le infiammazioni e come antidolorifico è sicuro.

Però, non va assolutamente somministrato di propria iniziativa, senza il consulto del veterinario. Un cane già affaticato dai malanni dell’età potrebbe sviluppare delle reazioni inaspettate, date dagli effetti collaterali.

Quindi mai e poi mai pensare di dare una pasticchetta di cortisone al cane, solo perché lo vediamo dolorante e pensando che sia la panacea di tutti i mali (cosa che spesso fanno gli esseri umani con le loro malattie).

Cortisone al cane anziano, pro e contro

A questo proposito, va prima di tutto spiegato che il cortisone ha dei pro, ma anche dei contro.

I pro del cortisone

A favore c’è da dire che è un validissimo coadiuvante della terapia tradizionale, utilizzata per alcune patologie del cane anziano, come l’artrite reumatoide ed è in grado di alleviare i dolori delle malattie nelle loro fasi più acute.

Inoltre è utilissimo per combattere le allergie, di cui spesso con l’età i cani cominciano a soffrire, ma anche nella cura delle anemie e tante altre patologie.

I contro del cortisone

Purtroppo, però, non è tutto oro quello che luccica e il cortisone può presentare anche dei contro, soprattutto quando la terapia cortisonica è lunga e pesante.

Soprattutto nei cani anziani, infatti, può scatenare una serie di effetti collaterali di cui il proprietario deve essere a conoscenza.

Per questo è necessario e importantissimo l’intervento del veterinario in tutti i casi in cui si deve usare il cortisone nel cane anziano.

Quali sono gli effetti collaterali del cortisone nel cane anziano?

Il cortisone può avere degli effetti collaterali, come:

  • ipersensibilità;
  • originare l’ulcera peptica;
  • dare problemi renali a causa del ristagno dei liquidi.

Va assolutamente sconsigliato l’utilizzo nei cani anziani che soffrono di una qualunque cardiopatia

Il cane beve tanto e urina tanto con il cortisone: perché?

Proprio perché tra gli effetti collaterali del deltacortene c’è il ristagno dei liquidi può accadere che il cane anziano, sottoposto a terapia cortisonica, cominci a bere di più e urini spesso.

Quando questo avviene è sintomo che l’animale soffra particolarmente l’effetto collaterale dell’uso del cortisone che blocca i liquidi e quindi senta il bisogno di accumularne di più, con l’inevitabile conseguenza di urinare più spesso.

Cosa fare se noto un effetto collaterale del cortisone?

Se notate questo tipo di comportamento nel vostro cane anziano, al quale il veterinario ha prescritto il cortisone, non esitate a contattarlo di nuovo per studiare una diversa terapia o una rivisitazione del dosaggio.

Quanto cortisone al cane anziano? Il dosaggio

Bisogna specificare ancora una volta che è il veterinario a indicare il giusto dosaggio del cortisone per il cane, sia per gli esemplari giovani, che per gli anziani. Questo perché la dose varia in base al peso e all’età dell’animale, quindi va studiata nello specifico. 

In generale, se il cane è di taglia grande si può dare un massimo di 25 milligrammi di Deltacortene, perché di solito si prescrive da 0,5 a 2 mg per peso corporeo.

Solitamente il farmaco viene prescritto a dosi calanti con opportuni intervalli di sospensione della terapia e successiva eventuale ripresa o modifica. La somministrazione nel cane anziano prevede comunque la continua valutazione del paziente con esami complementari.

Sicuramente il veterinario vi consiglierà anche la dose giusta di un gastroprotettore da abbinare alla cura cortisonica, per ridurre gli effetti collaterali e proteggere lo stomaco, appesantito dalla terapia medicinale. Anche in questo caso, mai affidarsi al fai da te.

---

Articolo revisionato da

francesco-reina



Francesco Reina
Assistente veterinario

Se hai qualsiasi dubbio o domanda contatta il tuo veterinario e soprattutto evita il fai da te!