Scopri qui se il tuo cane √® obeso!ūüź∂

Pubblicità

Passaporto per cani: come richiederlo, tempi, costi e rinnovo

cane con passaporto, fotocamera, occhiali e cappello advice

Il passaporto per cani è indispensabile per viaggiare con Fido tra i paesi UE.

© Shutterstock

Il passaporto per cani è indispensabile se stai programmando un viaggio in compagnia del tuo amico a quattro zampe: in questo articolo tutte le informazioni su come richiederlo, tempi per ottenerlo, costi, e rinnovo.

Di Serena Esposito

Pubblicato il 11/06/20, 19:13

Il passaporto per cani, gatti e furetti è obbligatorio per lo spostamento di animali da compagnia per ragioni non commerciali, all’interno dell’Unione Europea.

Come vedremo, esso è imprescindibilmente legato all’aver effettuato il vaccino anti-rabbia al cane, ed alla sua identificazione presso l’Anagrafe Canina Nazionale.

Il passaporto per cani: cos’è, a cosa serve e dove si fa?

Il passaporto europeo per cani (Pet Passport) in Italia, è rilasciato su richiesta del proprietario, dall’ASL Veterinaria di competenza, solo previa iscrizione del cane all’Anagrafe Regionale degli Animali d’Affezione.

A tale scopo, il cane, gatto o furetto, dovrà essere identificato mediante:

  • tatuaggio leggibile, se apposto prima del 3 luglio 2011;
  • oppure microchip.

Il numero del microchip o del tatuaggio verrà riportato sul passaporto, unitamente ad altre informazioni:

  • dati anagrafici del proprietario;
  • dati anagrafici del cane;
  • elenco delle vaccinazioni effettuate;
  • elenco delle visite mediche del cane;
  • trattamenti contro l’echinococco multilocularis (solo per alcune destinazioni).

In seguito, le vaccinazioni riportate sul libretto sanitario verranno direttamente aggiunte al passaporto.

Una volta prodotto il passaporto, il cane potrà viaggiare con il proprietario o con una persona da esso delegata in forma scritta, all’interno dell’UE.

Il numero di cani per ogni accompagnatore non deve superare le 5 unità, altrimenti parliamo di spostamento per commercio, che seguirà un’altra normativa.

Quindi, per spostarsi all’interno dell’Unione Europea occorre:

  • possibilità di identificazione, tramite microchip o tatuaggio;
  • passaporto, rilasciato dall’Asl Veterinaria Regionale, che attesti l’esecuzione dell’antirabbica almeno 21 giorni prima dello spostamento, tempo previsto dal produttore del vaccino perché esso risulti efficace.
Perchè l'antirabbiaca è l'unico vaccino obbligatorio per viaggiare? Scopri tutto su questa malattia e sulla sua prevenzione!

Come ottenere il passaporto per cani?

Ottenere il passaporto sanitario per cani non è difficile e non richiede tempistiche particolarmente lunghe.

Il proprietario del cane dovrà recarsi presso la sede dell’ASL Veterinaria Regionale, munito dei seguenti elementi e documenti necessari per il passaporto:

  • il cane, per verificare la leggibilità del microchip o del tatuaggio;
  • il certificato dell’iscrizione all’Anagrafe Canina Nazionale, avvenuto in seguito all’apposizione del microchip o del tatuaggio;
  • il libretto sanitario che attesti l’effettuazione della vaccinazione antirabbica in corso di validità, vale a dire meno di 12 mesi.

Ci sarà da compilare un modulo, dopodichè il passaporto potrà essere rilasciato sul momento, o previo appuntamento a distanza di pochi giorni, qualora non fossero fisicamente disponibili passaporti presso l’ufficio.

Come si presenta il passaporto per cani?

Il passaporto per il cane è un libretto delle dimensioni di un normale passaporto, di colore blu, con l’emblema dell’Unione Europea. 

Nell’intestazione vi è il nome del Paese in cui è stato rilasciato, la dicitura “passaporto per animali da compagnia”, il codice ISO dello Stato e la numerazione univoca ad esso relativa.

All’interno, il passaporto per cani presenterà la lingua ufficiale del Paese di rilascio e la lingua Inglese.

Quanto costa fare il passaporto al cane?

Il passaporto per cani ha un costo che risulta variabile da regione a regione, trattandosi di un documento rilasciato dall’ASL.

Per farsi un’idea, si può considerare una cifra che spazia dai 10 ai 50 euro, a seconda della Regione in cui è rilasciato.

In alcuni casi, può essere richiesta dalla compagnia aerea una visita medica aggiuntiva da certificare unitamente alla presentazione del passaporto in fase d’imbarco: essa risulta avere un costo aggiuntivo di 15 euro se effettuata dall’ASL Veterinaria Regionale.

Il passaporto risulta essere gratuito invece in casi di animali dati in adozione e spostati da canili sanitari o canili rifugio.

Le cifre indicate sono comunque variabili, rivolgersi all’ASL Veterinaria della propria Regione per conoscere l’importo preciso.

A proposito di viaggi in aereo: Scopri tutto sui voli con Fido!

Come fare per rinnovare il passaporto per cani?

Il rinnovo del passaporto per cani è, nella stragrande maggioranza dei casi, automatico. Esso è comunque correlato al richiamo del vaccino anti-rabbia.

Il medico veterinario che ha effettuato il richiamo del vaccino antirabbico, potrà apporre l’etichetta relativa, e la data, direttamente sul passaporto: a questo punto, la sua scadenza sarà prorogata di 12 mesi, pari alla scadenza del richiamo del vaccino anti-rabbia.

In caso di rinnovo non automatico, cosa che dipende sempre dalla Regione di appartenenza, esso avverrà presso l’ASL Veterinaria Regionale, ad un costo di circa 8 euro.

Come comportarsi in caso di smarrimento?

Qualora venisse smarrito il passaporto per cani, la cosa andrà denunciata alle autorità competenti quali Carabinieri, Polizia o Polizia Municipale.

Occorrerà accertarsi dunque, che queste ultime provvedano a segnalare lo smarrimento del passaporto all’ASL che lo aveva rilasciato, per un nuovo rilascio.