Migliora la vita dei pet cliccando qui!

Pubblicità

Il cane dimentica il suo padrone? Quanto tempo impiega?

un cane che dimentica il suo padrone

Dopo quanto tempo il cane dimentica il suo padrone?

© Elena Grigorieva / Shutterstock

Il cane dimentica il suo padrone? Scopri, in questo articolo, quanto tempo impiega Fido a dimenticare il suo proprietario.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 15/07/21, 20:02

I cani sono noti per avere una memoria associativa, ad esempio, quando apri il loro pacchetto di crocchette preferite, non ricordano tutte le volte che gliele hai date, ricordano solo che dopo quel suono, ingeriscono qualcosa che gli piace.

Quindi, se devi affidare il tuo animale domestico ad altre persone per un po' o darlo in adozione e sei angosciato che durante quel periodo ti dimenticherà, abbiamo preparato questo articolo in modo che tu possa sapere quanto tempo ci vorrà affinché Il cane dimentica il suo padrone.

Come funziona la memoria di un cane?

È risaputo che i cani hanno una buona memoria, sono in grado di ricordare i loro padroni molto tempo dopo che hanno smesso di vederli, non hanno difficoltà ad apprendere trucchi e comandi, riconoscono situazioni come quando si prende il guinzaglio per portarli fuori per una passeggiata, o sono nervosi quando si avvicinano alla strada dove si trova il loro studio veterinario.

Tutto questo ci mostra che hanno una capacità cognitiva e nonostante non ricordino allo stesso modo degli umani, il loro cervello fa processi simili.

Memoria a breve termine

La sua memoria primaria è correlata a eventi specifici, che vengono dimenticati entro 15-30 secondi dopo aver cambiato attività.

Motivo per cui, quando arrivi a casa scopri che ha fatto qualcosa di sbagliato, non sgridarlo, non ha la capacità di capire cosa ti dà fastidio.

Memoria a lungo termine

La loro memoria a lungo termine funziona in modo diverso: ha una durata che varia da qualche minuto a un tempo indefinito.

Se, ad esempio, un amico va a casa tua, gioca e coccola il tuo amico a quattro zampe; mesi dopo torna a trovarti e il cane, grazie al suo infallibile olfatto con cui ricorda l'odore di questa persona, lo riconosce subito e lo tratta con gentilezza. Anche se non riesce a ricordare il pomeriggio che hanno passato a giocare insieme, assocerà sempre quell'odore a qualcuno che gli piace.

Una memoria diversa da quella umana

Ecco perché diciamo che la memoria canina lavora per associazioni. Non ricorda eventi specifici, ma è in grado di associare cose come odori, suoni e luoghi a sensazioni di benessere, felicità e persino situazioni pericolose

Quindi possiamo garantire che i cani abbiano una buona memoria, solo che la loro memoria funziona in modo diverso dalla capacità di memoria degli umani. 

Dopo quanto tempo il cane dimentica il suo padrone?

Il cane dimentica il suo padrone in genere dopo un periodo compreso tra 1 a 3 anni senza che l'animale abbia avuto un contatto diretto con il suo umano preferito.

Tuttavia, la connessione riguardante esperienze, odori, suoni può generare un riconoscimento immediato da parte del cane.

Esistono storie di cani che ricordano i loro padroni per molto tempo. Tra le più note, vi è senza dubbio quella del cane Hachiko, simbolo di fedeltà e ricordo del padrone, fino all'ultimo giorno della sua vita.

Sembra che i cani ricordino per sempre quelle persone che hanno dato loro amore e tenerezza. Così come avranno paura di chi li ha attaccati. 

Separazione momentanea

Se quello che ti preoccupa è che devi separarti per un breve periodo dal tuo amato cagnolino, a causa di un viaggio o di una situazione di salute, non preoccuparti perché puoi essere certo che al tuo ritorno ti accoglierà con lo stesso amore di sempre!

Non accade quindi che il cane dimentica il suo padrone dopo un'assenza di breve durata.

Cane dà la zampa alla padrona
Riabbracciare il proprio cane dopo un periodo di assenza è emozionante! ©ZigmarsBerzins / Pixabay

Separazione definitiva

Al contrario, se devi separarti dal tuo cane perché devi darlo in adozione, non devi preoccuparti che la tua partenza gli impedisca di affezionarsi ai suoi nuovi proprietari, o che diventi un animale più sospettoso. 

