News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Perché i gatti si sdraiano sulla schiena?

gatto sdraiato sulla schiena advice

Oggi scopriamo insieme perché i gatti si sdraiano sulla schiena.

© Shutterstock

Trovare il nostro amico a quattro zampe a pancia in su può lasciare dubitativi. Per questo motivo abbiamo deciso di spiegarvi perché i gatti si sdraiano sulla schiena.

Di Anna Paola Bellini

Rientrare a casa dal lavoro e assistere all’accoglienza del gatto a pancia in su può lasciare inteneriti e allo stesso far sorgere un quesito: perché i gatti si sdraiano sulla schiena?

Questa domanda può avere diverse risposte e fa parte dei comportamenti strani del gatto che rendono il nostro coinquilino peloso unico nel suo genere.

Un gatto sdraiato sulla schiena può volerci comunicare diversi messaggi e allora come riconoscere i diversi motivi?

È il contesto in cui avviene questo rotolarsi mostrando la pancia all’insu che determinerà la ragione di questo gesto. Vediamo come e perché.

Perché il gatto è sdraiato sulla schiena?

I motivi per cui il gatto si sdraia sulla schiena possono essere diversi: 

  • rilassamento;
  • difesa;
  • ricerca di affetto;
  • irritazione.

In natura, il gatto adotta raramente questa posizione a causa della sua vulnerabilità. Stando a pancia in su non vedrebbe arrivare il suo nemico e sarebbe così automaticamente in pericolo.

Ma, nel caso in cui l'attacco avvenga, questa posizione potrebbe tornare utile (vedremo in seguito perché).

La vita in comunità 

Nonostante la falsa credenza che il gatto sia un animale solitario e asociale, noi padroni sappiamo bene che è possibile che Micio ami la compagnia di altri suoi simili, degli esseri umani o di altri animali.

Quando sono in gruppo, i gatti possono adottare comportamenti per mantenere i legami sociali, ridurre le tensioni all'interno del gruppo, esprimere lo status sociale di un esemplare, ecc.

In questo contesto di vita collettiva (o a due) che i gatti si concedono “il lusso” di sdraiarsi sulla schiena, diminuendo la vigilanza verso eventuali attacchi perché sanno che nessuno verrà a disturbare la loro tranquillità e li metterà in pericolo.

In questo tipo di contesto, questa posizione mostra chiaramente un atteggiamento rilassato e una totale fiducia in chi gli sta intorno o nell’ambiente.

A seconda del contesto, una pancia in su non significa la stessa cosa! Una postura difensiva appresa in giovane età, diventa sinonimo di relax quando l'ambiente del gatto lo permette, anche se non è un invito ad accarezzarlo.

Il gatto sdraiato sulla schiena vuole le coccole?

La pancia è una parte sensibile del gatto e molti esemplari non apprezzano particolarmente essere accarezzati proprio lì. Anche se il gatto si rilasserà e si sdraierà sulla schiena non significa che voglia essere accarezzato.

gatto rosso steso sulla schiena
Alcuni gatti amano essere accarezzati sulla pancia. Altri no.
© Shutterstock

Alcuni gatti adorano essere accarezzati sulla loro morbida e calda pancia (e il tuo potrebbe essere uno di loro), ma quando ci si trova in presenza di un Micio di cui non si conoscono ancora bene le abitudini è possibile che la sua reazione a qualche carezza sul ventre non sia particolarmente piacevole (potrebbe graffiarsi o mordervi e scappare!).

Accarezzate un gatto sulla pancia solo se già conoscete i suoi gusti e sapete di un incorrere in una zampata difensiva!

Il movimento ancestrale del gatto sdraiato sulla schiena

Fin da piccoli, i gattini sviluppano tutta una serie di comportamenti giocando con i loro fratelli. Tali comportamenti rientrano all’interno di un repertorio di modi di fare che poi useranno da grandi per cacciare o per difendersi.

gatto-steso-sulla-schiena
Il gatto impara giocando coi fratelli a stare sulla schiena per difendersi.
© Shutterstock

Attraverso giochi di contatto e di lotta con i fratelli, o con la madre, il piccolo impara a controllare graffi e morsi, imparando anche le posizioni di richiamo al gioco per i suoi simili.

Nell’ambito di questo tipo di apprendimento attraverso il gioco, il gatto impara che la posizione sulla schiena, a pancia in su, è una posizione di difesa particolarmente efficace.

Se attaccato, infatti, il gatto si trova disteso sulla schiena e punta verso il suo potenziale nemico, gli affilati artigli e i denti aguzzi. Aiutandosi anche con l'aiuto delle zampe posteriori, scacciar via l’aggressore sarà ancor più semplice!

Distinguere il gioco dall’attacco

Ma quindi come distinguere il gioco dall’attacco? È una questione di contesto. Naturalmente, due gatti cresciuti insieme che si conoscono da tempo spesso adotteranno tra loro questo comportamento che è essenzialmente un gioco.

Due esemplari che non si conoscono, si gonfiano e soffiano l’uno verso l’altro, prima di partire all’attacco in una vera e propria dinamica litigiosa, spesso per una questione di territorio.

Il gatto a pancia in su è irritato!

Al di là delle questioni di comportamento, è possibile che quando il gatto si sdraia sulla pancia voglia chiedere aiuto.

Se Micio richiede insistentemente un massaggio al pancino (soprattutto se non ama particolarmente che lo si tocchi in quella zona) potrebbe voler dire che la sua pelle è irritata.

Molti fattori possono causare irritazione della cute nei gatti:

In questo caso, se notate delle escoriazioni sulla pelle del Micio (sotto il suo pelo) o il gatto richiede insistentemente di essere grattato sulla zona, rivolgersi al veterinario.