Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

Consigli e trucchi per somministrare una medicina al cane

pillola offerta al cane advice

Come fare per somministrare una pillola al cane senza causargli disagio?

© Shutterstock

Può capitare che Fido abbia bisogno di assumere un farmaco: che esso sia solido o liquido, in questo articolo spieghiamo come dare una pillola al cane (o una qualsiasi medicina) senza creargli stress e disagio.

Di Serena Esposito

Pubblicato il 12/02/20, 22:50

Ci auguriamo che non ne abbia mai bisogno, ma può essere necessario far assumere una medicina al nostro amico a quattro zampe: come con i bambini questa può risultare un’impresa difficile, a causa del sapore sgradevole e della consistenza insolita che molti farmaci hanno.

Seppur con riluttanza, dobbiamo assicurarci che il cane assuma tutta la dose prescritta dal veterinario, ed è importante farlo senza creare stress e disagio al nostro amico peloso: se la cura prevede la somministrazione quotidiana di un farmaco, il cane non deve associare questo gesto al disagio, altrimenti rischiamo di creargli un trauma.

Ma come dare una pillola al cane in maniera efficace, ma non invasiva? 

Come dare una pillola al cane?

Molti farmaci veterinari si presentano in forma solida: compresse, capsule e pastiglie masticabili. Queste ultime sono le più efficaci per la somministrazione in quanto essendo pensate per essere masticate dal cane, hanno un sapore appetibile e gradevole: antiparassitari per via orale e integratori alimentari sono in genere venduti come pastiglie masticabili.

Ma cosa fare in caso di compressa? Antibiotici, farmaci specifici per patologie gastrointestinali ed epatorenali e nondimeno per patologie cardiovascolari possono presentarsi sotto forma di compressa o capsula per garantirne un rilascio lento.

In questo caso possiamo attuare varie strategie per assicurarci l’assunzione del farmaco da parte di Fido, ricordandoci sempre di non farci vedere mentre prepariamo bocconi e pappe medicate.

Ecco come camuffare le pastiglie al cane nel cibo

Questo trucco funziona in una buona percentuale di cani: consiste nel rivestire accuratamente la compressa con del cibo, preferibilmente umido e di forte gradimento per il cane. Ci sono varie alternative:

  • Rivestire la compressa con del macinato di carne cruda;
  • Rivestire la compressa con del formaggio molle;
  • Inserire la compressa in appositi bocconcini nascondi-pillola per cani in vendita nei negozi veterinari;
  • Camuffare la pillola all’interno della ciotola di umido o di cibo particolarmente odoroso come il salmone (questo metodo può non funzionare in caso che il cane scarti il farmaco).

Una volta preparato il bocconcino medicato sarà opportuno somministrarlo al cane in seguito ad un bocconcino normale, premiandolo alla fine:

  1. dare un bocconcino non medicato al cane che in questo modo risulterà bendisposto;
  2. dare il bocconcino medicato;
  3. dare subito dopo un altro bocconcino al naturale per premiare il cane e per togliergli l’eventuale sapore sgradevole del farmaco.
Questo metodo risulta particolarmente efficace in cani che tendono ad inghiottire il cibo senza masticarlo. 

In caso di più cani in casa poi, questo metodo può essere vincente se si crea una sana competizione: tenere in una delle due mani il bocconcino medicato e nell’altra quello naturale, offrendo in contemporanea ad ognuno il suo.

Per la foga di essere il primo ad ottenerlo, Fido non si accorgerà della “fregatura”.

Frantumare la compressa o svuotare la capsula

Questo metodo può funzionare solo in due casi:

  • se la compressa può essere frantumata, non necessitando di lento rilascio nelle 24 ore;
  • se il sapore del farmaco una volta frantumato non risulta particolarmente sgradevole.

Pertanto, sarà opportuno domandare informazioni in merito al veterinario che ha prescritto il medicinale, prima di procedere. Nel caso che il medico ci dia l’ok, possiamo procedere come segue:

  1. incidere la capsula e far fuoriuscire il contenuto, o frantumare la compressa riducendola in polvere;
  2. mischiare la medicina al cibo preferito del cane, curandosi di non esagerare con la porzione di modo che Fido non lasci nulla, perdendo così un’aliquota di farmaco, e utilizzando cibo umido per assicurarsi una buona coesione;
  3. offrire la pappa medicata al cane, assicurandosi, in caso di presenza di altri cani in casa, che non assumano il cibo medicato: magari far mangiare il cagnolino malato in un’altra stanza.
Quando si utilizza questo metodo, non riscaldare la pillola: il principio attivo in esso contenuto potrebbe essere danneggiato dal calore e risultare così inefficace o dannoso.

