Cosa mettere nella ciotola dei cani?🐶

Pubblicità

Cure e sintomi dell’atassia cerebellare del gatto

gatto grigio in primo piano con atassia cerebellare

I sintomi e le cure dell'atassia cerebellare del gatto.

© 3093594/Pixabay

L’atassia cerebellare del gatto è una condizione neurologica di difficile spiegazione. Noi di Wamiz proviamo a elucidare cause, cure e sintomi di questo disturbo felino davvero invalidante.

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il 26/02/21, 21:29

L’atassia cerebellare del gatto è un disturbo del sistema nervoso che si manifesta con una limitazione e una grande difficoltà nell’esecuzione di movimenti volontari, problemi neurologici, ma non solo.

Si tratta di una condizione che appare quando ci sono lesioni in quelle sfere del cervello che controllano i movimenti muscolari: cervelletto, midollo spinale e/o nervi periferici.

Ma cosa comporta nella vita di tutto i giorni l’atassia cerebellare del gatto? Esistono delle cure? Scopriamo tutto su questo invalidante disturbo e su come coglierne i sintomi.

Cos’è l’atassia del gatto?

L'atassia, in generale, è una condizione relativa a una disfunzione sensoriale che produce una perdita di coordinazione motoria degli arti, della testa e/o del tronco.

Sono stati individuati tipi clinici di atassia:

  • sensoriale;
  • vestibolare;
  • cerebellare.

Tutti e tre producono cambiamenti nella coordinazione degli arti, ma l'atassia vestibolare e cerebellare producono anche cambiamenti nel movimento della testa e del collo.

Conosci tutti i problemi neurologici del gatto? Leggi il nostro approfondimento

L’atassia sensoriale

L'atassia sensoriale, detta anche propriocettiva, si verifica quando il midollo spinale viene lentamente compresso.

Un tipico sintomo esteriore dell'atassia sensoriale è il dislocamento delle zampe, accompagnato da una progressiva debolezza con l'avanzare della malattia. Questo tipo di atassia può verificarsi con lesioni al midollo spinale, al tronco cerebrale (la parte inferiore del cervello vicino al collo) e/o al cervello.

…la vestibolare

Il nervo vestibolo-cocleare trasporta le informazioni relative all'equilibrio dall'orecchio interno al cervello.

Se tale nervo viene compromesso, è possibile che si manifestino dei cambiamenti nella posizione della testa e del collo, poiché l'animale colpito può avvertire un falso senso di movimento o avere problemi di udito.

I sintomi esteriori includono: 

  • Inclinazione della testa,
  • Perdita di equilibrio,
  • Rotolamento,
  • Debolezza nelle zampe,
  • Movimenti oculari,
  • Sonnolenza/ stato coatoso.

E l'atassia cerebellare del gatto?

L'atassia cerebellare del gatto, invece, coinvolge la parte del cervello responsabile dell'equilibrio e della coordinazione.

Questa mancanza di controllo è spesso presente dalla nascita, ma può anche essere causata da danni o infiammazioni al cervello. Soffermiamoci su questo terzo tipo.

Cause

Le cause dell'atassia nei gatti sono diverse e vengono generalmente divise a seconda dell'atassia che colpisce Micio.

Per qualto rigaurda la cerebellare le ragioni del suo sviluppo possono essere: 

  • Emorragia del cervello (da ictus o trauma contundente),
  • Difetti genetici,
  • Esposizione a tossine prima della nascita,
  • Infezione virale (come la peritonite infettiva felina)
  • Infezione parassitaria (come la toxoplasmosi),
  • Meningite,
  • Punture di insetti,
  • Tumori benigni o maligni,
  • Diminuzione dell'apporto di sangue al cervello,
  • Ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue),
  • Ipocalcemia (bassi livelli di calcio),
  • Disturbi del sistema immunitario,
  • Malattia da accumulo di glicogeno,
  • Vasculite del sistema nervoso centrale,
  • Encefalite,
  • Carenza di vitamina E.

Sintomi

La gamma e la gravità dei sintomi associati all'atassia variano notevolmente a seconda del tipo di atassia presente e della causa dell'insorgenza.

In generale, i segni da tenere d'occhio includono:

  • "Andatura" traballante,
  • Movimenti goffi,
  • Debolezza,
  • Ondeggiamento,
  • Inclinazione della testa,
  • Passi anormalmente alti e scoordinati,
  • Tremori,
  • Vomito,
  • Movimenti oculari anormali,
  • Cambiamenti comportamentali.

Nel gatto affetto da atassia cerebellare si noterà sopratutto un cambiamento nell'attività motoria scoordinata degli arti, della testa e del collo. Micio fa grandi passi, cammina in modo strano, la testa come pure il corpo possono tremare e il busto ondeggia.

L'atassia cerebellare del gatto si manifesta con un'inadeguatezza nello svolgimento dell'attività motoria e nella conservazione della forza.

Come si cura l’atassia cerebellare del gatto?

Naturalmente, il trattamento prescritto dipenderà dal tipo di sintomi manifestati e dalla loro causa. Potrà trattarsi di somministrazione di medicinali in caso di infezione o di un intervento chirurgico in caso di traumatismo o tumore.

In ogni caso, si tratta di un disturbo che deve essere immediatamente monitorato. Se il gatto presenta dei segni di atassia, contattare immediatamente il veterinario. 

Diagnosi di atassia cerebellare nel gatto

Per formulare la diagnosi esatta il veterinario raccoglierà un massimo di elementi per identificare al meglio la causa del disturbo. Sarà quindi compito di noi padroni spiegare nel modo più preciso possibile cosa portebbe essere accaduto.

In particolare, bisognerà precisare se Micio ha la possibilità di accedere all'esterno, se può essere stato a contatto con sostanza tossiche, ecc. Bisognerà anche spiegare allo specialista se l'animale presenta altri sintomi associati, di cui parleremo nel paragrafo che segue. 

Degli esami complementari potranno essere necessari per valutare lo stato di salute generale del gatto: analisi del sangue, biopsia in caso di tumore, radiografia, ecc. 

Atassia e altri disturbi

L'atassia può essere accompagnata da altri disturbi in relazione alla compromissione del sistema nervoso centrale del gatto che può manifestare incontinenza, movimenti incontrollati o, ancora, complicazioni a livello di bronchi e problemi cardiaci.

---

Articolo revisionato da:

Flavia Chianese
Zootecnica