Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

10 alimenti velenosi per i cani

Cane che mangia una torta advice

Una lista degli alimenti velenosi per i cani.

© Pixabay

Quali sono gli alimenti velenosi per i cani? Abbiamo stilato una lista (non esaustiva) dei cibi da non dare assolutamente al proprio amico a quattro zampe, vediamo quali sono e a quali rischi di va incontro.

Di Claudia Scarciolla

aggiornato il 29/01/20, 18:47

Gli alimenti velenosi per i cani sono presenti anche tra alcuni cibi che noi usiamo tutti i giorni nella nostra cucina. Seppur da noi (umani) considerati innocui e, anzi, nutritivi per corpo e spirito, per i nostri amici cani sono assolutamente da evitare. Offrire a Fido anche solo una piccola parte di uno tra questi cibi può causare un’intossicazione a sua volta originaria di patologie anche più gravi che possono portare al decesso

In moltissimi casi, quando si vive con un cane, si crede - inconsapevolmente e, forse, in alcuni casi, ignorandone gli eventuali rischi - di poter condividere ogni boccone con lui, il nostro amico a quattro zampe fidato che con lo sguardo languido porge il suo muso famelico sotto il tavolo mentre si sta consumando un pasto, un pasto da umani! Se il proverbio dice che “le bocche son sorelle” e, dunque, si può pensare che non ci sia nulla di male ad allungare un dolcetto o qualche altra leccornia a Fido, non c’è nulla di più sbagliato nel farlo. 

Un cane è può sempre un animale con un diverso metabolismo e differenti necessità nel proprio fabbisogno alimentare. Quindi non bisogna lasciar mai nulla al caso e bisognerebbe esser informati su cosa può (o non può) mangiare un cane. Ma entriamo nel merito della questione...

Quali sono gli alimenti velenosi per i cani?

I cibi che fanno male ai cani sono differenti tra loro e possono provocare diverse patologie a livello gastrointestinale, oltre al fatto che possono addirittura perforare o causare una torsione dello stomaco. Se si pensa dunque che non ci sia nulla di male a dare al cane un boccocino per noi così delizioso, è bene tenere sempre a mente che il suo metabolismo è diverso da quello di noi umani.Tra gli alimenti dannosi per i cani da evitare senza eccezioni (anche sotto il livello minimo consentito in alcuni casi) vi sono: 

Cioccolato e dolci

A cui si aggiungono anche i dolcificanti e lo Xilitolo presente nelle gomme da masticare che il cane può accidentalmente trovare anche per strada. Non è una sorpresa che dolci, e soprattutto cioccolato, facciano male ai nostri animali domestici, cani e gatti. Contenente teobromina, il cioccolato può essere letale anche in minima quantità (40/50 gr/kg) indipendentemente dalla taglia dell’animale.

Uova crude e latticini

Le prime sono ad alto rischio salmonella e quindi assolutamente da evitare. I latticini, invece, possono a lungo andare provocare intolleranze.

Caffè e tè

Sembrerà scontato ma non lo è. Questi ingredienti possono trovarsi in alcune ricette, anche sotto forma di surrogati.

Aglio e cipolla

Base della gastronomia questi odori possono portare all’inappetenza.

Funghi

Possono essere ingeriti in maniera accidentale, tuttavia nonostante non vi siano prove scientifiche certe che ne confermano la loro pericolosità, anche per le specie di funghi commestibili è bene non rischiare.

Uva

Ingerendo uva o uvetta il cane potrebbe riscontrare danni al sistema renale. 

Noci

Noci e in particolar modo le noci di macadamia sono da evitare perché tossici per il metabolismo del nostro Fido.

Spezie e cibi saporiti

Il sale e le spezie non vengono ben assorbite dall’animale che di solito, quando segue una dieta casalinga, mangia senza sale. Cibi troppo speziati o salati potrebbero compromettere le funzioni celebrali. Allo stesso modo da evitare anche cibi crudi, insaccati e lievitati.

Ossa cotte o piccole

Il cane si sa mangia le ossa ma non tutti i tipi sono giusti. Quelle di pollo ad esempio, troppo piccole o fragili comportano un elevato rischio di rottura e, se ingerite dal cane potrebbero rompersi nello stomaco causando una perforazione. Anche quelle cotte di piccole o medie dimensioni sono da evitare perché potrebbero rompersi avendo modificato la loro struttura a causa della precedente cottura.

Sostanze chimiche e muffa

l cani sono curiosi e mettono il loro muso ovunque. Per questo possono, accidentalmente, assaggiare delle sostanze chimiche altamente tossiche o muffa (presente anche in alcuni alimenti) che provocherebbero, oltre che problemi a livello polmonare legati all’inalazione di fumi tossici, anche ipertermia maligna.

A questa lista sono da aggiungere anche:

  • il tabacco (da masticare),
  • la marijuana,
  • la nicotina.

Questi possono causare problemi neurologici, tremori o tachicardia.

Estrema attenzione nei riguardi dei cuccioli di cani che, curiosi più che mai, devono essere sempre tenuti sotto controllo per evitare che mangino qualunque cosa capiti a loro disposizione. 

Leggi anche