Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Cosa c'è da sapere sulle razze di cani da lavoro?

cane da lavoro col gregge

Scopriamo le razze di cani da lavoro nel giorno della Festa dei lavoratori!

© 5001074 / Pixabay

Quale migliore occasione della Festa dei lavoratori del primo maggio per parlare dei cani da lavoro? Scopriamo tutto su queste razze molto attive.

Di Anna Paola Bellini

aggiornato il

Come ogni anno puntuale il primo maggio torniamo a celebrare i lavoratori. In occasione di questa giornata particolare ci si prende una pausa, si manifesta per i propri diritti, si canta, si balla…

In pieno stile Wamiz, anche noi vogliamo festeggiare questa giornata. Ecco perché abbiamo pensato per voi a una piccola e pratica guida su come prendersi cura delle razze di cani da lavoro.

Razze di cani da lavoro

Un cane da lavoro è un esemplare che per taglia, allevamento o addestramento è adatto ad un lavoro utile.

I cani da lavoro hanno delle capacità fisiche e psichiche adatte alla collaborazione con l’Uomo in degli ambiti specifici.

Con l’evoluzione questi esemplari hanno sviluppato una vera e propria memoria di razza, cioè un’inclinazione atavica ad un lavoro specifico.

I cani da lavoro più comuni

Le più comuni razze di cani da lavoro sono le seguenti:

  • I Pastori e i Bovari: si tratta di esemplari noti per le loro capacità di guida di greggi e mandrie. Possono lavorare con greggi di pecore o con mandrie di grandi animale. Citiamo tra questi l’Australian Cattle Dog e il Bovaro del Bernese.
  • Cani da difesa: si tratta di razze che hanno la tendenza ad essere degli ottimi guardiani, a proteggere un dato territorio o ad essere impiegati per l'accompagnamento di persone affette da handicap. Citiamo, tra queste razze, i Pastori tedeschi e i Pastori olandesi (nonostante siano chiamati pastori, sono più a loro agio nella difesa che nella guida delle greggi).
  • Cani da caccia (da ferma, da riporto e da tana): questi esemplari hanno uno spiccato istinto predatorio che l’Uomo sfrutta per la ricerca della selvaggina durante le attività venatorie. Tra questi esemplari citiamo i Setter e i Beagle.

I lavori più comuni

Ma se queste sono le categorie di razze canine da lavoro più comuni, quali sono i lavori in cui possono essere impiegati questi esemplari?

Ovviamente, i Pastori e i Bovari sono impiegati nell’ambito della pastorizia per accompagnare, guidare e proteggere mandrie e greggi.

I cani da difesa sono spesso impiegati nelle forze dell’ordine: cani poliziotto o cani dell’esercito. Essendo esemplari particolarmente ubbidienti e reattivi vengono anche impiegati come cani da soccorso.

Infine, i cani da caccia sono impiegati durante le battute per:

  • Individuare la selvaggina e indicarne la posizione al cacciatore fermandosi nella tipica posizione “in punta”. Questi sono gli esemplari da ferma.
  • Reperire la preda abbattuta e riportarla al cacciatore. In questo caso si parla di esemplari da riporto.
  • Condurre la preda al cacciatore assumendo un atteggiamento intimidatorio. Questo sono cani da seguita.
  • Stanare le prede all’interno delle proprie tane. In questi caso si tratta di razze piccole in grado in infilarsi in pertugi molto piccoli (come tane di volpi o conigli).

Come prendersi cura di un cane da lavoro? 

Questi esemplari, come è facilemente intuibile, lavorano gran parte del tempo. Per questo motivo bisogna trattarli in modo particolare.

Si tratta, infatti, spesso di esempalri particolarmente attivi che devono beneficiare prima di tutto di un addestramento adeguato (e specifico a seconda del loro impiego) e poi di una dieta adattata al loro dispendio energetico quotidiano.

L'addestramento

Naturamemente, non esiste un addestramento comune a queste differenti categorie di cani lavoratori. 

In generale possiamo dire che l'addestramento di un esemplare da lavoro deve cominciare intorno ai 6-7 mesi. Per quanto si tratti di razze che hanno una certa propensione al lavoro, tale propensione deve essere ben incanalata e resa chiara all'animale fin da cucciolo. 

Il cane crescerà così consapevole del ruolo che svolge all'intenro della famiglia, della fattoria, del servizio in cui opera o accanto alla persona che accompagna ogni giorno.

Il mangime per cani da lavoro

Anche in questo caso, dipende dall'impiego che l'animale svolge. In generale, però, questi esemplari hanno una vita particolarmente attiva e devono quindi mangiare crocchette o cibo umido specifico

In commercio sono disponibili diverse gamme di crocchette energetiche specificamente studiate per i cani da lavoro. In alcuni casi, il veterinario potrebbe suggerire anche di somministrare all'animale uno specifico integratore.

Cani che aiutano le persone

Un posto particolare nel mondo del cani da lavoro deve andare agli esmeplari che aiutano la persone. Si tratta di esemplari impiegati nella pet therapy o nell'aiuto quotidiano a persone affette da handicap come i cani guida

Questi animali seguono un addestramento ben preciso che li rende consapevoli della loro importanza. Si tratta di esemplari che diventano un vero e proprio "arto in più", un accompagnamento costante di cui, nel corso del tempo, non si può più fare a meno.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare