Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

I rimedi naturali per il raffreddore nel gatto

Gatto-raffreddato-rimedi-naturali advice

Ecco quali sono i rimedi naturali per il raffreddore nel gatto.

© Pixabay

Raffreddore nel gatto: ecco quali sono i rimedi naturali per curare il vostro amico a quattro zampe in tutta sicurezza. Ricordate sempre, però, di chiedere il parere del vostro veterinario!

Di Coryse Farina

Pubblicato il 20/02/20, 21:56

Il raffreddore nel gatto è molto comune, soprattutto se il vostro micio vive all’aria aperta e se le temperature esterne sono molto basse. Esistono però dei rimedi naturali e aiuteranno l’animale a debellare questo fastidio con molta rapidità.

Il raffreddore nel gatto è un’infezione virale che colpisce principalmente le vie aeree. I felini sono molto soggetti a questo tipo di malattia, per tale ragione è bene tenere sotto controllo l’animale, ancor di più durante l’inverno.

Quanto dura il raffreddore nel gatto?

Il raffreddore felino, proprio come il nostro, è passeggero. Per un gatto adulto e sano, dura in media una decina di giorni e non esiste una cura specifica per debellarlo. Quello che si può fare, però, è cercare di alleviare i sintomi e fastidi del gatto, proponendogli dei rimedi naturali su misura.

Non appena notate qualche sintomo di raffreddore nel gatto, potete dunque provvedere a curare questa infezione in casa, tenendo però a mente che, se la salute del gatto non migliora entro i primi 5 giorni, sarà imperativo portare l’animale dal veterinario.

Un semplice raffreddore può portare a numerose complicanze molto più gravi. Soprattutto nei gattini cuccioli, nei gatti malati, anziani o gatte che allattano, bisogna fare molta più attenzione dato che, se non curati in fretta, rischiano una polmonite.

Il raffreddore del gatto è contagioso?

Il raffreddore nei gatti non è contagioso per l’uomo, ma per gli altri gatti sì.

Se avete più gatti in casa, è bene cercare di lavarvi le mani ogni volta che li accarezzate ed evitare che i gatti stiano troppo in contatto gli uni con gli altri. Potrebbe trasformarsi in un’epidemia.

Perché il gatto prende il raffreddore?

Solitamente i gatti sono soggetti a raffreddore in inverno, a causa delle temperature rigide, e d’estate poiché i continui sbalzi di temperatura, possono incidere molto sulla sua salute.

Un gatto con il raffreddore, inoltre, ha sicuramente avuto un abbassamento delle difese immunitarie. Per tale ragione è bene controllare che la sua alimentazione sia sempre sana ed equilibrata, e che non presenti altri sintomi.

Il modo migliore per prevenire un raffreddore è dunque fare tutte le vaccinazioni consigliate dal veterinario, fare attenzione al suo cibo, proponendogli crocchette di qualità ed evitare gli sbalzi di temperatura tra la casa e l’esterno.

Come capire se il gatto ha il raffreddore

I sintomi di un gatto raffreddato sono causati dal comune coronavirus. Sono molteplici e non avrete problemi a riconoscerli:

  • Difficoltà nella respirazione;
  • Secrezioni dagli occhi e dal naso;
  • Starnuti frequenti;
  • Naso irritato, screpolato o eccessivamente umido;
  • Perdita di appetito, spesso dovuta al fatto che il gatto non sente più gli odori del cibo;
  • Febbre;
  • Sonnolenza;
  • Congiuntivite, con occhi rossi e gonfiore della terza palpebra;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Tosse.

La cura del raffreddore nel gatto con i rimedi naturali

Se il gatto dimostra uno o più sintomi sopraelencati, è bene provvedere ad aiutarlo per una rapida guarigione. Ecco i consigli e rimedi naturali che fanno al caso vostro.

Acqua fresca

Soprattutto se il gatto presenta febbre, avrà tendenza a non bere e disidratarsi in fretta. Per tale ragione, invogliatelo a bere proponendogli la ciotola dell’acqua accanto a lui.

Alimentazione

Come l’uomo, un gatto malato non avrà alcuna voglia di alzarsi per andare a mangiare. Il vostro compito è dunque di stimolarlo alla nutrizione per rafforzare le sue difese immunitarie.

Se necessario, imboccatelo o offritegli del cibo umido mischiato ad un brodo di pollo. Quest’ultimo renderà la deglutizione più facile in caso di gola infiammata e dolorante.

Dato che il gatto farà fatica a sentire gli odori, è bene proporgli del cibo dal profumo forte ed intenso, in modo che sia invogliato ad assaporarlo.

Se proprio non ne vuole sapere e sono passate parecchie ore dal suo ultimo pasto, invogliatelo delicatamente ad aprire le fauci ed invitatelo ad ingoiare. Vedrete che a poco a poco, sentirà il bisogno di nutrirsi da solo.

Temperatura

I gatti amano il caldo. Se sono malati, a maggior ragione. È bene fornirgli delle coperte calde e farlo riposare in un ambiente caldo e silenzioso.

In questa fase, non forzate il gatto a muoversi, giocare e saltare con voi. Ha solo bisogno di recuperare le forze.

Correnti d’aria

Dato che si tratta di una delle motivazioni principali del raffreddore, è bene evitare le correnti d’aria in casa durante la malattia.

Umidità dell’aria

Se avete a disposizione un umidificatore in casa, è ora di metterlo in azione. L’ideale sarebbe fare dei bagni di vapore al gatto, lasciando scorrere acqua molto calda dal rubinetto del bagno, alzando così la quantità di vapore presente nella stanza.

Basteranno 15 minuti e il gatto avrà le vie respiratorie molto più libere. Se questo rimedio non dovesse funzionare e il micio continua ad avere il naso chiuso, potreste somministrargli del siero fisiologico nel naso per aiutarlo a liberarsi dai muchi.

Pulite spesso il gatto

Il raffreddore provocherà la secrezione di molto muco e lacrime. Per evitare che si formino croste e problemi alla cute del gatto, è bene pulire le zone attorno gli occhi ed al naso con delle garze sterili. Una per ogni zona, in modo che non si contaminino a vicenda.

Se il gatto ha la congiuntivite, sarà necessaria una crema oftalmica prescritta dal veterinario. In tal caso recatevi subito nella vostra clinica di fiducia.

Infusi di camomilla

Se il gatto presenta residui di catarro dalla rima palpebrale, potreste imbevere una garza sterile nella camomilla e fare degli impacchi sugli occhi del gatto. Questo aiuta a sciogliere anche eventuali croste di muco.

Propoli

In caso di mal di gola, potrebbe essere interessante somministrare la propoli al gatto. Ha delle proprietà emollienti, calmanti e disinfettanti, che lo rendono un antibatterico perfetto nei periodi di raffreddore.

Integratori

Che sia come prevenzione o per aiutare il suo sistema immunitario durante la malattia, un ottimo rimedio naturale è la somministrazione di integratori o ricorrere all’omeopatia felina.

Un’erba perfetta per il raffreddore è l’Echinacea.

Se non ci sono miglioramenti è sempre consigliato portare il micio dal veterinario, affinché vi prescriva la terapia giusta in base alla gravità della malattia.