Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

I gatti cambiano i denti? Tutto quello che c'è da sapere!

gatto mostra i denti advice

Ecco come i gatti cambiano i denti.

© Unsplash @Kim Davies

I gatti cambiano i denti? Ecco la risposta a tutti i dubbi sui denti del nostro felino e come prendersene cura.

Di Grazia Fontana

aggiornato il 19/11/20, 18:13

I gatti cambiano i denti? Questa è una domanda che molti proprietari di felini domestici si fanno, per capire il passaggio da quelli da cucciolo ai nuovi da adulto.

Il cambio dei denti è un processo che interessa i bambini, così come gli animali, gatto compreso. Una volta spuntati tutti i dentini da latte, questi nel giro di qualche mese cominciano a cadere per veder spuntare sotto dei nuovi, i cosiddetti denti da gatto adulto.

Il tutto avviene in maniera evidente, quindi potrebbe capitare di trovare qualche dentino nella ciotola o nel cuscino dove dorme il gatto. Inoltre, le gengive possono essere arrossate e l'alito un po' pesante.

Conoscere la differenza e quando i gatti cambiano i denti è importante per potersene prendere cura nel giusto modo. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

I denti da latte nei gatti: quando arrivano?

I denti da latte del gatto spuntano intorno alle 2 settimane di vita. Alla nascita i gatti nascono senza denti e si nutrono di latte materno fino a che la suzione non diventa dolorosa proprio a causa del sorgere dei dentini, piccoli ma molto affilati.

I denti da latte sono in tutto 26 e si dividono in incisivi, canini e premolari. Questa fase può essere un pochino dolorosa e si noterà il cucciolo particolarmente giù di morale e piuttosto miagoloso.

A quanti mesi cambiano i denti i gatti?

Non esiste un calcolo preciso sulle tempistiche di sostituzione della dentatura definitiva, ma possiamo dire realisticamente che a sei/sette mesi il nostro gatto avrà una dentatura completa, sana e forte tipica del mondo dei felidi domestici.

La dentizione del gatto è un processo graduale, lento e correlato a molteplici dinamiche come l'alimentazione e le condizioni di benessere etologico del soggetto.

I denti da latte iniziano a spuntare a partire dalla seconda settimana di vita infiammando leggermente le gengive del micio che si lamenterà con vocalizzi sempre più costanti.

I denti da latte sono in tutto 26 e giungono a completezza numerica e funzionale intorno alle 7/8 settimane.

La loro presenza e funzionalità sono direttamente correlate all'alimentazione del micio che, col passare del tempo, sostituirà completamente il latte materno col cibo solido.

La gradualità del processo di dentizione porterà il gattino ad un nuovo step, meno doloroso del primo, che è la sostituzione dei denti da latte con la dentatura definitiva.

I gatti cambiano i denti e diventano adulti

I denti definitivi sono un po' meno affilati, ma più forti e resistenti. Per mantenere in salute i denti permanenti, in modo che anche l'alito sia sempre fresco, è bene adottare una dieta alimentare sana e specifica.

C'è, inoltre, chi periodicamente lava i denti del proprio gatto, ma in realtà i gatti non amano molto questa pratica. La regola fondamentale per prendersi cura dell'igiene orale è comunque quella di curare l'alimentazione.

Il dolore ai denti: un problema che può diventare molto serio

Chi di noi non ha mai patito le atroci sofferenze dei dolori ai denti? Lo stesso vale per i nostri amici a quattro zampe con la differenza che, come spesso accade, non risultano comprensivi del loro stato di malessere e reagiscono come meglio credono.

Come reagisce un gatto al mal di denti?

Per le algie dentali, derivanti da differenti cause, i gatti rispondono in modo veramente sbagliato: con lo sciopero della fame. Infatti capita spesso che proprietari di gatti si presentino dai veterinari lamentando l'indisponenza del proprio animale a mangiare.

Questo capita perchè in corso di infiammazione delle gengive o delle radici dei denti il dolore da sopportare diventa talmente intenso da preferire il digiuno al suo incremento.

Come aiutare il gatto con mal di denti?

In questi casi, oltre a risolvere la causa di dolore, è importante supportare Micio con cibo in formato liquido per mantenerlo sazio e idratato per affrontare quest momento difficile.

Attenzione ai graffi! Si sa, un gatto dolorante è un gatto col dente avvelenato!

---

Articolo revisionato da

giuseppe-terlizzi




Giuseppe Terlizzi
Medico veterinario

Leggi anche