Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

Come scegliere l'alimentazione del cane senza milza?

cane che mangia advice

Come programmare l'alimentazione del cane senza milza?

© Pixabay

L'alimentazione del cane senza milza non deve seguire particolari indicazioni, se non quelle dettate dal veterinario in base al caso specifico. Evitare il junk food è sempre comunque un'ottima idea.

Di Nina Segatori

Pubblicato il 21/09/20, 22:35

L’alimentazione del cane senza milza non deve seguire particolari regole, l’importante è che sia sana e adatta al caso specifico del vostro animale.

Certo è che una dieta equilibrata, consigliata dal veterinario in base alla situazione clinica del cane, può aiutarlo ad affrontare al meglio la nuova vita senza l’organo che gli è stato asportato.

A cosa serve la milza?

La milza è un organo situato nell’addome e che svolge la funzione di filtrare il sangue, eliminando le cellule vecchie, riciclando le proteine ed il ferro e producendole delle nuove.

Nei cani, e specialmente in alcune razze in particolare, rappresenta una vera miniera di globuli rossi, responsabili del trasporto dell’ossigeno e per questo importantissimi in quegli esemplari per natura molto attivi e predisposti a sforzi fisici intensi.

Si può vivere senza milza?

Vivere senza milza è possibile, ma chiaramente tutto l’organismo ne subisce le conseguenze per cui deve adattarsi al nuovo stile di vita ed è qui che la giusta alimentazione entra in gioco.

Vivere senza milza significa che l’organo è stato colpito da un tumore o è stato danneggiato tanto da richiederne l’asportazione per continuare a vivere.

Quando la milza presenta un tumore, questa appare irregolare e ingrossata, con gravi conseguenze per il cane che presenta il problema.

Quali sono le razze di cani che soffrono di più di problemi alla milza?

Ci sono razze più predisposte di altre a soffrire di questa patologia, soprattutto una volta raggiunti e superati i sei anni di vita. In particolare sono più soggetti all’emangiosarcoma, che è il più diffuso tumore alla milza:

I problemi alla milza non riguardano, però, solo il tumore, ma può capitare che si ingrossi per problemi relativi al fegato e a uno scorretto stile di vita. Anche la torsione dello stomaco, può richiedere, per poter salvare il cane, la necessità di asportare l’organo.

Quali sono i sintomi di un cane con problemi alla milza?

Tra i sintomi di patologie che interessano la milza ci sono:

  • tendenza a perdere molta bava dalla bocca, anche senza la presenza di vomito;
  • una diminuzione dell’appetito e quindi un conseguente dimagrimento;
  • la presenza di anemia;
  • l’alterazione dei valori del sangue;
  • respiro affannoso;
  • la letargia;
  • dolori allo stomaco;
  • rigonfiamento eccessivo dell’organo (visto attraverso un esame accurato);
  • ispessimento delle pareti.

Analizzato il caso specifico, il veterinario potrà decidere di intervenire chirurgicamente e asportare la milza, prima che la situazione possa degenerare, portando il cane al decesso.

Vivere senza milza è possibile e con l’aiuto del veterinario, la nuova vita sarà facilmente gestibile, anche grazie ai consigli alimentari e alla giusta terapia.

Qual è l'alimentazione del cane senza milza?

Per quanto riguarda l’alimentazione del cane senza milza, c’è da dire che secondo il medico veterinario, Dottor Fabio Valentini, direttore sanitario di ONCOVET, un servizio di oncologia per animali offerto in alcune regione d’Italia, non ci sono indicazioni particolari per quanto riguarda la dieta da seguire per i pazienti a cui è stata tolta la milza.

Questo ovviamente in linea teorica, ma studiando ogni caso specifico e soprattutto la causa per la quale è stata necessaria l’asportazione della milza, si potrà stabilire un’alimentazione che possa essere più adatta alla nuova vita del cane, rispetto a quella che seguiva prima dell’intervento.

Non c’è quindi un’indicazione generica da seguire per cambiare o adattare l’alimentazione al cane senza milza, perché ogni cosa dipende dagli altri organi eventualmente interessati e dal quadro clinico dell’animale.

Generalizzare potrebbe, anzi, creare ulteriori problemi all’animale operato perché un alimento adatto a un animale al quale la milza è stata tolta per colpa della torsione dello stomaco, potrebbe rivelarsi dannoso per un esemplare che ha avuto un tumore.

Questo, oltretutto significa, che non va mai aggiunto o eliminato un tipo di cibo senza il benestare del veterinario.

In linea teorica, stando al parere del Dottor Valentini, si può continuare a dare al cane lo stesso cibo che mangiava prima di essere privato della sua milza. Questa è la regola generale, che nei casi specifici può rappresentare solo un’eccezione e dovrà essere adattata caso per caso.

Leggi anche