Migliora la vita dei pet cliccando qui!

Pubblicità

Come addestrare un cane? Le fasi da seguire

Donna che addestra un cane al parco

Tutti i consigli su come addestrare un cane.

© goodluz / Shutterstock

Pazienza e buona volontà, insieme a tanti croccantini: leggi l'articolo e scopri tutti i trucchetti degli educatori su come addestrare un cane.

Di Clara Amodeo

aggiornato il 23/08/21, 16:58

Si è spesso portati a pensare che addestrare un cane, sia esso acquistato, adottato o trovato, significhi impartirgli dei comandi per farlo stare buono, o renderlo più ubbidiente rispetto al carattere spesso riottoso tipico dei più piccoli.

In realtà, non c’è nulla di più sbagliato: istruire un cane significa, infatti, rafforzare il legame fra il cane e il suo proprietario attraverso un “dialogo” fatto di comandi, gesti e affetto, allo scopo di fargli meglio capire che cosa ci si aspetta da lui e potenziare così il rapporto reciproco.

Certo, oltre a questo aspetto c’è anche quello più strettamente utilitaristico del quieto vivere: addestrare il proprio cane rappresenta infatti uno degli strumenti di base che permette una convivenza armoniosa fra tutti i membri della famiglia, compreso il cane. Vediamo dunque di cosa si tratta e come si fa ad addestrare un cane.

Quando addestrare un cane?

Ma prima di entrare nel merito dell’argomento è bene fare un passo indietro e chiedersi a quanti mesi si addestra un cane.

Beh, la risposta non è univoca: di certo, addestrare un cane cucciolo è più semplice rispetto ad addestrare un cane adulto.

Perché l'ottava settimana è importante per l'educazione di  Fido? Scopri

Come addestrare un cucciolo di cane?

I più piccoli, infatti, sono di certo più irrequieti, ma sono anche più facilmente predisposti ad apprendere grazie al fatto che le loro facoltà mentali sono ancora in via di sviluppo e il loro carattere non è ancora ben formato.

Per questo addestrare un cane cucciolo permetterà ai padroni di raggiungere gli obiettivi prefissati in poco tempo e con risultati di alto livello.

Come addestrare un cane adulto?

Al contrario, addestrare un cane adulto può risultare più complesso e meno redditizio: in tal caso, infatti, si ha a che fare con un cane dal carattere definito, che non sempre permetterà al padrone di fare “ingerenza” sul suo stile di vita.

Ma non per questo è impossibile addestrare un cane adulto: di certo, il padrone dovrà mettersi nell’ottica di uno sforzo maggiore, prendendo con ancora più serietà il suo ruolo di formatore e guida.

Specialmente in questo caso, poi, è possibile frequentare un corso di addestramento cani presso una scuola di addestramento o consultare libri sulla tematica.

Come si addestra un cane?

Sono tanti gli interrogativi che sorgono sul tema dell’addestramento dei cani e sui comandi fondamentali da insegnare:

E molto altro ancora.

Ma, a fronte di tanti interrogativi, non può esserci un’unica risposta. Per ogni necessità, infatti, è bene agire con metodi (e, quindi, parole, movenze, atteggiamenti) diversi per fare fronte alle più disparate necessità del cane senza farlo andare in confusione.

Ecco dunque una breve guida all’addestramento dei cani.

5 errori che non sai di fare quando sgridi il cane

Come addestrare un cane a fare i bisogni?

In prima battuta è bene fissare degli orari, durante la giornata, che vengano dedicati all’uscita per i bisogni: un modo per abituarlo a espletare le sue funzioni fuori dalla casa.

Se, tuttavia, il cane continua a fare i suoi bisogni in casa, è bene dissuaderlo a non farlo, per esempio battendo le mani se colto in flagrante, ma senza mai colpirlo.  

Come addestrare il cane al guinzaglio?

Anche in questo caso è bene procedere per gradi: basta iniziare a mettergli il collare in certi momenti della giornata, quelli più piacevoli per lui (per esempio il pasto), e iniziare a fare passeggiate al guinzaglio all’interno della casa.

Solo successivamente sarà possibile portarlo fuori.

Come farsi ubbidire da un cane?

In realtà si tratta di utilizzare una serie di best practice che permetteranno a voi e al vostro cane di vivere in armonia e serenità.

Tra queste, evitare di punire il cane con pene corporali, fargli notare solo quei comportamenti che proprio non sono compatibili con una quieta convivenza, premiarlo quando le cose vanno bene, testare la convivenza anche fuori casa.

Ricordiamo infine che tutte queste tecniche di educazione permettono l’addestramento dei cani a casa, ma la guida di un addestratore cinofilo, specialista del settore, sarà un plus.