Cerchi cibo per i tuoi pet? Clicca qui

Pubblicità

Si può lasciare il cane da solo tutto il giorno? Ecco la verità

cane da solo a casa

Ti spieghiamo se si può lasciare il cane da solo tutto il giorno.

© Jaromir Chalabala / Shutterstock

Sapendo di non avere molto tempo, prima di prenderne uno bisogna chiedersi se si può lasciare il cane da solo tutto il giorno. La risposta è una sola.

Di Nina Segatori

aggiornato il 12/03/21, 15:20

Tra le domande più cercate su Google, c'è "come insegnare al proprio cane a rimanere da solo". Questo succede perché molto spesso si decide di adottare un animale anche se si lavora tutto il giorno e il tempo da dedicargli è poco.

In realtà si può lasciare il cane da solo tutto il giorno? La risposta è semplice, ma ha motivazioni ben profonde e complesse.

Cosa fa il cane in casa da solo?

Il cane, quando rimane tante ore da solo in casa comincia a soffrire di stress dovuto a due fattori:

  • mancanza d'aria e di movimento necessari al suo benessere psico-fisico;
  • senso di solitudine e noia.

Questo porta a quei classici dispetti e danni che troviamo al nostro rientro: cuscini a terra, carta sparsa dovunque e spesso anche bisogni fatti qua e là, anche se il cane è educato a farli fuori in giardino.

La sindrome da iperattaccamento

Il fatto di lasciare il cane da solo tante ore può anche dare origine a disturbi comportamentali veri e propri come la sindrome da iperattaccamento primario e secondario.

Si tratta di una vera e propria patologia psichica (una sorta di “sindrome dell’abbandono”) che porta il cane a vivere un profondo disagio ed il padrone a dover porre rimedio con terapie comportamentali ad hoc.

Ad esso si possono aggiungere disturbi psicosomatici, prima fra tutte la cistite, ma anche l’eccessivo leccamento da stress, oltreché disordini alimentari.

Si può lasciare il cane da solo per tante ore?

La verità è che è stato dimostrato che lasciare il cane in casa per tante ore da solo non è una buona idea. Anche se ci sono razze più indipendenti di altre e più predisposte a non soffrire troppo la solitudine o gli spazi chiusi, rimanere per molto tempo in una situazione così sacrificante per l'animale, lo sottopone ad un malessere che alla lunga si trasforma in infelicità.

È anche vero che talora la nostra vita può prendere delle svolte impreviste (cambio di lavoro, turni, trasferte improvvise) ed in tale caso la separazione per tempi più o meno lunghi dal nostro amico diventa una condizione difficilmente ovviabile.

La soluzione, che vale comunque per qualsiasi cane, consiste nell’abituare Fido a gestire la situazione di momentanea solitudine con il minor tasso di stress possibile e nella maniera più serena per entrambi.

Può essere utile giocare con lui un po’ di tempo prima di uscire di casa e di abituarlo alla nostra assenza prima per pochi minuti poi per mezz’oretta e poi passare a tempi più lunghi.

Al nostro rientro, anche se la tentazione è forte, aspettiamo qualche minuto prima di giocare con lui e reagiamo alle feste che ci fa con moderazione. Così facendo il cane associa il momento del distacco ad una situazione meno traumatica del previsto ed impara a conviverci.

L’ideale sarebbe comunque evitare di lasciarlo da solo molto tempo oppure accordarsi con qualche amico amante dei cani che sia disposto a prendersene cura in nostra assenza.

Per ovviare al problema del cane da solo in casa quando siamo fuori per molte ore durante il giorno, ci si può rivolgere ai dogsitter, che porteranno a spasso il vostro amico a 4 zampe, quando voi non potete.

Non solo dogsitter, scopri qui a chi affidare Fido quando non puoi occupartene per un breve periodo

---

Articolo revisionato da:

Francesco Reina
Assistente veterinario