News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Come alzare le difese immunitarie del gatto?

gattino-gioca-con-mamma-gatta advice

Come aumentare le difese immunitarie del gatto?

© Shutterstock

Le difese immunitarie vengono trasmesse al gattino dalla madre nelle prime fasi di vita. Come si può potenziare il sistema immunitario del gatto? L’esperta risponde. 

Di Flavia Chianese

La nascita è il momento più delicato per un gattino. Questo perché il suo sistema immunitario non è ancora in grado di proteggerlo al meglio dall’attacco di agenti patogeni come virus e batteri.

Abbiamo chiesto all’esperta veterinaria Alice Watson di spiegarci come il gatto acquisisce tale meccanismo di difesa e come rafforzarlo quando le cure parenterali sono state insufficienti. 

Come funziona il sistema immunitario del gatto?

In molte specie viventi il meccanismo di protezione contro agenti patogeni (virus, batteri, miceti e parassiti) è rappresentato dal sistema immunitario.

Affinchè il gatto cresca forte e in salute è importante che il suo sistema immunitario si sviluppi al meglio nelle prime fasi di vita.

Mamma gatta gioca in questo un ruolo fondamentale, conferendo al piccolo una prima immunità di tipo passivo. Con il passare dei mesi, il gatto sarà in grado di produrre anticorpi specifici contro determinati agenti patogeni: questo è il tipo di immunità acquisita

Cos’è l’immunità passiva? In che modo protegge il gatto?

«Il gattino appena nato ha un sistema immunitario immaturo, non ancora in grado di rispondere alle infezioni», afferma la dott. Watson.

Parte di questa prima immunità viene trasmessa in due modi:

  • Attraverso la placenta, durante la gravidanza;
  • Bevendo il colostro, cioè il primo latte prodotto dalla madre. 

Cos’è il colostro del gatto e quanto è importante?

Il colostro è il primissimo latte prodotto dalla madre subito dopo il parto, fino alle 24h ore successive. Ha una consistenza più densa e un colore bianco-giallino.

Tale diversità fisica è dovuta al fatto che il colostro è ricco di sostanza nutritive ma anche di anticorpi, fondamentali per riconoscere e inattivare potenziali attacchi microbici.

Il colostro viene assorbito nell’intestino del gattino appena nato, e in tal modo le difese immunitarie trasmessegli dalla madre entrano nel circolo sanguigno.

Per questo motivo un allontanamento precoce lo espone maggiormente ad infezioni, setticemia e morte precoce. 

Quali sono le alternative al colostro?

È molto importante che il gatto riceva il colostro dalla madre, ma purtroppo questo non è sempre possibile. Come ci spiega la dott. Watson, abbiamo 2 possibili alternative, da valutare preventivamente con il veterinario: 

  • Somministrare il colostro di un’altra gatta in salute. Va verificata la compatibilità del gruppo sanguigno, per evitare il rischio che il micio sviluppi una forma di anemia nota come isoeritrolisi neonatale.
  • Usare il siero di un gatto adulto sano. Nel siero del sangue (parte liquida) sono contenuti gli anticorpi. Il donatore ideale dovrebbe vivere in un ambiente simile a quello del cucciolo, in modo da potergli trasmettere un'immunità utile a contrastare i germi con i quali entrerà più frequentemente in contatto. 

Come potenziare il sistema immunitario del gatto?

Secondo la veterinaria Watson «nelle prime settimane di vita è di grande importanza che il piccolo assuma il latte dalla madre, per assicurarsi una discreta quantità di anticorpi derivanti dal colostro. Per potenziare il sistema immunitario del gatto in questa fase bisogna assicurarsi che la madre abbia tutti i vaccini necessari e che la sua dieta sia di qualità, cioè contenga tutte le sostanze di cui ha bisogno in questa fase delicata.»

Se la madre non produce latte o se il piccolo non si attacca alla mammella, è necessario contattare il veterinario quanto prima per valutare la possibilità di fornire un colostro alternativo.

Rafforzare il sistema immunitario dopo lo svezzamento

Lo svezzamento dei gattini comincia in genere all’età di 4 settimane, fino a raggiungere l’autonomia alimentare intorno alle 10-12 settimane.

Anche in questa fase si può intervenire per rafforzare il sistema immunitario del piccolo attraverso l’alimentazione, ma non solo.

Alimentazione post svezzamento

A giocare un ruolo fondamentale nel rafforzamento del sistema immunitario sono le sostanze antiossidanti.

Gli antiossidanti vengono forniti con l’alimentazione e comprendono vitamine, minerali e macronutrienti in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare causato dai radicali liberi.

La vitamina E, C e la taurina sono alcuni esempi che un cibo di qualità per gattini dovrebbe contenere. Non solo i giovanissimi, ma anche i gatti anziani ne hanno particolare bisogno in quanto li aiutano a contrastare alcune patologie tipiche dell’età.

Prendersi cura di pelle e pelo del gatto

La pelle e il pelo rappresentano la primissima difesa del sistema immunitario. Essendo un’importante barriera fisica contro i patogeni, la sua salute non va mai sottovalutata.

Ferite, ustioni e infezioni favoriscono l’insorgere di malattie e peggiorano la qualità della vita di Micio.

Ricercate alimenti ricchi di Omega 6, zinco e biotina che miglioreranno la qualità e la lucentezza del pelo, rafforzandone il potere protettivo. 

Altri trucchetti per tenere in salute il tuo gatto

Il sistema immunitario può essere influenzato da molti altri fattori, ecco cosa può contribuire a rafforzarlo:

  • L’attività fisica contribuisce alla salute del gatto: durante il movimento aumenta l’ossigeno nel circolo sanguigno che aiuta a riparare e a rigenerare i tessuti.
  • L’acqua fresca contribuisce a regolare la temperatura e favorisce la circolazione dell’ossigeno che in questo modo raggiungerà il cervello in quantità adeguate. Anche fornire cibo umido contribuirà alla sua idratazione, fondamentale per la sua salute.
  • Le difese immunitarie aiutano anche a contrastare lo stress. Con il giusto apporto di nutrienti e uno stile di vita sano, il gatto sarà energico e curioso, contrariamente situazioni di stress potrebbero avere la meglio condizionando con il passare del tempo anche la sua salute. 

Fornire le giuste cure sin dalla gravidanza, è la chiave per far sì che i neonati diventino un giorno dei gatti forti, sani e felici!

Leggi anche