Pubblicità

Alla scoperta dei cani da assistenza per disabili

cane labrador per persone disabili

I cani per disabili aiutano le persone a superare i limiti causati da una disabilità.

© Africa Studio / Shutterstock

I cani per disabili sono indispensabili per le persone affette da certi handicap. Scopri 5 delle più comuni razze di cani da assistenza.

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il

Scegliamo di avere cani nella nostra vita per molte ragioni. Tuttavia, alcune persone con disabilità o determinate condizioni mediche hanno effettivamente bisogno dell'assistenza di animali intelligenti e amorevoli per superare la propria routine quotidiana. Naturalmente, questi cani speciali con lavori molto importanti sono quelli che chiamiamo "cani di servizio".

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità di questo sabato 3 dicembre, vogliamo presentarvi i quattrozampe che svolgono un ruolo cruciale per chi è affetto da handicap: i cani per disabili.

Chi sono i cani per disabili?

Un cane da servizio o cane da assistenza è definito come un cane specificamente addestrato a svolgere compiti per un individuo disabile che altrimenti avrebbe difficoltà a completare tali mansioni.

Ciò significa che tali esemplari sono molto più che animali domestici, aiutando le loro controparti umane con le loro esigenze specifiche. I cani per disabili non sono da confondere con i cani da terapia e i cani di supporto emotivo.

Anche se i cani per disabili possono essere di diverse forme e dimensioni, devono tutti condividere alcuni tratti comuni, come intelligenza, calma e cordialità, e devono essere volenterosi e facili da addestrare.

I tipi di cani da assistenza in base alla disabilità

Come abbiamo visto, non esiste una sola forma di cane da assistenza, ma diverse. Un tempo impiegati per accompagnare le persone con disabilità fisiche e motorie, oggi i cani per disabili sono chiamati anche ad aiutare le persone affette da disturbi psichiatrici.

I cani da assistenza sono molto più che animali domestici: sono fedeli e inseparabili compagni che rendono la vita quotidiana più facile ai loro proprietari e, spesso, li aiuteranno anche a superare le loro paure e i problemi fisici e psicologici.

Le diverse attività dei cani da assistenza sono:

Cani per persone con disabilità motorie

I cani per persone con disabilità fisiche hanno il ruolo di ridurre i limiti di mobilità del loro beneficiario e di aumentarne l'autonomia.

Nello specifico, sono preparati ad aiutare il soggetto nella sua quotidianità laddove la disabilità glielo impedisce: recuperare oggetti, accendere interruttori, aprire e chiudere porte e cassetti, ecc.

Cani per disabili uditivi

I cani da assistenza per persone con disabilità uditive sono addestrati per avvertire il soggetto di determinati suoni e rumori (telefono che squilla, allarmi, voci, sveglie, pianto di un bambino) e portarlo nel luogo in cui proviene il suono.

Cani guida per non vedenti

Forse i più conosciuti, i cani per persone con disabilità visive, noti anche come cani guida, sostituiscono gli occhi del padrone per i diversi spostamenti. 

Cani per persone autistiche

I cani da assistenza per persone autistiche sono destinati ai bambini affetti da autismo o sindrome di Down.

Questi esemplari aiutano lo sviluppo dei piccoli pazienti e forniscono sostegno morale ed emotivo, favorendone l'integrazione sociale. Sono inoltre in grado di evitare o ridurre i comportamenti distruttivi e quelli caratteristici dell'autismo.

Cani per persone non autosufficienti

Denominati “cani di sostegno sociale”, sono affidati a referenti in strutture che accolgono adulti disabili, anziani non autosufficienti o affetti da Alzheimer.

Cani da allerta per persone con diabete

I cani da allerta e da assistenza per le persone con diabete di tipo 1 sono addestrati a riconoscere l'odore che hanno imparato a rilevare in questi casi: prima dell'inizio di una crisi epilettica ipo o iperglicemia, sanno avvisare il loro beneficiario picchiettandogli una parte del corpo con il muso.

Al di là della loro funzione di allerta, assistono il soggetto notte e giorno, rassicurandolo, rasserenandolo e restituendogli fiducia in se stesso.

Cani per persone con disabilità intellettive o psichiche

Questi animali sono impiegati per aiutare le persone con disabilità intellettive o psichiche, disturbi psicologici, oltre a persone ospiti di case di cura, centri sociali e centri di tossicodipendenza.

Caratteristiche dei cani per disabili

Se la razza non è essenziale nella formazione di un cane da assistenza per disabili, è fondamentale che l'animale abbia certe qualità comportamentali.

Ecco alcune caratteristiche degli animali di assistenza:

  • Grande capacità di apprendimento
  • Buona reazione a suoni e segnali
  • Gentilezza
  • Calma
  • Affettuosità
  • Sociabilità

Cani per disabili: le 5 razze più comuni

Dopo aver conosciuto meglio questi speciali animali, andiamo a scoprire cinque delle più frequenti razze di cani impiegati per i disabili.

