News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Cani e accoppiamento: qual è il momento ideale?

cani al mare sugli scogli advice © Pixabay

Cani e accoppiamento: leggi questo articolo e scoprirai qual è il momento ideale per la riproduzione canina.

Di Letizia Rogolino

Avere dei cani comporta molte attenzioni, soprattutto quando arriva il momento dell'accoppiamento. Se si decide di non sterilizzare il proprio cane, ma si decide di farlo accoppiare regolarmente, esistono dei modi specifici per farlo accadere in modo corretto e senza intoppi. Andiamo a vedere quindi quali sono i ruoli che il padrone deve tenere per aiutare il proprio cane con la sua compagna, e soprattutto, qual è il periodo giusto per far riprodurre questi ultimi.

Accoppiamento cani: la prima fase

La prima condizione per poter far accoppiare un cane, è ovviamente attendere che il cane femmina sia in calore. Questo succede in media due volte all’anno, quando il cane femmina accetta di farsi fecondare essendo recettiva. Non rispettare quel periodo renderebbe inutile il tutto, perché la femmina rifiuta automaticamente il cane maschio. D’altro canto i cani maschi non hanno un periodo definito di calore, ma seguono l’istinto stimolato dal calore della femmina, che nei due cicli annuali si estende per trenta giorni.

Come si comporta la femmina in calore?

Cosa accade alla femmina in questo periodo? Sostanzialmente subisce taluni cambiamenti nei comportamenti ma anche fisici, ad esempio, come ad avvisare il maschio che si è predisposte all’accoppiamento, le femmine espellono urina che contiene dei feromoni sessuali informativi della fecondità. Questo spiega anche perché quando si ha in casa una cagnolina, durante il periodo di calore c’è praticamente la fila sotto casa, dato che sono attratti da quei feromoni.

Come già accennato prima, il calore è la condizione in cui la femmina è predisposta all’accoppiamento, esso però si differisce in più fasi, che si estendono negli orientativi trenta giorni del periodo. Ecco quali sono:

  • Proestrus: la fase iniziale dell’estro, o meglio il calore. La vulva della femmina si gonfia e comincia ad avere perdite di sangue. Quest’azione stuzzica l’olfatto del maschio, che cerca in tutti i modi di raggiungere la femmina, anche se in realtà in questo primo periodo essa non è predisposta ad accoppiarsi. Dura circa dieci giorni.
  • Estro: la fase clou del calore. In questo periodo la vulva è decisamente più gonfia, ma scompare o diminuisce notevolmente il suo sanguinamento. La cagnolina in questo momento è recettiva e permette al cane di montarla, anche perché essa stessa si pone meglio verso i maschi, vuole essere corteggiata e li cerca. Anche questo periodo dura dieci giorni.
  • Diestrus: dopo la fase recettiva, i successivi dieci giorni del periodo sono quelli della diminuzione dell’appetito sessuale della femmina. Essa infatti non si fa più corteggiare, e arrivata alla fine del periodo, non è più disposta ad accoppiarsi fino alla nuova fase di calore. Dopo aver visto le fasi di calore, andiamo a vedere insieme come avviene il vero e proprio atto riproduttore tra i due cani, e cosa si fa nel ruolo di padrone.

Come funziona l'accoppiamento tra cani?

È la fase anche più bella da vedere di questo processo riproduttivo. I due cani sono giocosi, si rincorrono, si fiutano, si leccano a vicenda, si mordono anche. Questo ha effetto conoscitivo per i due.

Il vero e proprio atto riproduttivo inizia con la monta, che è l’atto pratico di tutta l’esperienza. Il cane maschio appoggia le sue zampe anteriori sul posteriore della femmina ed il rapporto ha luogo. Il pene del cane maschio si gonfia in questo momento.

È la fase successiva alla monta e consiste nel bloccaggio dei due cani nella posizione di accoppiamento. In questo momento i due sono effettivamente bloccati, e devono restare così per almeno venti minuti. Non vanno assolutamente separati durante questo processo, perché potrebbero subire lacerazioni e può provocare anche morte per dissanguamento a causa dell’ignoranza del padrone. Questa fase è ereditata dal lupo ed è del tutto tranquilla. In questa fase avviene l’eiaculazione del cane maschio, che feconda quindi la femmina. Può capitare però che la monta si fermi prima dell’eiaculazione e la femmina non rimane incinta.

Quanto dura l'accoppiamento dei cani?

L’accoppiamento canino, nelle fasi prima presentate, ha una durata non troppo lunga e si estende dai 15 minuti all’ora totale. Tutto questo dipende dalle condizioni in cui i cani si trovano, l’ambiente e la predisposizione.