Instagram

Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Il mio cane perde sangue dal naso: da cosa dipende?

Cane-guarda-dal-basso advice

Il cane perde sangue dal naso? Questo sintomo può nascondere problemi gravi.

© Pixabay

Quando il cane perde sangue dal naso può trattarsi di un problema di lieve entità: mai darlo per scontato però! Scopri da cosa dipende l'emorragia.

Di Giuseppe Terlizzi

Pubblicato il 07/01/21, 19:41

Il tuo cane perde sangue dal naso? Mantieni la calma e procedi com'è giusto che sia: contatta un medico veterinario.

Come spesso accade un sintomo è la punta di un iceberg patologico. Fortunatamente non è così nel 100% dei casi, ma per non avere sorprese è meglio pensare a tutte le ipotesi possibili.

Nel valutare una rinorragia (perdita di sangue dal naso) è importante prendere in considerazione tutto: da una semplice lesione alle cavità nasali fino alla presenza di un tumore.

Il mio cane perde sangue dal naso: cosa può essere?

L'epistassi (o rinorragia) è la fuoriscita di sangue dal naso. Questa condizione può essere monolaterale o bilaterale, acuta o cronica e può dipendere dall'età, da un trauma esterno o da una patologia.

L'iter clinico e diagnostico può essere l'unico metodo di indagine che, col rigore medico-scientifico, può dare risposte reali e concrete. Valutiamo le ipotesi possibili e le relative conseguenze.

Ricordati che è importante occuparsi delle difese immunitarie di Fido, leggi il nostro approfondimento

Il cane starnutisce e perde sangue dal naso: corpo estraneo?

I nostri amici a quattro zampe ci appassionano con il loro affetto e la loro incontenibile curiosità. Nelle belle passeggiate al parco o nella natura si può celare, però, il pericolo! I forasacchi sono delle spighe di diverse varietà di graminacee caraterizzate dal seme con un apice filiforme e appuntito.

Di per sé non sembrano pericolosi, ma possono creare comunque problemi. Nel momento in cui il nostro cane si cimenta in un'approfondita analisi di un campo di grano è possibile che una di queste spighe si vada a conficcare nella mucosa interna dell narici provocando una lesione.

Se questa lesione va ad intaccare un vaso, la fuoriuscita del sangue può essere abbastanza abbondante destando sospetti nel proprietario.

Allo stesso modo può verificarsi una situazione simile con qualunque tipo di oggetto della stessa tipologia. In questi casi la situazione è facilmente risolvibile: rimozione del corpo estraneo (manuale o chirurgica) e risoluzione del problema.

Perdita di sangue dal naso cane: l'ipotesi di un trauma

Un qualunque tipo di incidente fisico può rappresentare un trauma e uno shock per Fido. Se il nostro fedele compagno impatta contro un corpo solido (investimento, caduta, lotta), statico o mobile, può avere delle ripercussioni più o meno gravi.

In questi casi bisognerà accertare l'origine dell'emorragia che risulterà meno grave se proveniente dalla cavità nasali e più grave se l'origine è endo-cranica.

Solo delle radiografie approfondite effettuate presso una clinica potranno darci risposte certe con le rispettive soluzioni terapeutiche. 

Infiammazione delle cavità nasali: la rinite

La rinite nel cane è il terzo caso di emorragia, insieme ai due precedenti, che provoca fuoriuscita di sangue dal naso. L'agente eziologico, in questo caso, non è un oggetto ma un elemento microbiologico: batterio o virus.

La patogenesi in questi casi può essere acuta o cronica e l'epistassi terminerà con la risoluzione della causa microbiologica tramite trattamento farmacologico

 E l'allergia? Anch'essa può esitare in rinorragia se continuativa e importante: i continui starnuti possono rompere i vasi ed evidenziare il sintomo.

Perdita di sangue dal naso del cane: segno di gravi patologie

Un cane perde sangue dal naso anche in corso di patologie afferenti a diversi distretti dell'organismo.

Queste condizioni cliniche sono più gravi delle precedenti e, se non diagnosticate in tempo, possono aggravarsi gradualmente fino alla morte del soggetto.

Questo è il motivo per cui un cane che perde sangue dal naso deve essere visitato e monitorato continuamente. 

Avvelenamento: una lotta contro il tempo

L'assunzione volontaria o involontaria da parte del nostro cane di sostanze tossiche può esitare in emorragie in differenti distretti dell'organismo. Un esempio è l'accidentale ingestione di rodenticidi a base di dicumarolo (veleno per topi).

Un cane avvelenato perde sangue dal naso? la risposta è si, spesso. Il meccanismo d'azione di questo veleno è l'alterazione della coagulazione del sangue. Le manifestazioni cliniche si evidenziano in 2-10 giorni dall'assunzione con emorragie diffuse (tra cui l'epistassi) con decorso acuto e in molti casi mortale.

L'avvelenamento rappresenta un'emergenza clinica da pronto soccorso veterinario limitata e risolta dalla somministrazione tempestiva di vitamina K.

I rodenticidi non sono gli unici a provocare questa patogenesi, lo sono anche i veleni naturali (morso di serpente) o altri elementi chimici. 

Un cane con leishmaniosi alta perde sangue dal naso

La leishmaniosi è una malattia infettiva e contagiosa causata da microrganismi (parassiti) appartenenti al genere leishmania Infantum trasmesso dalla puntura di piccoli vettori biologici, i flebotomi, che in Italia sono generalmente più attivi da maggio a ottobre.

Parliamo di una patologia molto complessa da gestire che, tra i tanti sintomi, presenta la rinorragia. Il cane perde sangue dal naso a causa di fattori patogenetici multipli e variabili:

  • trombocitopatie;
  • iperviscosità sierica indotta da iperglobulinemia;
  • ulcerazione della mucosa nasale.

Esistono dei vaccini per prevenirla e dei piani terapeutici per curarla, ma resta comunque una patologia con un'alta incidenza di morte nelle zone endemiche.

Il tumore non fa rumore

Come spesso accade la sintomatologia neoplastica non è eclatante e viene confusa con problemi di poco conto. Alcuni dettagli, però, possono aiutarci a prendere la situazione in pugno in tempi utili. 

Il cancro alla cavità nasale o ai seni paranasali ha un'incidenza elevata nei cani anziani e nei “dolicocefali” (cani dal cranio allungato). In questi casi l'epistassi è monolaterale accompagnata da secreti essudatizi e starnuti.

Rivolgersi al veterinario è fondamentale per fare una diagnosi di certezza e capire l'iter terapeutico da seguire (radioterapia, chemioterapia, operazione chirurgica). 

Cane che starnutisce e perde sangue dal naso: cosa fare?

L'unica strada da seguire è quella che porta alla clinica veterinaria di fiducia. Di certo nell'immediatezza si può tamponare l'emorragia con carta, ovatta o salviettine. A questo punto bisogna prenotare una visita e affidarsi alle mani di un professionista.

La speranza è che la causa per cui il nostro cane perde sangue dal naso sia un forasacco o una leggera rinite. Negli altri casi il monitoraggio clinico sarà indispensabile e risolutivo. 

Conoscere e acquisire queste nozioni è importante per prevenire ma NON per curare. Il monito è sempre lo stesso: non prendere iniziative di tipo farmacologico o di qualunque altra forma terapeutica se non su consiglio veterinario: voler bene al nostro cane significa anche questo.