Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Come si chiamano i gatti con le zampe corte?

Gatto di razza Munchkin con zampe corte advice

Quali sono i gatti con le zampe corte?

© Shutterstock

I gatti con le zampe corte esistono davvero. Si tratta di una particolare razza di gatto bassotto. Scopriamo insieme le sue caratteristiche e origini.

Di Claudia Scarciolla

Pubblicato il 22/11/20, 21:36

I gatti con le zampe corte o gatti bassotti (Munchkin) sono detti così perché, rispetto a gatti di altre razze, hanno delle zampe più corte e piccole a causa di una mutazione genetica mantenuta nel tempo dagli allevatori.

Riconosciuta come razza ufficiale, su questa razza la controversia è ancora aperta, anche se il pubblico adora le sue dimensioni ridotte, che rendono la sua fisionomia dolce e simpatica. 

Origini del gatto bassotto, il gatto con le zampe corte

I gatti Munchkin sono una creazione genetica di razza piuttosto recente, anche se si hanno già delle prime tracce intorno agli anni ‘40, quando furono notate quattro generazioni di gatti con le zampe corte, simili a quelli comuni e in buona salute, ad eccezion fatta della loro altezza ridotta.

Scomparsa durante la Seconda Guerra mondiale, questa peculiarità fu poi ritrovata in Russia negli anni ‘50 e negli USA negli anni ‘70. 

La segnalazione di una nuova potenziale razza di gatto agli enti competenti avvenne dopo che una signora della Louisiana, nel 1983, accolse in casa una coppia di mici bassotti, la cui femmina, incinta, diede alla luce alcuni cuccioli dalle stesse caratteristiche.

Quando è stato presentato il gatto Munchkin?

Dopo gli studi del caso e la confutazione delle varie critiche mosse nei confronti di una razza che si pensava potesse presentare problemi alla schiena, come quelle dei cani bassotti e dei Corgi, la presentazione al pubblico avvenne nel 1991.

Mentre quattro anni dopo, nel 1994, The International Cat Association (TICA) introdusse un programma per la creazione di una nuova razza e nel 2003, questa razza fu accettata nella Championship Competition della stessa associazione.

Da dove deriva il nome Munchkin?

Piccola curiosità, il nome Munchkin è ispirato agli abitanti  nani abitanti della Terra Blu dei Munchinkin (o dei Mastichini, come viene tradotto in italiano) descritti nel racconto il Mago di Oz dello scrittore L. Frank Baum.

Caratteristiche fisiche

Un gatto Munchkin, chiamato anche "gatto nano", presenta dimensioni medie e ha le zampe anteriori più corte rispetto a quelle posteriori.

La testa, media, ha una forma arrotondata, guance larghe, naso medio-lungo e muso sottile con un piccolo break. Gli occhi grandi e tondi, sono di colore in armonia con il mantello, mentre le orecchie triangolari, sono dritte e larghe alla base della testa. 

Può pesare tra i 2 e 4 kg e avere il pelo corto o semilungo e nello standard sono accettati ogni tipo di colore e disegno.

Qual è il carattere del gatto Munchkin?

Descritti come animali dolci, intelligenti, giocherelloni, affettuosi ed estroversi, i Munchkin non hanno nulla a che invidiare ai mici “normali”, poiché saltano, corrono  e si arrampicano non facendo molto caso a questa loro altezza ridotta. 

Le loro caratteristiche, infatti, simili a quelle dei gatti domestici comuni, sono date dagli avvenuti outcrossing che hanno consentito di aumentare la diversità genetica, diminuendo le probabilità di avere esemplari malati o con anomalie genetiche. 

Il gatto Munchkin ha problemi di salute?

I gatti bassotti non presentano alcun tipo di problemi genetici e nonostante le zampe corte siano associate alla mutazione genetica detta acondroplasia, in questa razza le caratteristiche tipiche di questa patologia non sono presenti e confutano 
le preoccupazioni dei tanti che ancora oggi pensano che le loro dimensioni potrebbero avere un’incidenza sulle articolazioni e la spina dorsale.

Godono di ottima salute e le regole alimentari per scongiurare l’obesità e problemi relativi ad una vita sedentaria in appartamento, sono le stesse valide per tutte le altre specie.

Incroci di gatti con le zampe corte

Proprio per le loro caratteristiche speciali questi gatti con le zampe corte sono stati fatti accoppiare con razze diverse per ottenere incroci particolarissimi.

  • Con la razza a pelo riccio Laperm è nata la razza Skookum.
  • Con lo Sphynx, o gatto nudo, si sono ottenuti gli incroci Miskin e il gatto Bambino.
  • Dall’incrocio tra il Munchkin e Selkirk Rex, altro gatto dal pelo riccio, si è avuto il Lambkin.
  • Con il Persiano si è ottenuta la razza Minuet.
  • Con l’American Curly la razza Kinkalow.
  • Con lo Scottish Fold lo Scottish Kilts.
  • Con il Bengala, è stata creata la razza Genetta

Si tratta di gatti straordinari dalle caratteristiche uniche e ricercate che fanno perdere la testa a chiunque ami la bellezza dei felini. 

Leggi anche