Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Esistono cure gratuite veterinarie per animali domestici?

Donna preoccupata per il suo cane

Come ottenere cure veterinarie gratuite?

© DimaBerlin / Shutterstock

Risparmiare sulle spese veterinarie non è un’opzione se non si ha idea di come sostenerle. Scopriamo se esistono cure veterinarie gratuite per animali

Di Flavia Chianese

Pubblicato il

Non era bastata la pandemia a mettere in grosse difficoltà economiche milioni di persone: oggi l'aumento spropositato dei prezzi ha aumentato la soglia della povertà e sono sempre di più coloro i quali faticano a sostenere le spese mediche per i propri animali da compagnia.

Vediamo dunque in quali casi è possibile ottenere cure veterinarie gratuite e se sono previste agevolazioni economiche per chi è in difficoltà. 

Quanto cosa mantenere un cane?

Ad oggi mantenere un cane in Italia richiede una spesa che va dai 30 ai 100 euro al mese per famiglia. Tali spese comprendono:

  • cure veterinarie,
  • eventuali farmaci,
  • accessori,
  • cibo.

Anche se i nostri cani si accontentano solo di una briciola delle nostre attenzioni, prima di adottarne uno dobbiamo essere consapevoli che sta entrando un nuovo membro in famiglia, e che questo inevitabilmente comporterà delle spese.

Ma la vita può essere imprevedibile e ci si può ritrovare nella sgradevole situazione di non avere abbastanza soldi per curare il proprio cane. Vediamo dunque cosa fare e in quali casi è possibile ottenere cure veterinarie gratuite per il cane e per il gatto. 

Non ho soldi per curare il mio cane: cure veterinarie gratuite

In questo delicato momento storico può accadere di ritrovarsi in ristrettezze economiche importanti. 

L’instabilità che ha caratterizzato il nostro paese ha messo in ginocchio milioni di lavoratori, che hanno dovuto cominciare a riconsiderare le priorità, spesso a scapito della salute. Non solo della propria, ma anche e inevitabilmente di quella dei propri animali domestici, poichè le loro spese sanitarie non sono coperte da una cassa mutua, come accade per noi, perciò sono praticamente tutte a carico del proprietario.

Senza contare che un triste riflesso di questo scenario è rappresentato da un aumento degli abbandoni. Dunque cosa succede se improvvisamente non si hanno soldi per curare il cane? Esistono dei servizi per ottenere cure veterinarie gratuite per animali? Scopriamolo.

Contattare le ASL veterinarie locali

Se trovate un cane randagio o un animale selvatico ferito che necessita di soccorsi, potete consegnarlo all’ASL locale che lo curerà sino a stabilizzare le sue condizioni di salute.

Contattate prima il presidio per chiedere la loro disponibilità e le condizioni, poichè esse possono variare in base alle regioni.

Le cure veterinarie gratuite non sono valide però per gli animali padronali e sono solo per condizioni di emergenza.

Provate ad informarvi comunque presso il vostro distretto di riferimento per chiedere se sono previste iniziative gratuite da valutare caso per caso. 

Valutare il bonus animali domestici

Grazie al bonus per animali domestici 2022 sarà possibile detrarre fiscalmente il 19% sull’Irpef per spese veterinarie che comprendono: 

  • le cure veterinarie (interventi, esami di laboratorio e diagnostica, visite specialistiche);
  • l’acquisto dei farmaci prescritti.

Non si tratta di cure veterinarie gratuite, dunque, ma è comunque un utilissimo risparmio. Si può ottenere il bonus fino ad una spesa massima di 550 €, considerando però una franchigia di 129,11 €.

Facciamo un esempio: se durante l’anno avete speso 450 € per gli acquisti sopra descritti (tracciabili tramite scontrino o pagamento automatico) dovrete sottrarre a quest’importo la franchigia e calcolarne il 19%: nel nostro caso la detrazione sarà pari a 60,96 €. 

La banca delle visite Pet 

Non è passato neanche un mese dal lancio dell’iniziativa “La banca delle visite Pet” prevista dall’ENPA, sul cui sito web è possibile richiedere aiuto se non si è in condizioni economiche per poter sostenere le cure veterinarie necessarie al benessere del proprio amico a 4 zampe.

Attualmente le cure veterinarie gratuite per cani e gatti sono disponibili solo in alcune città:

  • Torino, 
  • Roma, 
  • Trieste,
  • Mogliano Veneto.

Qui veterinari convenzionati al progetto, potranno erogare determinate prestazioni a titolo gratuito a favore degli animali domestici: speriamo che il servizio si espanda in fretta in tutte le regioni italiane.

Altri consigli per ottimizzare le spese veterinarie

Ecco altri consigli per gestire al meglio le spese veterinarie del cane. 

Stipulare preventivamente un'assicurazione

Se volete fare un buon investimento per non avere spiacevoli sorprese in futuro, un consiglio è quello di informarsi sulle assicurazioni veterinarie.

Esistono infatti alcune formule di contratto in cui è possibile versare una quota annuale o mensile permissiva, anche se ciò dipende anche dal tipo di cane e dalla razza del cane.  

Richiedere un pagamento rateizzato

Una visita dal veterinario costa in media 40 €, ma raddoppia facilmente se ci si trova nelle grandi città o al cospetto di veterinari altamente specializzati.

Se il nostro cane deve subire degli interventi costosi potete chiedere di rateizzare il pagamento in modo da poter garantire in tempi utili le cure necessarie al vostro amico. 

Chiedete aiuto

Se siete oramai a corto di idee e non siete riusciti ad ottenere cure veterinarie gratuite per il cane o il gatto non disperatevi e chiedete aiuto: agli amici, ai parenti, alle onlus, ai social network.

Per fortuna oggi ci sono tante persone disposte a fare una piccola donazione per aiutare un cane o una famiglia in difficoltà!

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare