Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

Fase 2: come comportarsi se il cane sta male?

donna-con-mascherina-e-cane advice

Se devi recarti dal veterinario, indossa la mascherina e mantieni la distanza di sicurezza!

© Shutterstock

Portare il cane dal veterinario rientra tra i motivi di necessità per i quali è possibile spostarsi dalla propria abitazione, ma questo andrebbe fatto solo in caso di urgenza e nel rispetto delle norme di sicurezza.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il 30/04/20, 20:10

Il servizio veterinario è un’attività professionale indispensabile per la cura dei nostri animali, e per questo la maggior parte degli ambulatori continua ed erogare i propri servizi allo stesso modo in cui faceva prima dell’emergenza Covid-19.

Ma se il vet è irreperibile o se siamo impossibilitati a muoverci da casa, come dobbiamo comportarci?

Veterinari e Covid-19: cosa è cambiato?

Ciò che è inevitabilmente cambiato nell’ambito della cura dei pets sono le misure di sicurezza da adottare, sia da parte del centro veterinario, sia per quanto riguarda i proprietari di animali domestici. 

È dunque possibile recarsi dal veterinario, ma come riportato tra le faq del sito del Ministero della Salute:

«I controlli di routine devono essere rinviati. Visite veterinarie necessarie e non procrastinabili possono avvenire solo su prenotazione degli appuntamenti e comunque garantendo la turnazione dei clienti con un rapporto uno a uno, così da evitare il contatto ravvicinato e la presenza di clienti in attesa nei locali».

Cosa fare se il cane o il gatto stanno male durante il periodo di quarantena?

Se prima del Coronavirus ad un piccolo malessere ci saremmo recati immediatamente dal veterinario, in tempi di quarantena questo è fortemente sconsigliato, soprattutto considerando che circa il 55% di proprietari di animali domestici sono persone anziane e quindi ancor più a rischio.

Ciò non significa prendere sottogamba i potenziali problemi di salute del nostro amico a 4 zampe: per fortuna, oggi più che mai i mezzi di comunicazione sono rapidi, semplificati ed accessibili a tutti. 

Il servizio veterinario non fa eccezione: scopriamo dunque tutti i modi in cui è possibile effettuare un consulto veterinario gratuito e sicuro.

Consultare il proprio veterinario di fiducia per fissare un appuntamento

Non bisogna recarsi dal veterinario prima di aver chiamato e di essersi assicurati che il centro sia aperto, anche perché nel caso in cui sia necessaria una visita, va comunque fissato un appuntamento per evitare il sovraffollamento in clinica e attese troppo lunghe

La prima cosa da fare se il nostro cane o gatto sta male, è dunque contattare il veterinario di fiducia.

Non è sempre possibile distinguere un malore grave del nostro pet da un malessere lieve e passeggero.

Basterà dunque una telefonata per descrivere i sintomi o illustrare il problema al nostro vet, e sarà lui stesso a suggerirci o meno di recarci in ambulatorio, e quando sarà possibile farlo in sicurezza.

Servizi veterinari online h24 per consulti gratuiti

Nel caso in cui il nostro veterinario sia irreperibile è possibile fare rifermento a servizi online, alcuni dei quali sono disponibili 24 ore su 24 e gratuiti. 

Vetonline24: primo consulto gratuito e senza appuntamento

In occasione dell’emergenza Covid-19, la piattaforma Vetonline24 decolla, e viene incontro alle esigenze dei padroni di animali domestici offrendo il primo consulto gratuito (anche in video-call) e senza appuntamento.

Basterà dunque registrarsi sul sito o scaricare l’app dedicata per mettersi in contatto con un veterinario professionista.

La piattaforma trova grande utilità nel caso in cui ci sia bisogno di un consulto urgente, che è però ben diverso da una comprovata emergenza.

NON bisogna rivolgersi all'assistenza veterinaria remota (come chiarisce il sito stesso) in caso di:

Per tutte queste situazioni è infatti necessaria una visita diretta ed urgente da parte del vet.

Raccomandiamo sempre, in questi casi di emergenza, di contattare la clinica più vicina per assicurarsi di poter sottoporre a visita il cane in tempi brevi e in sicurezza. 

Altri servizi similari che offrono assistenza in remoto sono Cà Zampa e Call for Vets.

Veterinari a domicilio: quando muoversi di casa è impossibile

Anche prima del Covid-19 molti centri veterinari effettuavano visite domiciliari. Oggi quest’esigenza è ancora più forte e dunque la maggior parte dei centri veterinari offrono questo servizio.

Chiamate il vostro veterinario per sapere se c’è la possibilità di effettuare una visita domiciliare, specificandone il motivo.

Nel caso di patologie dell'animale croniche o che richiedano cure particolari, se siamo impossibilitati a lasciare l’abitazione o non abbiamo mezzi per trasportare il nostro cane dal vet, questa è senz’altro la scelta migliore.

È possibile effettuare una ricerca per trovare il veterinario che eroga questo servizio nei pressi del nostro comune di residenza: una volta preso appuntamento è importante e obbligatorio rispettare il distanziamento e munirsi di dispositivi di protezione. 

È cambiato il modo di comunicare con i servizi veterinari, ma non è cambiato l’amore nei confronti dei nostri animali domestici. Ci sono diverse soluzioni che vengono incontro alle esigenze di tutti: non trascurare mai la salute del tuo pet!