News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Come calmare un gatto iperattivo?

gatto con occhi azzurri advice © Pixabay

Capire come calmare un gatto iperattivo non è sempre semplice anche perché, prima di intervenire, è indispensabile comprendere se si tratta di un disturbo reale o di semplice (e fisiologica) vitalità. Ecco come fare.

Di Grazia Fontana

Come calmare un gatto iperattivo? Il dubbio è legittimo specialmente se il micio salta, morde, graffia, si arrampica ovunque e ha la strana mania di distruggere suppellettili e soprammobili. L'importante, però, è definire - con l'aiuto di un veterinario e il più in fretta possibile - se si tratta davvero di iperattività o se, più semplicemente, il gatto è molto vivace e cerca di sfogare la sua vitalità "accanendosi" contro l'arredo.

Gatto iperattivo: cause e sintomi

L'iperattività è una condizione patologica che viene definita con la sigla HS-HA (ipersensibilità, iperattività) e rappresenta una problematica comportamentale che deve essere affrontata con l'ausilio di un veterinario specializzato. Questa può essere stata causata da un distacco precoce del cucciolo dalla mamma e dai suoi fratellini, dove per "precoce" si intende una separazione avvenuta prima dei 60 giorni di vita.

Durante i primi due mesi, infatti, il micetto impara - dal rapporto con gli altri gattini e dalla relazione con la madre - a tenere a freno alcuni comportamenti (come gli approcci violenti, veicolati da graffi e morsi) e, se questo per qualsiasi motivo non avviene, può avere importanti conseguenze sullo sviluppo del gatto adulto. Un gatto iperattivo, infatti, ha un ritmo alternato di sonno e veglia, vive in uno stato di continua agitazione e tende a patire di più i periodi di solitudine.

Cosa fare per un gatto iperattivo?

I casi più gravi di iperattività felina vengono normalmente curati dai veterinari attraverso la prescrizione di farmaci specifici o di calmanti naturali. Accanto a questi, però, può essere utile aiutare il proprio micio proponendogli alternative stimolanti come per esempio grattato ad hoc o giochi da fare insieme, permettendogli così di sfogare almeno una parte della sua vitalità e aiutandolo a sfogarsi.

Leggi anche