Non è vero che il cane dimentica il suo padrone, Fido ha un cuore grande e nobile e si ricorderà del proprio umano finché vivrà. Inoltre, potrà anche amare i suoi nuovi padroni!

Potrebbe vivere un periodo depresso mentre si abitua alla sua nuova casa e ai suoi nuovi proprietari, ma presto la nuova routine e le buone cure ripristineranno il benessere e il buon umore del pelosetto.

Come si comporta un cane quando cambia famiglia?

Se stai per adottare un cane che vive già da tempo con un'altra famiglia o devi dare il tuo animale domestico ad altre persone, è consigliabile che tu prenda in considerazione una serie di aspetti che ti aiuteranno ad essere preparato al cambiamento nell'atteggiamento e nelle reazioni dell'animale di fronte alla nuova situazione.

I cani hanno bisogno del loro leader

Prima di tutto, bisogna sapere che i cani riconoscono la leadership umana all'interno della famiglia. Si tratta della persona:

  • a cui prestano più attenzione;
  • con cui trascorrono più tempo;
  • con la quale hanno una relazione emotiva più grande.

È importante saper identificare chi è quella persona, poiché la responsabilità di abituarlo a una nuova leadership spetta a lui, senza grosse complicazioni.

Se la partenza di questa persona è qualcosa di prevedibile (viaggio, trasloco o malattia) è importante che all'interno della famiglia la responsabilità della cura e del contatto emotivo sia trasferita ad un'altra persona responsabile.

In questo modo, il cane non troverà così difficile abituarsi a un cambio di proprietario.

Non tutti i cani hanno lo stesso carattere

L'atteggiamento dell'animale dipenderà in gran parte dal suo carattere. Ci sono cani più casalinghi di altri e il cambiamento di ambiente può essere nefasto. Ce ne sono altri che sono più attaccati alle persone, quindi non si deprimono nemmeno durante un trasloco.

Sarà utile identificare il tipo di carattere del tuo animale domestico in modo da poter prevedere come reagirà al cambiamento. 

Quando il cane è appena arrivato in una nuova casa, e a maggior ragione nel caso di animali adulti, è normale che reagiscano nervosamente, non abbiano voglia di mangiare o giocare e si nascondano sotto i mobili e gli angoli.

Per aiutare il cane ad abituarsi, è importante farlo sentire al sicuro, non costringerlo a fare cose che non vuole o sgridarlo per questo atteggiamento. Armatevi di pazienza e vedrete come pian piano prenderà confidenza.

Fai tutto il possibile per aiutarlo

Lascia che esplori il nuovo territorio a suo piacimento e tempo. Fagli conoscere il posto senza pressioni. Cerca di guadagnarti la sua fiducia regalandogli premi come snack (crocchette, dolci, ossa) o giocattoli.

Ecco qui tutti i pregi di uno snack e i consigli per sceglierlo!

Il suo adattamento sarà una questione di tempo, non cercare di fare pressione sulla sua amicizia. Tieni presente che l'istinto canino è potente e percepirà rapidamente che la nuova famiglia e lo spazio non sono un rischio per lui.

I segni da riconoscere se il cane soffre il cambiamento

Non tutti i cani sono uguali e alcuni possono essere più sensibili di altri. In alcuni casi dire addio ai propri padroni genera depressioni gravi che devono essere trattate con farmaci antidepressivi, opportunamente prescritti da un veterinario esperto in questo tipo di casi. 

Devi osservare il loro comportamento e fare attenzione a sintomi quali:

Tutti questi sono segni che emotivamente l'animale è molto triste e richiederà un aiuto extra per superare il lutto d'addio. 

Fortunatamente la razza canina è nobile e gentile nello spirito, quindi è raro che un animale domestico non si abitui a questi cambiamenti. Hanno tanto amore da dare ai loro proprietari umani, quindi possiamo assicurarti che non importa quanto dolorosa possa essere l'eseperienza, in breve tempo, il tuo cane tornerà alla sua natura allegra e giocosa.

Certo, la sua memoria è potente e ci vorrà un po' affinché il cane dimentichi il suo padrone.