Scopri qui come nutrire i cuccioli!

Pubblicità

Qual è la giusta alimentazione per una gatta che allatta?

alimentazione-per-una-gatta-che-allatta-i-suoi-cuccioli

Ecco la giusta alimentazione per una gatta che allatta.

© Grey Carnation / Shutterstock

Se la tua gatta ha appena partorito, bisogna scegliere la giusta alimentazione per una gatta che allatta. Ecco i cibi da includere nella sua dieta.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 31/03/21, 19:45

Prestare attenzione alla dieta del tuo gatto è molto importante, ma quando si tratta di una gatta che ha appena partorito i suoi cuccioli, l'alimentazione per una gatta che allatta deve essere presa molto più seriamente affinché la madre sia forte e sana per affrontare la nuova sfida della sua vita.

Allo stesso modo in cui abbiamo parlato delle esigenze nutrizionali di un cucciolo di gatto, adesso ti diamo una serie di consigli per coccolare la regina di casa con i cibi migliori, quelli che renderanno mamma gatta forte, sana e in grado di crescere al meglio la sua prole.

Alimentazone per una gatta che allatta: linee guida da seguire

«Un gatto che allatta ha bisogno di molte attenzioni», ci ha detto il veterinario Juan Fernández quando ha parlato con Wamiz di questo argomento.

L'animale infatti deve seguire una dieta sana ed equilibrata affinché né la sua salute né quella dei suoi gattini ne risenta. Ecco l'elenco dei migliori alimenti per un felino che si trova in questo stato.

1. Molta acqua

Per scegliere l'alimentazione per una gatta che allatta partiamo dall'idratare l'animale correttamente e regolarmente. Non facciamo mancare alla nostra felina una necessaria quantità di acqua fresca ogni giorno.

Questo deve essere tenuto presente soprattutto nelle 24 ore successive al parto, affinché il colostro della gatta venga prodotto senza problemi. Ciò si verifica immediatamente dopo il parto della gatta ed è essenziale per nutrire i gattini appena nati.

2. Colostro

Questo alimento, essenziale per l'allevamento dei piccoli, contiene molte vitamine, proteine ​​e grassi indispensabili per i gattini. La madre deve darglielo nel miglior modo possibile perché, oltre ad allattarli con questa sostanza naturale, trasmetterà loro gli anticorpi necessari al rinforzamento delle difese immunitarie.

Il colostro è composto per quasi il 90% da acqua, una caratteristica che implica che bisogna dare alla propria gatta che allatta, come abbiamo visto, acqua fresca a tutte le ore subito dopo il parto.

3. Cibo di qualità

La qualità dell'alimentazione per una gatta che allatta dovrebbe essere sempre prioritaria. Dare alla tua felina crocchette ricche di vitamine e sostanze nutritive che si adattano al suo peso ed età sono la chiave affinché la piccola tigre domestica abbia le forze e i nutrimenti necessari nel latte materno per nutrire adeguatamente i gattini appena nati.

Oltre al mangime consigliato, i veterinari - secondo le parole di Fernández - suggeriscono di dare alla gatta porzioni di pollo cotto o tonno in scatola (in genere, ogni 2 o 3 giorni).

Portano una buona aggiunta al suo menu, più energia a mamma gatta e tanta forza ai più piccoli.

È importante alternare crocchette di qualità a porzioni di pollo o tonno. © Anastasiya Tsiasemnikava / Shutterstock

4. Attenzione al peso

Ricorda che devi nutrire il tuo gatto con cautela e in nessun caso falla ingrassare perché l'obesità causa seri problemi di salute al tuo animale domestico.

Gli esperti raccomandano di non forzare le gatte a mangiare durante il periodo dell'allattamento: è normale che dopo il parto tendono a perdere l'appetito.

5. Punta sulle proteine

Incoraggia la tua micia a mangiare cibi con molte proteine ​​e ricchi di grassi buoni, accompagnando sempre le pietanze con acqua fresca.

Consigli per una sana dieta ricca di proteine? Qui le risposte della veterinaria

6. L'igiene è fondamentale

La pulizia è un altro elemento molto importante nella vita di una gatta incinta o che allatta. Non dare mai al tuo felino acqua o cibi sporchi che emanano strani odori.

Oltre a provocare vomito, l'animale può contrarre alcune malattie oppure batteri che influiscono negativamente sulla sua salute e su quella dei gattini.

7. Concedile momenti di tranquillità

Non dimenticare che durante questo periodo della sua vita, la gatta sta producendo latte per allattare i suoi piccoli. Pertanto, non dimentichiamoci di prenderci ancora più cura di lei.

È fondamentale sapere che la tua amica felina ha bisogno di tempo per stare da sola con la sua prole, ma anche di coccole che la confortano e le donano tranquillità e che la aiutano a svolgere nel migliore dei modi il difficile compito di essere madre.