Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Come combattere l'artrosi nel gatto anziano: sintomi e cure

gatto anziano che dorme

L'artrosi nel gatto comincia con un cambiamento comportamentale.

© Ranya / Pixabay

L'artrosi nel gatto è una malattia degenerativa tipica del gatto anziano: scopriamo come riconoscerne i sintomi e come affrontarla al meglio.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il

A noi sembrano sempre dei cuccioli, ma anche i nostri amici a 4 zampe invecchiano purtroppo e con l’età sono più inclini a sviluppare patologie: una di queste è l’osteoartrosi del gatto.

Vediamo cosa fare in caso di artrosi nel gatto e come migliorare la qualità della sua vita. 

L'artrosi nel gatto

L’artrosi è uno dei processi patologici a carico delle articolazioni più comuni nell’uomo e nei nostri animali domestici.

Essa colpisce il 20% dei felini che hanno superato i 12 anni di età.

Nel cane questa percentuale è ancora più elevata! Molto spesso l’artrosi nel gatto passa inosservata, poiché progredisce lentamente.

In più i nostri felini sono ben noti per la loro abilità nel mascherare il dolore, almeno fino a quando riescono a contenerlo e\o a sopportarlo. Dunque l’osteoartrosi potrebbe essere presente anche se il vostro amico a 4 zampe mostra alcun sintomo. 

Cos’è l’artrosi nel gatto?

L’artrosi nel gatto è una patologia degenerativa ai danni della cartilagine articolare che comporta infiammazione cronica e dolore.

La cartilagine e il liquido sinoviale sono importanti poichè consentono alle ossa che compongono l’articolazione di compiere un movimento fluido e fisiologico, minimizzando gli attriti e consentendo un corretto scarico delle forze che si sprigionano dal movimento. 

Cosa provoca l'osteartrosi?

Con l’età la cartilagine del gatto si assottiglia e può infiammarsi, provocando dolore. Anche la produzione di liquido sinoviale contemporaneamente può diminuire, comportando ulteriore sfregamento.
Inoltre quando la degenerazione avanza, può colpire in modo più severo alcuni distretti anatomici, in particolare:

  • le zampe posteriori, 
  • la colonna vertebrale, 
  • la colonna cervicale,
  • tutte le strutture che interessano le articolazioni.

Cause di artrosi nel gatto

L’osteoartrite nel gatto molto spesso non ha una causa scatenante precisa, ma compare con l’età a causa dell’usura dell’organismo e del sistema articolare: in questo caso si parla di osteoartrosi primaria.

Quando invece vi è una causa predisponente diversa, si parla di osteoartrosi secondaria.

Essa può essere dovuta a:

I gatti di razza sono più inclini a sviluppare artrosi rispetto al gatto domestico comune.

Lo Scottish Fold è incline a sviluppare una particolare forma di osteoartrite che compare anche nei gatti giovani, nota come osteocondrodisplasia.

Sintomi

I sintomi dell’artrosi nel gatto possono comparire anche diversi anni dopo l’inizio della malattia.

Il primo cambiamento riguarda spesso la sfera comportamentale: Micio comincia a ridurre i suoi movimenti, ad assumere posizioni antalgiche che gli consentono di lenire il dolore, talvolta in modo impercettibile.

In molti casi, l’entità del dolore provato e la gravità dell’artrosi del gatto non sono correlate direttamente. 

Il sintomo con cui la patologia si palesa è la zoppia. Esistono diversi gradi in cui i gatto zoppica: in quello più lieve l'insulto è quasi impercettibile, ma notiamo una difficoltà nel salto e il sollevamento della zampa durante il gesto di sedersi. 

Come aiutare un gatto che sta male e soffre d’artrosi?

Le malattie croniche provocano un dolore che è in grado di influenzare negativamente la qualità della sua vita, comportando un progressivo abbandono della routine quotidiana, talvolta accompagnati da nervosismo e irrequietezza.

La terapia di un gatto con artrosi è volta quindi a ridurre il dolore e l’infiammazione articolare attraverso una terapia farmacologica, ma è molto importante anche contenere il peso e praticare una terapia fisica. 

Dieta specifica

Uno scarso movimento predispone ovviamente all’aumento di peso e all’obesità. Di conseguenza bisogna invertire la rotta di questo circolo vizioso mantenendo il peso del gatto quanto più possibile in linea con il suo peso forma, in modo da ridurre il carico sulle ossa e lo sforzo necessario a compiere delle azioni.

Inoltre è fondamentale per il gatto mangiare alimenti sani evitando mangimi preconfezionati di scarsa qualità, prediligendo una dieta casalinga. 

Trattamento farmacologico

Per quanto riguarda i farmaci, nella terapia di osteoartrosi del gatto il trattamento può riguardare l’utilizzo di: 

  • Antidolorifici e antinfiammatori per il gatto, inclusa la terapia a base di cortisone e di FANS,
  • Utilizzo di integratori noti come condroprotettori.

Altri possibili rimedi usati contro l’artrosi del gatto includono:

  • Fisioterapia in acqua,
  • Agopuntura,
  • Trattamento chirurgico.

Rimedi naturali 

Un rimedio naturale molto usato anche contro le infiammazioni in umana è a base di preparati contenenti arnica montana.

Il suo potere antinfiammatorio la rende un perfetto rimedio omeopatico da somministrare in gocce, compresse, o per via intramuscolare. 
Gli alimenti ricchi di omega-3 e gli estratti di cozze verdi sono ulteriori naturali utili a coadiuvare la terapia dell’artrosi nel gatto.

Quanto vive un gatto con artrosi?

Un gatto può vivere molti anni con l’artrosi senza mostrarne sintomi. Il tutto dipenderà dalla progressione della malattia, dal suo stato di salute generale e senz’altro dalle vostre cure.

Ricordate di predisporre un assetto in casa che consenta al gatto di accedere senza difficoltà ai suoi punti strategici, ovvero ciotole, lettiera e cuccia! 
Per avere consigli su qual è la terapia più adatta al vostro felino chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia!

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare