Instagram

Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Cane con diarrea: come comportarsi?

cane con diarrea advice

Come aiutare un cane con diarrea?

© Shutterstock

Cosa fare se ci troviamo davanti ad un cane con diarrea? Ecco qualche idea per te e il tuo amico a quattro zampe.

Di Nina Segatori

aggiornato il 16/12/20, 16:34

Il cane con diarrea può essere un grande problema, non solo perché l’animale subisce uno stress fisico non indifferente, ma anche perché si è costretti a portarlo fuori continuamente, per evitare che sporchi dentro casa.

La dissenteria è un disturbo molto fastidioso, che colpisce sia gli uomini che i cani. La presenza di episodi di diarrea indica sicuramente un disturbo a livello gastrointestinale, che può essere dovuto a varie cause, che solo il veterinario dopo un’attenta visita potrà stabilire con certezza.

Il mio cane ha la diarrea!

La dissenteria è un’alterazione della frequenza con cui il cane emette feci liquide o semi solide. La sua presenza è dovuta a un cattivo funzionamento della peristalsi, che con contrazioni rapide trasporta più velocemente il cibo all’interno dell’intestino, provocando una cattiva digestione e tutte le conseguenze a essa legate. Tra tutte, appunto, anche la dissenteria e un’alterata defecazione.

A seconda della localizzazione della diarrea l'infiammazione può comprendere lo stomaco, dei tratti intestinali unitamente alla parte terminale del retto e dell'ano.

Spesso la diarrea è un sintomo generico di una patologia sistemica e questo accade soprattutto nel cucciolo. Solo il medico veterinario potrà comprenderne le cause, sommistrare una giusta alimentazione e riportare Fido in salute.

Cause della dissenteria

Le cause che stanno alla base di una dissenteria possono essere molteplici:

  • batteri;
  • virus;
  • parassiti;
  • corpo estraneo;
  • stress;
  • cattiva alimentazione;
  • intossicazioni;
  • allergie.

L'importante è individuarne la causa o l'agente eziologico per poter ottenere una restitutio ad integrum del nostro cane.

Il problema nell'alimentazione

La più comune, però, è un errore nell’alimentazione, come un’intolleranza o acqua troppo fredda. Anche un cambio non graduale delle solite crocchette o un boccone dato dal piatto del padrone possono causare diarrea, di breve durata e temporanea.

La diarrea non è mai da definirsi un evento fisiologico, ma sempre patologico. Solitamente è una risposta dell'organismo ad un elemento nocivo (come il vomito) che innesca una serie di meccanismi atti ad espellere, con le feci, il problema.

Questa reazione dell'organismo provoca, però, una serie di ripercussioni significative sulla salute del cane. Una diarrea in corso significa:

  • malassorbimento del cibo;
  • disidratazione;
  • abbattimento;
  • letargia;
  • depauperamento delle condizioni del paziente.

La gravità è direttamente correlata alla durata di questa enteropatia. L'approccio da seguire inizialmente è di natura palliativa: bisognerà supportare Fido con integratori a rapido assorbimento somministrati per via orale o endovenosa che mirano alla sussistenza e alla sopravvivenza. 

Stress e cambio di temperatura

Non solo, un colpo di freddo (o di calore!) o uno stato di stress prolungato possono provocare dissenteria, ma anche in questi casi, il problema è facilmente e velocemente risolvibile.

L’importante è che il cane abbia lo stesso appetito di sempre e sia giocherellone, perché uno stato di inappetenza e apatia, associate alla diarrea potrebbero indicare la presenza di una patologia più seria.

Complicazioni mediche

Quando l'emissione incontrollata di feci liquide o semi-liquide è legata a un'infiammazione della mucosa intestinale, è importante richiedere il tempestivo intervento di un veterinario.

L'enterite, che può causare tra l'altro la diarrea del cane, deve infatti essere trattata in maniera diversa a seconda della sua natura e sede nella quale ha luogo l'infiammazione.

Cane con diarrea: cosa fare?

Solo il veterinario, una volta stabilita la giusta diagnosi, potrà prescrivere i rimedi adatti a curare il cane con la diarrea. Di solito, se la dissenteria è batterica verrà eseguita una terapia antibiotica a seconda del batterio-causa.

Se la diarrea è causata da un’intolleranza alimentare, un colpo di freddo o un cambio di alimentazione allora il veterinario somministrerà un blando antinfiammatorio, accompagnato dall’assunzione per un breve periodo di fermenti lattici e l’adozione di una dieta che permetta al cane di ristabilirsi al più presto.

Nel caso in cui a provocare la diarrea è la presenza di un corpo estraneo sarà necessario un tempestivo intervento veterinario atto a rimuovere l'elemento no-self o in endoscopia o tramite intervento chirurgico.

Se invece il nostro cane è soggetto ad un periodo di forte stress tangibile e dimostrabile associato ad una diarrea intermittente allora bisognerà procedere con un approccio etologico: passare più tempo col nostro amico pelosetto ristabilendo la sua tranquillità e, di conseguenza, curando la diarrea.

I fermenti lattici sono un rimedio efficacissimo per bloccare la diarrea quasi istantaneamente. Spesso sono utilizzati come rimedio fai da te per la dissenteria improvvisa di origine alimentare, perché risolve il problema senza dover ricorrere ad altre cure.

In ogni caso agire di testa propria senza consultare prima il veterinario non è mai una buona idea, quindi, anche se i fermenti lattici non fanno mai male è sempre meglio far visitare il cane dal medico, per poter stabilire insieme il da farsi e scegliere i fermenti giusti per il vostro amico a 4 zampe.

Cosa dare da mangiare al cane con diarrea?

Ai fermenti lattici viene quasi sempre associata una dieta ferrea per il cane da rispettare per almeno una settimana, da integrare gradualmente con altri cibi ad alta tolleranza.

Si inizia con riso bianco e pesce lesso per qualche giorno, a cui si possono associare patate e, con il passare dei giorni, anche un latticino come la ricotta.

Ultimo ma non per ultimo, poi, sarà indispensabile controllare che il cane resti ben idratato (proponendogli acqua fresca e pulita ad intervalli costanti di tempo).

Diarrea nel cane, quando preoccuparsi?

Fino a che la diarrea si presenta di una colorazione normale o gialla non c’è da allarmarsi troppo, spesso sono i parassiti o i batteri a causare il cambio di colore.

C’è invece da preoccuparsi quando nelle feci sono presenti sangue e pus, perché potrebbero indicare la presenza di una patologia più grave.

Se c’è anche vomito, inappetenza, debolezza e febbre è consigliabile raccogliere un campione di feci e rivolgersi al veterinario tempestivamente, in modo che siano analizzate e il cane possa essere sottoposto ad una visita accurata, che indicherà la malattia che provoca la diarrea e tutti gli altri sintomi che l’accompagnano.

---

Articolo revisionato da

giuseppe-terlizzi



Giuseppe Terlizzi
Medico veterinario