Fingere interesse per la pillola

Questo metodo consiste nell’inserire la pillola tra diverse pietanze umane che il cane adora, mostrandosi deliziati dalla loro assunzione, inducendo così Fido a desiderarle:

  1. far cadere qualche briciola a terra: non sarà la medicina, ma un modo perché il cane si aspetti una deliziosa pietanza e abbassi la guardia desiderando mangiare tutto ciò che cade dalla tavola;
  2. all’inizio fingere di non accorgersi del cibo caduto, ma successivamente toglierlo al cane con un gesto rapido, in modo da indurlo quindi a mangiare ciò che cade senza indugiare, battendo l’umano sul tempo;
  3. a questo punto far cadere la pillola (assoluta o rivestita) e tentare di sottrarla al cane: questo lo indurrà ad inghiottirla, senza troppo sforzo.

Attenzione agli altri eventuali cani in casa se si decide di attuare questa strategia.

cane-prende-la-pillola
Ci sono diversi modi per dare una pillola al cane.©Shutterstock

Spingere la pillola nelle fauci

Questo metodo è il più invasivo ma se nessuno dei precedenti ha funzionato sarà necessario ricorrervi, prestando attenzione ad essere decisi ma delicati.

Consiste nello spingere la pillola tra le fauci del cane, in prossimità della gola, di modo che debba necessariamente deglutirla, senza doverla assaporare.

Vediamo nel dettaglio i vari passaggi e come aprire la bocca ai cani:

  1. far sedere il cane;
  2. aprire la bocca del cane con la mano non dominante, tenendo pollice e indice sui lati delle labbra superiori e piegandole leggermente verso l’interno in modo da scoraggiarlo a mordere;
  3. afferrare la pillola con la mano dominante e, mentre con l’altra mano si piega leggermente all’indietro la testa del cane, inserire la pillola tra le fauci, in un angolo della bocca e spingerla più indietro possibile in modo da impedire al cane di sputarla e evitargli di sentirne il sapore (questa zona della lingua non contiene papille gustative);
  4. lasciare la pillola più in profondità possibile e togliere la mano, utilizzandola per chiudere la bocca del cane;
  5. osservare il movimento della gola del cane: questo confermerà la deglutizione e si potrà lasciarlo andare;
  6. lodare il cane, coccolarlo ed offrirgli un premio goloso, per fargli superare al meglio il momento di disagio.

In seguito può essere utile farlo bere per permettere alla compressa di avanzare nell’esofago raggiungendo lo stomaco.

Se si desidera evitare di mettere la mano nella bocca del cane, è possibile richiedere presso il veterinario il dispenser per pastiglie (il cosiddetto "sparapillole per cani"): è uno strumento che permette di somministrare il farmaco al cane spingendolo in fondo alla bocca, lasciando tuttavia le dita all'esterno e riducendo così il rischio di morsi.

Una volta che il dispositivo è inserito in maniera appropriata in fondo alla bocca, premere leggermente il pistone per rilasciare la pillola e farla cadere in gola.

Non utilizzare questo metodo se il cane è un brachicefalo, perché potrebbe essere pericoloso per la respirazione.

Come dare un medicinale liquido al cane?

In caso di necessità di somministrazione di medicinale liquido a Fido, sarà opportuno attuare una differente strategia per accertarsi dell’assunzione.

siringa-al-cane
Può essere necessaria la somministrazione di farmaci in forma liquida. ©Shutterstock

Anche in questo caso sono disponibili in commercio medicinali palatabili per i nostri amici a quattro zampe, spesso i fermenti lattici sipresentano in forma liquida: in tal caso sarà sufficiente versare la quantità di sciroppo o gocce all’interno di un cucchiaio che il cane leccherà con gusto.

Tuttavia non tutti i medicinali liquidi hanno un sapore gradevole: in tal caso sarà opportuno utilizzare una piccola siringa, che dovrà essere riempita col farmaco. Procedere dunque come segue:

  1. usare la mano non dominante per tenere la bocca del cane chiusa;
  2. con la mano dominante, inserire l’ugello della siringa dietro i canini superiori, dove c’è uno spazio per iniettare il farmaco senza che Fido apra la bocca;
  3. il rilascio del farmaco dev’essere graduale e non troppo repentino: in caso contrario rischia di entrare nei polmoni e causare gravi infezioni toraciche, aspettare quindi che il cane deglutisca per iniettarne dell’altro.

Se il cane dovesse essere particolarmente aggressivo è consigliabile utilizzare una museruola leggera che lasci passare l’ugello della siringa. Consulta sempre il tuo veterinario prima di prendere qualsiasi decisione!

Se è il tuo gatto ad aver bisogno di un farmaco, consulta il consiglio apposito.