Quante vite hanno i gatti? Tutto sulla vita e l’età dei felini

quante vite hanno i gatti
Per quante vite hanno i gatti, i pericoli non sono mai troppi. © Pixabay

In alcune tradizioni sono sette, in altre sono nove: ma quante vite hanno i gatti? Una, probabilmente, anche se non ne siamo assolutamente certi!

- Annuncio Pubblicitario -

Molti si chiedono quante vite hanno i gatti. C’è chi crede che i gatti abbiano 7 vite, chi crede che ne abbiano 9. Certo è che tra le varie peripezie, gli scampati pericoli, gli anni dei gatti si susseguono di tanti eventi straordinari che lasciano aperta la discussione e fanno dubitare anche i più diffidenti. Le vite dei gatti possono avere dell’incredibile!

Quante vite hanno i gatti, 7 vite o 9? Tra storia e leggenda

Quante vite ha un gatto in realtà? Come ogni essere vivente anche i gatti hanno una sola vita. Le credenze e leggende popolari che narrano di gatti a 7 o 9 vite non sono vere. La verità è che il gatto sa giocarsi bene le chance della vita e la scampa sempre. Ecco perché si dice che i gatti hanno 7 vite oppure 9.

Ciò che rende i gatti particolarmente abili a schivare i pericoli della vita sono la loro astuta agilità, alla rapida capacità di ripresa e l’equilibrio. Ad esempio quando un gatto cade e  atterrasulle zampe (grazie al riflesso verticale), la ripresa rapida permette di correre subito a riparo per prendersi cura delle eventuali conseguenze, quando si è fatto  male.

Queste caratteristiche eccezionali dei gatti hanno fatto dubitare l’uomo su quante vite hanno i gatti, generando delle credenze che hanno significati nascosti ed esoterici ben precisi. A seconda della cultura di provenienza si crede che un gatto abbia 7 o 9 vite. Entrambi i numeri, nella numerologia esoterica hanno molto in comune. Il numero 7 è sinonimo di perfezione, universo e agilità.

- Annuncio Pubblicitario -

Questa cifra ricorda, inoltre, il ciclo lunare, ed è da ricondurre ad altri miti e credenze sui gatti. La congiunzione tra il numero 7 e la storia antica ricca di leggende ed episodi che hanno come protagonisti i gatti non sono un caso.

Si crede che le vite dei gatti siano nove nei paesi anglosassoni. Il numero nove, non a caso, ha anch’esso un significato esoterico che riporta sempre ad un significato affine alle capacità spettacolari di un gatto di sopravvivere. Il numero 9 indica rinascita e riecheggia, in esso, la credenza buddista dell’albero della Sura che vede dei gatti risvegliarsi dopo aver bevuto il succo dell’albero.

Secondo altri, invece, la credenza del gatto a nove vite portà con sé, nel tempo, una certa confusione tra il gatto a nove code, un tipo di frusta usato nei paesi del Commonwealth, e le vite del gatto. L’uomo non si è mai dato pace nel credere che vi sia qualcosa di speciale in questo felino, per questo motivo ha narrato per generazioni storie incredibili sulle vite dei gatti. Quante vite hanno i gatti è una questione di scelta personale (o credenza popolare).

Come si contano gli anni dei gatti?

Se non vi è dubbio che la vita dei gatti è unica, ecco che vi si trova una certa differenza tra l’età dei gatti e quella umana. Come succede anche per i cani, infatti, l’età dei gatti non porta lo stesso calcolo degli anni della vita di un uomo. Allora come si contano gli anni dei gatti? Spesso gli anni dei gatti vengono calcolati moltiplicando l’età del gatto per 7. Questo metodo è improprio e non risulta essere precisissimo.

- Annuncio Pubblicitario -

Vi sono dei riferimenti scientifici che calcolano l’età di un gatto seguendo delle tabelle. Mentre, in alternativa, si può calcolare l’età del gatto dai denti. Un’esatta comparazione tra età umana ed età felina non è possibile. Ciò che invece risulta calcolabile con più accuratezza è l’aspettativa di vita media dei gatti.

L’età dei gatti: quanto vive in media un gatto?

La vita media di un gatto è di 15 anni. Vi sono casi rari in cui il gatto supera questa età, soprattutto se si tratta di gatti domestici, ben tenuti in casa o in semilibertà, senza problemi di salute gravi. La durata della vita di un gatto randagio è in media più bassa, poiché vivendo alla mercé dei pericoli della strada può incorrere in situazioni così rischiose da andare ben oltre le sue 7 o 9 vite!

La crescita di un gatto è molto più rapida di quella umana tanto che, a grandi somme, si può affermare che un anno di vita di un gatto corrisponde circa a 18 anni umani (età di pieno sviluppo dell’animale). Mentre a partire da 5 anni di vita, un gatto entra nella terza età.

Leggi anche: Rubble, il gatto più vecchio del mondo da Guinness dei Primati

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!