1. Labrador Retriever

Un Labrador Retriever. ©yanvan66 / Pixabay

Essendo una delle razze di cani più popolari e intelligenti che esistono al mondo, non sorprende che i Labrador Retriever siano ottimi cani per disabili.

Originariamente allevati come cani da caccia, questi quattrozampe sono molto perspicaci e pazienti, qualità essenziali per un buon cane da servizio. Sono anche abbastanza robusti per aiutare, ad esempio, a trasportare oggetti semplici in piena autonomia e sono particolarmente utili per coloro che hanno problemi di mobilità.

Questi animali possono essere addestrati per un'ampia varietà di compiti, il che li rende ideali per aiutare le persone con qualsiasi disabilità.

2. Golden Retriever

Un Golden Retriever. ©pasja1000 / Pixabay

Dal momento che ci sono somiglianze tra Labrador e Golden Retriever, non sorprende che anche i Golden siano in questa lista. Questi quattrozampe sono molto intelligenti e gentili quanto i loro "cugini".

Anche i Golden quindi sono grandi lavoratori che amano compiacere i loro umani, con eccellenti capacità di recupero di oggetti per le persone disabili. Polivalenti, i Golden sono anche ottimi cani da terapia e supporto emotivo.

3. Pastore Tedesco

Un Pastore Tedesco. ©moorpheus / Pixabay

Anche se spesso associamo i Pastori Tedeschi come cani da guardia o cani poliziotto, possono anche essere ottimi cani da servizio.

Intelligenti, equilibrati e abbastanza facili da addestrare, sono anche una razza di taglia grande e forte, il che li rende ottimi come cani guida per i non vedenti.

4. Barboncino grande (standard)

Un Barboncino medio. ©Alexas_Fotos / Pixabay

Per quanto possa essere sorprendente per alcuni, i Barboncini standard possono essere ottimi cani per disabili. Dietro le loro eccentriche acconciature, si nascondono esemplari molto intelligenti e facili da addestrare!

Sono anche amichevoli e hanno un acuto senso dell'olfatto, grazie al quale riescono a rilevare gli allergeni alimentari e salvare le persone con allergie potenzialmente letali.

Inoltre, il Barboncino standard è il più grande della sua razza ed è in grado di trasportare e recuperare oggetti per persone con disabilità fisiche.

5. Volpino di Pomerania

Un Volpino di Pomerania. ©DrNickStafford / Pixabay

Ebbene sì, anche i Volpini rientrano nella lista dei cani per disabili! Questi adorabili cagnolini potrebbero non sembrare i cani da servizio ideali, ma la loro intelligenza e il loro entusiasmo li rendono ottimi aiutanti.

In effetti, sono ottimi come cani da allerta medica:

  • Le persone affette da diabete possono contare sugli Spitz Tedeschi per percepire e avvisare i loro umani se il livello di zucchero nel sangue è troppo alto o troppo basso.
  • Questi esemplari sanno rilevare condizioni mediche come un imminente attacco d'asma o infarto.
  • I Volpini di Pomerania possono anche avvisare le persone sorde se c'è qualcosa di cui devono stare attenti.

Come avviene l'addestramento dei cani per disabili?

L'addestramento dei cani da assistenza e cani da terapia è solitamente lungo e solitamente i cani vengono formati da cuccioli.

I quattrozampe possono seguire una formazione che può andare dagli 8 ai 24 mesi in base al tipo di disabilità con cui avranno a che fare.

Come si può richiedere un cane da assistenza?

La richiesta di un cane da assistenza deve essere ben ponderata e l'interessato deve valutare l'impatto che la presenza dell'animale avrà sul suo stile di vita.

La maggior parte dei disabili che hanno richiesto un cane da servizio non si sono pentiti: oltre ad avere un aiuto quotidiano hanno trovato un vero e proprio amico!

Il procedimento per richiedere un cane da assistenza è solitamente lungo a causa della forte domanda. Le associazioni che si occupano dell'educazione dei cani per disabili valutano ogni richiesta individualmente cercando l'animale giusto per ogni persona.

Talvolta, dopo l'assegnazione dell'animale, vengono effettuati corsi di formazione congiunti per verificare se entrambi sono adatti l'uno per l'altro.

Nel caso dei bambini, è solitamente richiesta un età minima affinché il quattrozampe riconosca il bambino come suo padrone. È anche importante che il bimbo possa assumere alcune responsabilità con il suo speciale cagnolino, come portarlo a fare una passeggiata o spazzolarlo.

Le associazioni italiane di cani per disabili

In Italia le associazioni che si dedicano all'educazione dei cani da assistenza e i cani per dog therapy sono molteplici. Eccone alcune:

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare