Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Come proteggere il proprio cane con ogni clima?

cane felice sotto la pioggia advice

Come proteggere il cane dalla pioggia, dal vento, dal caldo e dall'umido.

© Pixabay

Non c’è niente di meglio che prendersi cura del proprio migliore amico. Per farlo al meglio, ecco qualche consiglio su come proteggere il cane dalla pioggia, dal caldo e dall’umidità.

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il 13/08/20, 19:57

L’aria influenza lo stato di salute e l'igiene del cane, come di tutti gli esseri viventi, uomo compreso. Più l'aria è pulita, più è sana. Ma che impatto ha il clima su Fido?

Come proteggere il cane dalla pioggia, dal caldo, dall’umidità o dall’aria troppo secca?

La questione climatica si fa sempre più presente e non può non essere affrontata. I cambiamenti del nostro tempo, dovuti soprattutto al surriscaldamento climatico, hanno un impatto sulla vita di ogni essere umano, animale o vegetale.

Vediamo insieme quali sono i buoni gesti da mettere in atto per preservare il nostro migliore amico in ogni situazione climatica.

Mai pensato a dei cappottini impermeabili?

Come proteggere il cane dalla pioggia?

I brevi temporali hanno il vantaggio di far raffreddare la temperatura corporea degli amici a quattro zampe e di abbassare la temperatura dell'ambiente.

Qualche gocciolina di pioggia non rischia di danneggiare l’animale, l’importante è asciugarlo una volta rientrati. Avendo cura soprattutto di tamponare bene orecchie e le zampe.

Non è bene, però, che un cane sia esposto, con il caldo o con temperature più miti, a piogge prolungate.

In questo caso suggeriamo di ripararvi durante il temporale e, come sopra, asciugare accuratamente l’animale per evitare che l'acqua evapori a spese del calore corporeo.

E per le altre condizioni esterne?

Altre condizioni esterne che possono avere un impatto sul nostro cane sono:

  • La luce;
  • Il vento;
  • La nebbia;
  • La neve.

Vediamo nel dettaglio.

Fido ha visto la luce!

cani al tramonto
Gli effetti della luce sul cane. ©Pixabay

La luce ha un ruolo importantissimo nella prestanza fisica del cane. La sua insufficienza prolungata li priva della loro forza, mentre un’esposizione eccessiva e persistente, può provocare l’irritazione dell'occhio e un indebolimento della vista.

Un’esposizione meno intensa, ma continua, potrebbe provoca una perdita di sensibilità alla vista e, addirittura, una paralisi della retina.

La luce bassa è più adatta agli animali domestici che hanno bisogno di riposo.

Via… col vento!

La presenza di un vento moderato combinato con una temperatura né troppo alta né troppo bassa, non è un problema e potrebbe rivelarsi addirittura benefico.

Bisogna però ripararsi dai molto venti forti e umidi, soprattutto quando le temperature sono eccessivamente alte o basse.

A causa dell'umidità che contiene, la nebbia invece raffredda e indebolisce il corpo.

E se fuori nevica?

cane che mangia la neve
I cani adorano giocare con la neve. © Pixabay

La neve non è pericolosa per Fido e sarà molto divertente giocare insieme a lui nelle zone di montagna.

Resta però importante fare attenzione alle giornate eccessivamente soleggiate perché il riflesso della luce sulla neve può disturbare la vista del cane.

Inoltre, può capitare che ingerisca troppa neve il che può portare a gravi irritazioni allo stomaco. Quindi il consiglio è lasciarlo giocare, ma facendo attenzione a non perderlo d’occhio!

Focus sulle temperature

L'aria fredda e secca (con una temperatura intorno ai 5°C) è molto buona per i cani adulti di buona costituzione:

  • è più densa e contiene più ossigeno;
  • rende la respirazione più facile;
  • attiva la circolazione sanguigna;
  • stimola l'appetito;
  • riduce la sete;
  • aumenta l'energia muscolare.

Questo tipo d’aria è di gran lunga preferibile a quella calda estiva o agli appartamenti troppo riscaldati.

Inoltre, le temperature inferiori ai 5°C tendono a rendere i cani che vi sono esposti troppo spesso apatici e indeboliti.

Anche i cani più forti soffrono il freddo quando le temperature sono troppo rigide.

Alcune precauzioni utili

In caso di freddo, è necessario prendere alcune precauzioni. Quando portate fuori il vostro cane per una passeggiata, assicuratevi di coprirlo se è abituato a vivere in un appartamento molto riscaldato.

Se l'aria è calda (tra i 20 e i 35°C), il cane potrebbe ansimare molto, il suo appetito diminuisce, la sete aumenta e i tessuti si seccano. Insomma, Fido si indebolisce.

Per ridurre gli effetti del calore si sconsiglia di:

  • Tenerlo all’ombra;
  • Ridurre la luce diretta sulla sua cuccia;
  • Uscire per passeggiate brevi;
  • Evitare di uscire nelle ore più calde.

Un clima caldo e umido lo indebolisce ancora di più, lo rende svogliato e può rovinargli l'appetito. In questo caso, offrirgli cibi appetitosi e non lasciarlo mai a corto di acqua fresca e pulita.

Cani a pelo lungo o corto

I cani, come gli esseri umani, si adattano molto bene a tutte le temperature. Naturalmente, gli esemplari a pelo corto possono soffrire di più dei rigori dell'inverno rispetto a quelli a pelo lungo, mentre il contrario è vero durante le grandi ondate di caldo.

I cani a pelo corto non dovrebbero stare all'aperto troppo a lungo durante la stagione fredda.

Impedire ai cani a pelo lungo di giocare e correre troppo a lungo in estate durante le ore più calde della giornata.

In ambo i casi evitare di tenerli al sole troppo a lungo o in spazi ristretti, poiché i cani sono molto inclini a scottarsi e a soffrire i colpi di calore.