Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Il comportamento dei gatti prima di un terremoto (Video)

gatto davanti paesaggio terremotato

Gatti e terremoto: focus sul loro comportamento prima di un sisma.

© Manuel Alvarez Mancilla / Shutterstock

Qual è il comportamento dei gatti prima di un terremoto? In questa guida vi spieghiamo se c'è correlazione tra gatti e terremoto.

Di Ilenia Colombo

aggiornato il

I gatti sentono il terremoto? Diverse testimonianze raccontano di come cani, gatti o altri animali abbiano avuto strani atteggiamenti poco prima del verificarsi di un sisma. Pare dunque ci sia una correlazione tra cani, gatti e terremoto.

Ma qual è il comportamento dei gatti prima di un terremoto? Scopriamolo subito!

I gatti sentono il terremoto?

La risposta alla domanda se i gatti avvertono il terremoto non è del tutto chiara. Ad ogni modo, c'è della scienza dietro la teoria e una moltitudine di prove aneddotiche disponibili.

In ogni caso, ci sono diverse dimostrazioni e studi scientifici che dimostrano che gli animali domestici prevedono le scosse, come è stato dimostrato in diversi esperimenti con i cani.

Un gatto, secondo uno studio del 2009 di alcuni ricercatori dell'Università di Pisa, percepisce un sisma solo se abbastanza vicino all'epicentro, ma può avvertirlo fino a 6-12 ore prima dell'evento. In rari casi, può sentire una scossa ad una distanza di 70-100 km dall'epicentro fino ad 1 giorno prima.

Ecco adesso giunti al tema del comportamento dei gatti prima di un terremoto.

Come si comportano i gatti prima di un terremoto?

Il gatto si comporta in modo strano prima del verificarsi di una o più scosse. Nella maggior parte delle situazioni, i quattro zampe manifestano seguenti comportamenti:

Gatti e terremoto: perché prevedono il sisma?

Mentre i proprietari spesso credono che i loro felini abbiano poteri preveggenti, l'idea che i piccoli amici a quattro zampe possano rilevare i terremoti ha radici in numerosi studi scientifici.

Ecco alcune teorie dietro il comportamento dei gatti prima di un terremoto.

La rilevazione di ioni e variazioni elettrostatiche

Negli anni '80, lo scienziato tedesco Helmut Tributsch pubblicò un libro in cui affermava di dimostrare che gli animali in generale sono perfettamente sintonizzati sui terremoti imminenti.

La scienza dietro l'affermazione di Tributsch si basa sull'idea che gli animali, compresi cani e gatti, possono rilevare gli ioni creati quando le placche sotterranee del pianeta si muovono e si sfregano l'un l'altra.

Ciò è dovuto al fatto che la superficie corporea dei quattro zampe è un po' più secca di quella di un essere umano, il che a sua volta rende questi animali più propensi a captare variazioni elettrostatiche.

La tendenza a nascondersi

Sempre in quel periodo, un geologo americano di nome Jim Berkland riuscì a prevedere con precisione un paio di terremoti in California osservando il numero di annunci di animali scomparsi sui giornali locali.

Ha ipotizzato che, quando i mici hanno sentito che stava arrivando un sisma, sarebbero fuggiti dalle loro case in cerca di sicurezza.

In un certo senso, i felini hanno percepito il pericolo (in questo caso, il terremoto) ed hanno abandonato il luogo "incriminato", fungendo da campanello di allarme per noi umani.

La rilevazione delle onde elettromagnetiche

Più recentemente, alcune moderne tecnologie hanno permesso di confermare che molti animali, domestici e non, sanno prevedere un terremoto ancor prima che si verifichi e mettersi quindi in salvo in tempo.

Ciò è possibile in quanto, prima di un sisma, la terra emette onde elettromagnetiche che la maggior parte degli animali sanno predire.

L'elevata sensibilità degli animali

Altre teorie affermano anche che il comportamento dei gatti prima di un terremoto si traduce semplicemente in una maggiore sensibilità rispetto agli esseri umani, motivo per cui sono in grado di rilevare le scosse sismiche prima di noi.

Gatti e terremoto: il video che prova tutto

Ecco un video dimostrativo del comportamento dei gatti prima di un terremoto e di come i felini percepiscono le scosse prima che queste si manifestano.

Diversi micioni di questo cat café giapponese, visibilmente in preda al panico, hanno cercato di mettersi in salvo circa 10 secondi prima dell'inizio della prima scossa.

Pensi che i gatti possano davvero prevedere i terremoti? Il tuo felino ti ha mai fatto sapere quando il pericolo era nei paraggi prima che accadesse? Condividi la tua storia o la tua opinione nella sezione commenti qui sotto! 
Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare