Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Quali sono le caratteristiche del gatto più piccolo del mondo?

gatto-munchkin-con-nastrino-azzurro-al-collo advice

Alla scoperta del gatto più piccolo del mondo.

© Pixabay

Il gatto più piccolo del mondo? Esiste, e si chiama Pixel. Ecco chi è e quali sono altre razze da considerarsi tra le più piccole del mondo esistenti.

Di Clara Amodeo

aggiornato il 26/02/20, 18:47

Esiste il gatto più piccolo del mondo? E, se sì, com’è fatto? Perché ha vinto questa palma? Le risposte a tante domande non sono univoche.

Di certo al mondo, a fronte di dimensioni standard riconosciute per il gatto domestico, esistono alcune razze che possono essere considerate più piccole di altre.

Attualmente, tuttavia, non si ha traccia di un gatto più piccolo al mondo da Guinness World Record, anche se c’è un esemplare che è in lizza per diventarlo.

Di fianco a questa balzana categoria, poi, ci sono tanti altri gatti che attendono di essere insigniti di altri epiteti, quali il più bello, il più brutto, il più grosso, il più grasso.

Avremo modo di vedere più avanti tutti questi record, mentre in questo articolo abbiamo deciso di dare maggiore risalto al gatto più piccolo del mondo e ai gatti che restano piccoli.

Quali sono i parametri per definire il gatto più piccolo al mondo?

Ma prima di iniziare, è bene capire come mai talune specie o l’esemplare di cui parleremo sono considerati i gatti più piccoli al mondo. Per farlo, bisogna partire dalle basi: quanto misura un gatto standard?

Per quanto riguarda il più comune e diffuso gatto domestico (Felis catus o Felis silvestris catus), esso pesa in media tra i 2,5 e i 4,5 kg e misura da 46 a 51 cm senza la coda che misura dai 20 ai 25 cm.

Il record di peso e grandezza è detenuto da Balù, un gatto castrato italiano che alla sua morte nel 2010 pesava 23 kg per 96,5 cm di lunghezza totale.

Le razze di gatto più piccole della media

Di fronte a queste misure, possiamo affermare che esistono dunque delle razze di gatto che sono più piccole della media:

  • l’American Curl è contraddistinto dalla particolare forma delle orecchie, arricciate all’indietro. I gatti che appartengono a questa razza pesano dai 2 ai 3,5 kg;
  • i Cornish Rex, invece, sono strani (ma belli) felini sprovvisti di pelliccia esterna, dal momento che sono dotati soltanto di una sottile peluria che assomiglia a piccole piume rivolte verso il basso e, anche per questo motivo, pesano 3,5 kg al massimo;
  • i Devon Rex sono caratterizzati da un corpo snello, grandi orecchie, e un manto ondulato: considerati appartenenti a una delle razze feline più intelligenti, questi micini pesano tra i 2 e i 3,5 kg;
  • i Singapura, i cui esemplari sono considerati parte della razza di gatto più piccola al mondo, arrivano a un peso massimo di 2,5 kg;
  • i Munchkin, infine, sono allevati proprio per accentuare le loro dimensioni mignon: non a caso questi piccoletti, conosciuti anche come “gatti bassotti”, sono una delle più piccole razze feline esistenti e pesano al massimo 3 kg.

Come si chiama il gatto più piccolo del mondo?

E proprio a quest’ultima razza appartiene il gatto più piccolo del mondo. Considerato anche il gatto più bello e piccolo al mondo, quest’ultimo si chiama Pixel, è alto circa 12,7 cm e appartiene proprio alla razza Munchkin. 

Come dicevamo in precedenza, le sue dimensioni così ridotte gli hanno fatto ricevere una proposta per entrare nel Guinness dei Primati.

Come si presenta un gatto Munchkin? E quali sono le sue caratteristiche?

Partiamo dalle origini, che sono tuttavia incerte: l’origine di questa razza è infatti piuttosto casuale e anche molto recente. Esso proviene dagli Stati Uniti: il primo esemplare è infatti nato nel 1983 in Louisiana, in un allevamento da anni dedito alla ricerca di una varietà di felini dalle zampe cortissime.

I progenitori di questo standard sono due gatti da strada comuni dai quali, dopo vari incroci con i loro discendenti, si è ottenuto il gatto che conosciamo oggi.

Da questa razza, inoltre, gli americani hanno selezionato molte altre razze di gatti in miniatura e anche se la selezione risale al 1944, il riconoscimento ufficiale è di recente acquisizione.

Di certo, tuttavia, c’è che il successo e la popolarità di questa razza sono arrivati subito, tanto che il Munchkin non è solo il gatto più piccolo del mondo ma una delle razze più amate in assoluto.

Merito del suo carattere, socievole e vivace, al punto che gli piace la compagnia degli umani e anche di altri animali. Anche l’aspetto, poi, gioca a suo favore: la testa è triangolare, il muso è sottile, il cranio è tondeggiante e gli occhi sono grandi, vispi e intelligenti.