Scopri qui come nutrire i cuccioli!

Pubblicità

Svelato il mistero del perché i gatti odiano le porte chiuse

gatto-rosso-odia-le-porte-chiuse

I gatti odiano le porte chiuse? Ecco perché!

© Stefano Garau / Shutterstock

È risaputo: i gatti odiano le porte chiuse. La loro sete di libertà e la loro storia potrebbero spiegare questo comportamento così sorprendente.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 05/04/21, 16:05

I proprietari di gatti sanno che il loro animale domestico è una creatura speciale. Unici nel loro genere, ogni gatto ha il proprio carattere, ma spesso sono visti come lunatici.

A volte indipendente, altre coccolone, oppure ancora giocoso di notte e assonnato durante il giorno, questi cambiamenti nel comportamento sono spesso destabilizzanti per gli esseri umani.

Per capire i gatti nella loro quotidianità, in realtà devi pensare come un gatto, metterti nei suoi panni. E quindi cosa succede nelle loro testoline quando si innervosiscono alla vista di una semplice porta chiusa? Ecco spiegato perché i gatti odiano le porte chiuse!

Perché i gatti odiano le porte chiuse?

È fondamentale: affinché un gatto sia felice, deve essere libero. Libero di mangiare quando vuole, libero di dormire dove più desidera, libero di entrare e uscire, e via dicendo.

I gatti odiano le porte chiuse per una serie di motivi, tra cui:

  • si sentono privati delle libertà e del loro istinto;
  • non possono soddisfare la loro naturale curiosità felina;
  • non possono accedere ai luoghi abituali o luoghi considerati come il loro territorio;
  • dietro la porta ci sono oggetti, giocattoli o persone / animali di loro interesse.
Diverse ragioni spiegano il perché i gatti odiano le porte chiuse. © Larisa Lomaeva / Shutterstock

Porta chiusa: una privazione delle libertà feline

Questo spiega quindi perché una porta chiusa è un ostacolo alla loro libertà. Non avere accesso ad una stanza, non solo impedisce di soddisfare l'insaziabile curiosità dei gatti, ma anche di accedere a luoghi che l'animale è abituato a frequentare.

Tuttavia, è vero che i gatti possono miagolare anche fuori dalla porta chiusa di una stanza e quando decidiamo di farli entrare, capita che perdano immediatamente interesse! A chi non è capitato?

Le spiegazioni della veterinaria

La veterinaria inglese Gabby Wild spiega a Popsugar:

I gatti odiano le porte chiuse perché «vogliono accedere a quello che percepiscono come il loro territorio o semplicemente per scoprire l'ignoto».

Ci sono molte ragioni alla base di questo comportamento: «Potrebbero cercare altri gatti, annusare qualcosa di interessante o desiderare un oggetto, potrebbe essere qualsiasi cosa, dal cibo ai giocattoli o ai tiragraffi dall'altra parte della porta», indica la veterinaria.

Per questo è importante individuare i segnali che dimostrano che i gatti vogliono dirci qualcosa.

Una questione di sopravvivenza

Un'altra risposta potrebbe arrivare a giustificare il comportamento alquanto insolito di quando i gatti odiano le porte chiuse: il loro istinto.

I gatti sono stati addomesticati abbastanza tardi rispetto ai cani quindi spesso mostrano comportamenti simili a quelli che i loro antenati avevano in natura.

«I gatti trovano le porte chiuse irresistibili perché sono animali naturalmente curiosi e guidati dal loro istinto che li aiuta a sopravvivere», afferma la Dott.ssa Bonnie Bragdon.

Perché in definitiva, dietro una porta, può nascondersi un nemico o, al contrario, un posto sicuro per l'animale, come una scrivania su cui potrebbe guardare il tuo via vai.

La veterinaria Bragdon aggiunge: «Quando i gatti non hanno più bisogno di andare in cerca di cibo e riparo, il loro istinto di sopravvivenza continua a dominare la loro natura curiosa e li spinge a sapere cosa c'è dietro la porta».

Ecco le più interessanti curiosità sui gatti!

E infine, se improvvisamente ti venisse chiusa una porta di casa tua, non saresti tentato di aprirla?