Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

Pubblicità

3 motivi per cui il cane ha paura delle persone

cane-che-ha-paura-delle-persone

Quando il cane ha paura delle persone ci sono 3 motivi precisi.

© aspen rock / Shutterstock

I cani a volte sono molto timidi e diffidenti. Se anche il tuo cane ha paura delle persone, leggi il nostro approfondimento e scopri il perché.

Di Letizia Rogolino

aggiornato il 06/05/21, 15:44

Un cane che arriva in famiglia è sempre sinonimo di gioia, amore e soprattutto di compagnia, ma come comportarsi quando un cane ha paura delle persone?

Alcune razze rispetto ad altre, sono più adatte a stare in mezzo alla gente, soprattutto a contatto con i bambini, ma talvolta può capitare che qualcosa non va nel verso giusto. Può accadere che alcuni cani si dimostrino impauriti e insicuri nei confronti di persone note, ma soprattutto nel caso di estranei.

Trattandosi di un problema comportamentale è bene rivolgersi a un professionista che può aiutarlo nella maniera meno traumatica possibile.

È bene ricordarsi che correggere un disagio del cane ha bisogno di un lasso di tempo variabile, diverso per ogni cane e situazione, soprattutto quando non si ha il minimo sospetto di quale possa essere il motivo.

Perché il mio cane ha paura delle persone?

Tanti padroni si tormentano chiedendosi "ma perché il mio cane ha paura delle persone?", i motivi potrebbero essere diversi, ma in particolare ne citiamo 3.

1. Scarsa socializzazione

Sicuramente la mancanza di un avvicinamento regolare alle persone, anche magari durante la consueta passeggiata per andare a fare i bisogni, potrebbe essere uno dei motivi per rendere un cane pauroso.

In sostanza non abituarli ad altre persone, oltre a quelle presenti in famiglia potrebbe essere una delle cause.

Un trauma causato da terzi

Un'esperienza traumatica causata da persone estranee, magari a seguito di maltrattamenti fisici e verbali potrebbe aver fatto chiudere a riccio l'amico a quattro zampe, associando gente estranea a un eventuale pericolo.

Genetica e fasi della vita

A prescindere dai rapporti con altri soggetti, vicini o meno, al padrone, la genetica e l’invecchiamento potrebbero influire, proprio come accade a noi umani, quando invecchiamo e magari non ricordiamo alcuni volti.

Quando il cane ha paura delle persone?

Molti studi incentrati su questo problema comportamentale hanno dimostrato che molti amici a quattro zampe hanno più paura di persone con caratteristiche fisiche specifiche.

Contrariamente a quanto si pensa, i cani in alcuni casi non sono fan dei bambini, perché li percepiscono come una seccatura e, pertanto, preferiscono non stargli accanto, ma evitarli il più possibile.

In questo caso vanno educati entrambi, così da creare una convivenza pacifica e piena d’amore.

Per quanto riguarda il mondo degli adulti il discorso è totalmente diverso. A partire dal sesso di appartenenza, i cani sono più terrorizzati dagli uomini, in primis per la tonalità della voce, chiaramente più massiccia, bassa e potente, rispetto a quelle delle donne.

Inoltre uomini particolarmente alti e con la barba sono i soggetti che solitamente intimoriscono maggiormente i cagnolini.

Quando si incontrano degli estranei che non si dimostrano particolarmente affettuosi nei confronti del padrone, ovviamente, il cane reagisce di conseguenza, in protezione e sulla difensiva, interpretando quel momento come una minaccia.

Segnali che indicano se il cane è spaventato

Una postura remissiva, coda tra le zampe, corpo incurvato, occhi e orecchie bassi sono i segnali più importanti che un cane può inviare quando non si sente a suo agio con un essere umano ed è pronto ad agire in qualche modo.

Ci si rende conto fin da subito quando un cane ha paura delle persone tramite questi segnali mandati dal suo corpo e dal suo viso.

Se hai un cane devi conoscere questi 10 segnali del suo comportamento

Come aiutare un cane che ha paura delle persone?

Un consiglio è non forzarlo a socializzare, soprattutto se già ha mostrato intolleranza verso le persone anche solo una volta. Nel caso in cui Fido sia stato salvato da una situazione di maltrattamenti, per esempio, potrebbe avere reazioni impreviste con gravi conseguenze.

Portarlo a seguire un’adeguata terapia condotta da un addestratore cinofilo potrebbe essere l’unica cosa sensata da fare per il bene suo, ma anche del padrone che non deve più preoccuparsi di uscire con il proprio cane e godersi insieme a lui una giornata di sole o una gita in un paesaggio piacevole.