News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Comprendere il comportamento del gatto

gatto dentro una scatola advice © Shutterstock

Capita mai che il vostro gatto faccia cose che proprio non capite? Tutto succede per un motivo, e lo stesso vale per i felini. Scoprite una piccola guida per comprendere il comportamento del gatto.

Di Clara Amodeo

Il comportamento del gatto, si sa, può non essere facile da capire: perché i gatti fanno le fusa? Perché il gatto apre e chiude la bocca? Perché il gatto si comporta come un cane? Insomma, la psicologia dei gatti è un capitolo che può non essere facile da affrontare, specie se si è appena acquistato un nuovo gatto o se si è alla prima esperienza con un felino. Il fatto che non esista un linguaggio del gatto (parlato come il nostro) non aiuta, tuttavia per rispondere alla domanda “come capire il linguaggio dei gatti?” è possibile appellarsi al linguaggio del corpo del gatto e fare ricorso a qualche trucco. Approfondiamo tutto qui sotto, facendo particolar riferimento al comportamento del gatto domestico.

Comportamento di gatti cuccioli

Iniziamo dalla prima categoria, ossia il comportamento dei gatti piccoli: questi ultimi hanno esigenze e ritmi di vita molto diversi da quelli dei gatti adulti, che vanno dunque a influire sui loro comportamenti. Per esempio, il fatto di non essere autonomi, specie nelle prime settimane di vita, li porta a cercare qualcuno (sia esso la mamma o il padrone) che gli faccia da genitore. Nel tempo a venire, poi, la loro sete di scoperta aumenta sempre di più, portandoli anche a cacciarsi in situazioni pericolose. Infine, nei cuccioli le fasi del sonno si modificano nel corso dello sviluppo.

Comportamento del gatto femmina

I gatti di sesso femminile hanno comportamenti diversi da quelli di sesso maschile: il motivo è dettato, come nel mondo umano, dalle diversità ormonali e, quindi, dai bioritmi dettati dalle relative esigenze fisiologiche.

Per esempio, il comportamento di mamma gatta è molto diverso da quello di papà gatto, in quanto lei è l’unica che bada ai cuccioli: così il comportamento della gatta dopo il parto sarà assai protettivo verso i nuovi nati, la gatta incinta ha un comportamento responsabile e auto conservativo mentre il comportamento di mamma gatta coi cuccioli è assai materno. Il comportamento della gatta sterilizzata è molto più rilassato e pacioso (cosa che non si può dire del comportamento della gatta dopo il parto), mentre il comportamento della gatta dopo l’accoppiamento varia a seconda se vi sia stato concepimento o meno.

Comportamento del gatto maschio

Anche per il sesso forte i comportamenti variano al variare di certe condizioni: il gatto castrato ha un comportamento molto rilassato e tendente alla pigrizia, e la stessa cosa vale per il comportamento del gatto dopo la sterilizzazione. Il comportamento del gatto maschio in calore, invece, è iperattivo e aggressivo, alla continua ricerca di una femmina da coprire e in eterna lotta contro i rivali in amore.

Come capire i gatti?

Ci sono infine una miriade di comportamenti che valgono tanto per i cuccioli quanto per gli adulti, tanto per i maschi quanto per i cuccioli. Qui li abbiamo raccolti in un elenco, cercando di spiegare certe manifestazioni solo all’apparenza incomprensibili.

  • Come capire quando i gatti giocano? Quando due gatti stanno giocando, tendono a imitare i movimenti l'uno dell'altro alternando i ruoli di chi attacca e di chi difende.
  • Perché i gatti fanno le fusa? Quando stanno bene, in segno di benessere, ma può succedere che emettano lo stesso suono anche quando sono malati o feriti.
  • Perché i gatti mordono? Molto spesso lo fanno per dimostrare affetto (il che dimostra perché i gatti leccano e poi mordono o perché il gatto fa le fusa e poi morde), anche se ogni tanto, specie se infastiditi, lo fanno per ribellarsi.  
  • Perché i gatti mettono le zampe in faccia? Se il gatto ha sonno o non vuole che essere preso in braccio, mette le zampe in faccia per dimostrare la sua riluttanza.
  • Perché il gatto apre e chiude bocca? È possibile che si tratti di un’infiammazione ai denti o di un po’ di nausea.
  • Gatto morente: qual è il suo comportamento? Il gatto si comporta in modo strano, non mangia, non beve, smette di leccarsi e pulirsi e, alla fine, va a nascondersi.
  • Qual è il comportamento del gatto malato? Anche in questo caso la fiacchezza e l’inappetenza sono sintomi di un malessere del gatto.
  • Qual è il comportamento dei gatti prima del terremoto? Trattandosi di un animale assai sensibile alle vibrazioni, il gatto è in grado di riconoscere l’arrivo di un terremoto mostrando segni d’irrequietezza o scappando frettolosamente dalla loro tana, da qualche giorno a qualche minuto prima del verificarsi di un terremoto.

Leggi anche