Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Qual è l’alimentazione giusta per problemi urinari nel gatto?

primo piano di gatto con ciotola advice

Problemi urinari nel gatto ed alimentazione adeguata a prevenirli.

© Shutterstock

I problemi urinari nel gatto possono essere un disagio: in questo articolo illustriamo l’alimentazione giusta per prevenirli ed eventualmente ridurli.

Di Dr. Liz Barton MA, VetMB, MRCVS

Pubblicato il 26/10/20, 18:38

I problemi urinari nel gatto possono insorgere per molteplici ragioni, ma un'alimentazione mirata è un ottimo alleato per risolverli e, ovviamente, prevenirli.

Possiamo quindi imparare a modulare le assunzioni relative di nutrienti del gatto al fine di mantenere in salute la sua vescica ed i suoi reni, fermo restando che in caso di sofferenza è sempre opportuno rivolgersi al veterinario.

Che ruolo ha l’alimentazione nei problemi urinari nel gatto?

I problemi urinari nel gatto sono strettamente correlati alla sua alimentazione: l’apporto di minerali, proteine e calorie gioca, infatti, un ruolo chiave nella qualità dell’urina escreta, che si riflette chiaramente sugli organi quali reni e vescica.

I minerali e le proteine, infatti, possono avere effetti sul pH delle urine, alterandolo, ed in alcuni casi possono indurre calcoli renali.

Anche la quantità d’acqua e, di conseguenza, il livello di umidità del cibo incidono sulla densità delle urine e questo può fare la differenza in un gatto che presenta infiammazione della vescica: urine più diluite saranno meno irritanti.

Quali sono i fattori di rischio legati all'alimentazione?

Vi sono quattro fattori di rischio legati ai problemi urinari nel gatto, che possono essere tenuti sotto controllo mediante una dieta adeguata:

  • Obesità: i gatti in sovrappeso hanno maggiore probabilità di sviluppare problemi urinari.
  • Diabete: i gatti diabetici possono presentare alti livelli di glucosio nelle urine, che aumentano il rischio d’infezioni alle vie urinarie.
  • Vecchiaia: i gatti anziani sono soggetti ad invecchiamento dei reni, che si ripercuote sulla produzione di urina.
  • Stress: talvolta, un gatto stressato può presentare problemi urinari.
Quali sono i rimedi contro il forte odore di urina del gatto?

Perché la dieta è importante contro i disturbi urinari nel gatto?

Una dieta studiata ad hoc per la situazione può essere la prima arma contro i problemi urinari.

La dieta naturale dei gatti selvatici è basata principalmente su proteine e grassi, che sugli altri macronutrienti.

Quali sono gli alimenti più indicati nel trattamento di disturbi urinari nel gatto?

Il giusto cibo per problemi urinari nel gatto contiene principalmente le seguenti componenti:

  • alto contenuto di acqua, che diluisce le urine;
  • basso contenuto di minerali;
  • acidi grassi polinsaturi, che riducono l’infiammazione alla vescica;
  • L-triptofano e cardo mariano, che riducono i livelli di stress.

In generale, per un gatto con problemi urinari si ricorre ad una dieta prescritta dal veterinario, che ha delle similitudini con la dieta per gatti anziani.

Quali sono gli alimenti da non dare ad un gatto con problemi urinari?

Gli alimenti controindicati nel gatto con problemi urinari sono:

  • latte, che essendo ricco di calcio, aumenta il rischio di calcoli urinari;
  • alimenti con alto contenuto di minerali, che possono indurre formazione di calcoli;
  • alimenti con alto contenuto di carboidrati, che abbassano il pH delle urine, rendendolo più alcalino e di conseguenza più soggetto alle infezioni;
  • alimenti con alto contenuto di proteine, che similmente ai minerali, possono indurre la formazione di calcoli.

Quali sono i problemi urinari nel gatto?

Ma quali sono i problemi a carico dell’apparato urinario che possono interessare i gatti? 

Principalmente sono legati alla formazione di calcoli che limitano la pervietà delle vie urinarie del gattoe che possono formarsi nei reni, negli ureteri, nell’uretra e nella vescica. Talvolta, la formazione di calcoli renali può finanche indurre insufficienza renale nel gatto.

La parete della vescica poi, è particolarmente sensibile alla concentrazione ed al pH alcalino dell’urina che vi si deposita: questo può determinare infiammazioni dolorose.

In gatti che soffrono particolarmente lo stress, può presentarsi una cistite da stress, che in genere rientra nel momento in cui i livelli di stress si riducono.

Infine, ci sono tutta una serie di infezioni batteriche che possono interessare le vie urinarie e che principalmente si contraggono da una lettiera sporca. Pertanto, sarà quindi indicato tenere sempre pulita la lettiera di Micio, di modo che non vi siano passaggi di batteri fecali dalle zampe, al pelo, all’ingresso del tratto urinario.

Come capire se il gatto ha problemi urinari?

I sintomi di un gatto con problemi urinari sono:

  • difficoltà nella minzione;
  • tracce ematiche o sangue nelle urine.

Qualora Micio dovesse presentare sintomi del genere sarà opportuno rivolgersi ad un veterinario.

Trattamento

Sorge a questo punto spontanea la domanda, come curare i problemi urinari nel gatto?

Per i vari tipi di calcoli e per le infiammazioni della vescica, una dieta corretta, prescritta dal veterinario, e mirata alla produzione di urine meno concentrate e più acide, può essere sufficiente ad arginare il problema.

Anche nella risoluzione della cistite da stress, la dieta può giocare un ruolo determinante.

Per quanto riguarda le infezioni batteriche, esse richiedono la somministrazione di antibiotici mirati, talvolta anche in più cicli, prescritti dal medico veterinario.