Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Il cane può mangiare il porro o è velenoso per Fido?

porro e cane

Le cose da sapere sul porro al cane.

© alicja neumiler / Shutterstock

Il cane può mangiare il porro o è velenoso per lui? Cosa fare se Fido ha mangiato tale ortaggio? Tutto sui porro al cane.

Di Ilenia Colombo

aggiornato il

Quando il cane o il gatto sta in cucina con occhi imploranti, quasi tutti i proprietari di animali domestici non riescono a resistere alla tentazione di cedere qualche prelibato bocconcino.

Tuttavia, non tutti gli alimenti utilizzati in cucina sono salutari per il nostro amico a quattro zampe. I porri sono una delle verdure che non dovrebbero essere nella ciotola di cani o gatti, perché i porri contengono diverse sostanze tossiche per loro.

Ecco perché non bisogna dare il porro al cane, quali sono i sintomi associati all'ingestione di tale ortaggio e cosa occorre fare in tali situazioni.

Cosa sono i porri?

I porri sono un ortaggio a foglie che appartiene alla stessa famiglia di aglio e cipolla. I gambi, lunghi fino a 80 cm, sono usati principalmente come verdure da zuppa negli stufati.

Più delicati delle cipolle, i porri sono adatti a molteplici preparazioni culinarie: insalate, primi piatti, contorni o addirittura come piatti unici.

Dare il porro al cane fa bene o male?

Molti proprietari di cani non sono sicuri che il loro fedele amico possa mangiare questi ortaggi, anche se salutari per l'Uomo. Ma la risposta è chiara:

I porri sono velenosi per i cani e quindi non devono essere dati ai nostri animali domestici.

Proprio come le cipolle, i porri contengono il composto di zolfo disolfuro di propile. Un consumo eccessivo di queste sostanze può portare alla anemia, cioè l'insufficienza di globuli rossi nel sangue.

Un secondo ingrediente dannoso per i cani è l'alliina, che interferisce con la funzione cellulare sana. Anche piccole quantità di porro al cane possono causare effetti collaterali nel nostro fedele compagno.

Ciò significa che porri, cipolle, scalogni, erba cipollina, aglio e così via non dovrebbero mai essere somministrati al tuo cane.

Il porro al cane è tossico. ©chriskeller; Wamiz

I sintomi tipici che avvengono dopo aver dato il porro al cane sono:

Il cane ha mangiato il porro: cosa fare?

Se il tuo amico peloso ha mangiato piccole quantità di porri crudi o cotti, di solito non c'è pericolo. C'è solo un rischio acuto di anemia se vengono consumate quantità maggiori.

La quantità di porri nocivi per il tuo cane dipenderà dalle sue dimensioni, razza, età e metabolismo, poiché tutti questi fattori influenzano la sua tolleranza e il modo in cui il suo corpo elabora la tossina.

Come con molte tossine, più piccolo è l'animale, meno ci vuole per farlo ammalare. Non esiste una regola fissa per quanto porro ci vuole per far ammalare un cane, ed è sempre consigliabile evitare di darlo completamente al tuo cagnolino.

Tuttavia, se si verificano i sintomi di avvelenamento menzionati o altri effetti indesiderati, dovresti piuttosto recarti dal tuo veterinario e far esaminare a fondo il tuo amico a quattro zampe.

La visita veterinaria: che fa il dottore quando visita Fido?

Il nostro consiglio: niente porri per Fido!

Affinché non ci siano pericoli per il tuo compagno canino, tieni sempre i cibi che fanno male ai cani come i porri in un luogo sicuro, in modo che il tuo cagnolino non possa mangiarle inosservato.

Gli steli velenosi non hanno posto nel cibo per cani. È meglio dar da mangiare al cane verdure più digeribili che fanno bene al tuo animale domestico.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare