News :
wamiz-v3_1

Attenzione alle strade roventi!!!☀🔥

PubblicitĂ 

I benefici degli ultrasuoni per cani

Cane con testa appoggiata su tappetino advice
© Pixabay

Gli ultrasuoni per cani, in genere, si ricollegano all'uso di un fischietto per attirare l'attenzione degli animali. Tu sapevi che si utilizzano anche a scopi benefici? No? Allora leggi il nostro articolo!

Di Claudia Scarciolla

Gli ultrasuoni per cani sono dei trattamenti di fisioterapia veterinaria che prevede l’uso di onde sonore ad alta frequenza. Proprio come per gli esseri umani, questa tecnica consente di generare una variazione di pressione nei tessuti, in modo tale da ottenere molteplici benefici di tipo antinfiammatorio, meccanico, termico e fisico-chimico. Di cosa tratta, esattamente, la fisioterapia ad ultrasuoni sui cani?

Cos’è la fisioterapia ad ultrasuoni?

L’applicazione degli ultrasuoni nei cani a fini terapeutici ha l’obiettivo o di trattare patologie che interessano le articolazioni, come displasie e osteoartrosi, contratture del tessuto muscolare o lesioni dei tendini del nostro amico a quattro zampe. Si tratta di un metodo spesso utilizzato nell'approccio medico della terapia del dolore e delle cure palliative. E nell’ambito della riabilitazione e fisioterapia veterinaria, gli ultrasuoni costituiscono una terapia mirata a ridurre gli edemi e l’infiammazione, che è solita generare dolore.

A seconda dei casi e della profondità che si vuole raggiungere, la frequenza delle onde può essere maggiore o minore. In linea generale, la frequenza utilizzata varia da 1 MHz a 3MHz e può essere eseguita con una potenza fino ai 3W/cm², anche se esistono apparecchiature a basse frequenze (30-70Khz).

Gli ultrasuoni per cani funzionano?

Gli effetti derivati, come già accennato, sono dunque, di tipo meccanico, in quanto le onde di frequenza inducono piccoli massaggi e pressioni che hanno un'azione spasmolitica, fibrolitica e osmotica cellulare. Di tipo termico, permettono di aumentare la vascolarizzazione dei tessuti e di ottenere effetti antalgici e antinfiammatori. Di tipo chimico, accelerando il processo metabolico. L’ultrasuonoterapia per cani è indicata come rimedio per diverse condizioni patologiche. Tra queste da annoverare, il riassorbimento degli ematomi, il favorire la cicatrizzazione, la cura degli spasmi muscolari e le contratture, il lenire i sintomi tipici delle artriti e periartriti e gli stati infiammatori, lo stimolare la rigenerazione dei tessuti e l’aumento della permeabilità della membrana.

In associazione ad altre terapie riabilitative, come l’idroterapia o la terapia manuale, questa tecnica consente di ottenere risultati massimi in termini di guarigione e riabilitazione della normale mobilità dell’animale. Gli ultrasuoni terapeutici nei cani sono tollerati poiché il trattamento dura pochi minuti (di solito una decina) e Fido beneficia, nel corso della seduta, di una sensazione piacevole, non fastidiosa o dolorosa. Ovviamente, è la professionalità del fisioterapista che utilizza questo metodo a fare la differenza. Infatti, trattandosi di un animale che ha un modo di comunicare non verbale, prima di iniziare il trattamento, ci si dovrà guadagnare la fiducia del cane, approcciandosi in modo tale che il cane possa sentirsi a proprio agio.

Come funziona la fisioterapia ad ultrasuoni veterinaria?

La terapia ad ultrasuoni per cani viene svolta per mezzo di un apparecchio specifico. Alle sue estremità, il dispositivo presenta un manipolo che il veterinario fisioterapista utilizza sull’animale in fase di trattamento. Per permettere la trasmissione delle onde sonore, si è soliti ricoprire la zona interessata con del gel conduttore da ultrasuoni. E nel caso in cui il pelo sia folto o impedisca la completa aderenza tra il manipolo del dispositivo e la zona da trattare, questo viene rasato. In alternativa, il trattamento ad ultrasuoni può avvenire anche in immersione, per fare in modo che vi sia una maggiore aderenza tra tessuto e apparecchio e non vi sia l’interposizione dell’aria ad impedire la corretta infiltrazione degli ultrasuoni.

La fisioterapia ad ultrasuoni veterinaria è svolta un veterinario specializzato in fisioterapia per animali sia in ambulatorio che presso il domicilio del paziente. Essa può essere applicata sia facendo sdraiare il cane che lasciandolo in piedi a seconda della zona che si andrà a trattare. Ecco un esempio pratico di come si svolge una seduta di terapia ad ultrasuoni nei cani.

Conclusioni

Sottoporre il proprio cane ad una terapia, come quella ad ultrasuoni, è una scelta mossa da un atto di grande amore verso il proprio animale. Non volendo far soffrire più del dovuto, in caso di patologie o per l’avanzare dell’età, un padrone, con il supporto di un bravo medico veterinario, può optare per questo tipo di trattamento facendo fronte ai costi e al tempo necessario affinché la terapia faccia effetto.

Si ringrazia la Dott.ssa Clelia Bargagli Stoffi per aver revisionato questo articolo.