Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Quante volte deve mangiare un gatto?

gatto accarezzato da una donna advice

Scopri quante volte deve mangiare un gatto.

© Pixabay

Quante volte deve mangiare un gatto a seconda della sua età e del suo stato di salute? Ecco qualche consiglio per calcolare e saperlo.

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il 11/09/20, 21:04

La domanda più frequente tra i padroni è quante volte deve mangiare un gatto? Ogni Micio è un universo tutto da scoprire che ha abitudini e voglie a sé che mutano non solo da esemplare ad esemplare, ma anche da diverse età della vita e stato di salute in un singolo soggetto.

In questo articolo diamo qualche consiglio su quante volte e come deve mangiare un Micio, per prenderci cura di lui, sempre al meglio.

Attenzione: Le informazioni riportate di seguito sono a scopo divulgativo. Prima di somministrare qualsiasi tipo di dieta al vostro Micio consultare il veterinario che, in base a età e stato di salute, saprà consigliare al meglio su quante volte al giorno deve mangiare un gatto.

Ogni quanto mangia un gatto?

Un gatto mangia (più o meno) allo stesso ritmo di noi umani. Quando si tratta di tre pasti al giorno possiamo regolarci sui nostri ritmi di colazione, pranzo e cena. Per il resto possiamo osservare quando il Micio ha più fame ed adattarsi alle sue abitudini.

Attenzione però, il gatto è un animale abitudinario: non cambiare orario dei pasti ogni giorno e seguire un ritmo quotidiano regolare lo aiuta ad essere stabile e in salute.

Quante volte deve mangiare un gatto di 2 mesi?

Un Micio di due mesi (o anche tre), periodo della vita in cui di solito un gattino viene adottato ed entra a fare parte della famiglia, deve seguire un regime alimentare specifico.

Di solito a questa età i gatti possono cominciare ad essere nutriti con cibo solido, sono in fase di svezzamento (smettono l'allattamento materno) ed hanno bisogno di un'alimentazione specifica per crescere in salute, sano e forte.

A quest'età non bisogna lasciare la ciotola sempre piena e a disposizione dell'esemplare. Si consiglia, piuttosto, di proporre al Micino tre spuntini durante la giornata, possibilmente ad orari regolari da rispettare abbastanza rigorosamente.

I pasti dovrebbero essere a base di cibo umido alternato a secco (in commercio è possibile trovare alimenti per gatti molto piccoli sotto la dicitura Kitten). Dato che, molto spesso, i Micini hanno difficoltà a rapportarsi con le crocchette, si consiglia di ammorbidirle in un po' di latte (sempre specifico).

Quante volte deve mangiare un gatto adulto?

Durante la crescita ogni esemplare cambierà le sue abitudini alimentari. Di norma, superati i sei mesi le razioni quotidiane di cibo potranno essere distribuite diversamente.

I veterinari (ma questo può variare in base all'esemplare) consigliano, per un gatto in salute, due pasti al giorno ben equilibrati e con la giusta quantità di proteine, fibre e minerali.

Attenzione: Per far sì che il vostro gatto sia in salute è importante che sia ben idratato. Il Micio deve avere sempre a disposizione acqua fresca e pulita. L'ideale sarebbe una fontana apposita che filtra continuamente l'acqua in modo che il gatto abbia a disposizione acqua fresca e pulita tutto il giorno.

Per saperne di più: le 7 regole fondamentali dell'alimentazione del gatto adulto

Quante volte al giorno deve mangiare un gatto sterilizzato?

Un gatto adulto sterilizzato deve mangiare dalle 2 alle 3 volte al giorno, a seconda di cosa consiglia il veterinario.

Naturalmente, i pasti non devono essere abbondanti, poiché dopo la sterilizzazione o la castrazione il Micio può avere tendenza ad ingrassare poiché la sua indole diventa più sedentaria.

Per evitare che un gatto sterilizzato ingrassi, a causa dell'attività fisica ridotta, consigliamo di stimolarlo con giochi che imitino la caccia o utilizzando le palline interattive che coniugano pappa e movimento.

Quante volte al giorno deve mangiare un gatto anziano?

Un esemplare un po' in là con gli anni deve mangiare secondo le sue condizioni di salute, seguendo, quindi, i dettami del veterinario.

Se il Micio è in buona salute le razioni potranno rimanere due, se presenta, invece, qualche problematica in alcuni casi si consiglia di ridurre le razioni quotidiane a una.

Attenzione: In un gatto anziano l'idratazione è ancor più importante, poiché tra le patologie più diffuse negli esemplari più in là con gli anni sono quelle renali a farla da padrone. Superati i 6-8 anni, intensificare i controlli veterinari del vostro Micio.

Quante volte deve mangiare un gatto che allatta?

Per i gatti che hanno partorito da poco e sono in fase di allattamento il discorso è più specifico.

Alcuni veterinari suggeriscono di aumentare le razioni a quattro pasti al giorno, privilegiando una dieta a base di crocchette per gattini (per fare il pieno di energia e distribuirla ai Micini attraverso il latte), altri parlano di lasciare a disposizione il cibo per quando mamma gatta avrà fame.

Dato che ogni caso è specifico, consigliamo di chiedere il parere del proprio veterinario sull'alimentazione da somministrare ad una gatta in allattamento.

Leggi anche