Pubblicità

Quali sono i sintomi di un cane con problemi neurologici?

Bulldog francese riposa sul prato

Cane con problemi neurologici: come riconoscerlo?

© dankeschön / Pixabay

I sintomi di un cane con problemi neurologici possono essere molto variabili, dal coinvolgimento della sfera motoria a quella comportamentale.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il

Proprio come quella umana, la neurologia veterinaria è una branca estremamente complessa: le strutture che compongono il sistema nervoso coordinano tutto l’organismo e un turbamento di questo equilibrio non è sempre facile da riconoscere.

Scopriamo come cogliere i sintomi di un cane con problemi neurologici e quali sono i più frequenti. 

Cane con problemi neurologici: cosa sapere

I disturbi neurologici del cane possono essere di diversa natura e manifestarsi in modi molto variabili e controversi. Episodi a carattere neuropatologico possono insorgere nel cane gradualmente o in modo acuto, ad ogni età e razza di cane.

La diversità dei sintomi dipende strettamente dall'organo coinvolto. Le strutture principali del sistema nervoso sono 3: 

  • il cervello
  • il cervelletto
  • il tronco cerebrale

Ad ognuna di esse è deputata una o più funzioni importantissime per l'organismo, come la coordinazione del movimento, le capacità cognitive e la regolazione delle funzioni vitali. 

Quali sono i sintomi di un cane con problemi neurologici?

Le più comuni manifestazioni di disturbi del sistema nervoso del cane sono caratterizzate da:

  • Convulsioni;
  • Movimenti rapidi degli occhi;
  • Problemi di equilibrio: testa inclinata, andatura traballante (come se fosse ubriaco);
  • Incapacità di camminare;
  • Trascinamento delle zampe posteriori o anteriori;
  • Dolore alla colonna vertebrale e/o al collo;
  • Disturbi comportamentali (Confusione, disorientamento, fissare il vuoto o bloccarsi negli angoli)

Oltre che osservare i sintomi "fisici" è sempre utile osservare i problemi comportamentali dei cani con disturbi mentali. Questi infatti possono manifestarsi attraverso comportamenti inusuali, come:

  • Ansia/paura ingiustificata
  • Comportamento aggressivo difensivo
  • Percezioni anomale (abbaiano senza una causa, inseguire ombre o luci, guardare fisso nel vuoto o vagare senza meta.
  • Confusione, irritabilità, disturbi del sonno

Cogliere in tempo questi segnali e sottoporli quanto prima al veterinario risulta di primaria importanza per garantire maggiori probabilità di successo terapeutico

Quali sono le principali malattie neurologiche del cane?

Nonostante siano numerosissimi i disturbi in grado di inficiare il sistema nervoso centrale, anche in veterinaria esistono dei disturbi neurologici particolarmente frequenti nella specie canina:

1. Convulsioni

Le convulsioni sono manifestazioni tipiche dei disturbi neurologici ma, al contrario di quanto si pensi, l’epilessia non è l’unica causa: anche uno scompenso di zuccheri nel circolo sanguigno, o una carenza di calcio, così come la presenza di tumori o infezioni, possono dar origine a questo spiacevole fenomeno. Solo con degli esami diagnostici è possibile risalire all'origine certa della causa.

2. Malattie del midollo spinale

La mielopatia degenerativa è una delle malattie neurologiche più comuni nel cane. Essa rientra tra le malattie al midollo spinale che ha il compito di veicolare le diverse informazioni ai distretti corporei. Sono molto pericolose, poiché possono condurre a forte dolore o addirittura a paralisi.

3. Malattie dell'apparato vestibolare

Il sistema vestibolare consente agli animali vertebrati (compreso l'uomo) di mantenere l'equilibrio, di orientarsi in base alla posizione della testa e consente inoltre agli occhi di seguire i movimenti senza avere le vertigini. In corso di malattia vestibolare infatti vengono spesso usati farmaci anti nausea. Perciò se il cane ha problemi nel bilanciare i movimenti, la sindrome vestibolare potrebbe essere una possibile causa. 

4. Malattie del disco intervertebrale

Le malattie del disco intervertebrale comportano mal di schiena nel cane e mancanza di coordinazione. Le cause sono spesso correlate ad un indurimento del materiale tra le vertebre che può provocare attrito e dolore. 

Quanto vive un cane con problemi neurologici?

L’aspettativa di vita di un cane con problemi neurologici deriva da tantissimi fattori diversi, in primis ovviamente dalla causa specifica del malessere, ma anche dalle condizioni generali di salute e dall’età dell’animale.

Tuttavia la maggior parte delle malattie neurologiche è curabile o può essere gestita attraverso una terapia atta a contenere i sintomi. 

Come curare un cane con problemi neurologici?

Come abbiamo visto, i disturbi neurologici possono avere molte implicazioni, senza necessariamente comportare un radicale cambiamento nelle condizioni di salute del cane, perciò anche se possono spaventare, è bene agire prontamente e con lucidità in modo da prevenire il peggioramento della malattia sottoponendo il nostro cane ad un controllo veterinario quanto prima.

Dopo alcune indagini (es. tecniche di imaging come tc e Rx), ed esami biochimici ed ematologici il veterinario stabilirà il percorso terapeutico più adatto al vostro 4 zampe: alcune volte sarà necessario un trattamento farmacologico di breve durata, altre potrebbe perdurare a vita, in altri casi ancora potrebbe essere necessario intervenire chirurgicamente. 

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare