Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Qual è la giusta alimentazione per un cane con malassezia?

cane con malassezia che si gratta advice

La malassezia del cane necessita di un'alimentazione adeguata.

© Pixabay

La malassezia del cane può guarire più velocemente grazie alla giusta alimentazione. Ecco qualche consiglio su come affrontarla e quali cibi evitare.

Di Nina Segatori

aggiornato il 05/10/20, 12:37

La malassezia del cane si può tenere a bada con una corretta alimentazione, associata alla giusta cura. Il veterinario, una volta diagnosticata la malattia, potrà prescrivere i rimedi necessari e consigliare i cibi da evitare per scongiurare il pericolo di un peggioramento. 

La dieta non è, però, un rimedio che da solo può rivelarsi efficace per risolvere completamente il problema. Come in ogni altro caso di salute, però, è sempre utile per evitare che una cosa facilmente curabile possa diventare qualcosa di più grave, soprattutto quando, come in questo caso, si tratta di qualcosa che tra le cause ha una forma di allergia alimentare

Cos'è la malassezia del cane?

La malassezia canina è una dermatite che può colpire il cane (ma anche il gatto), che attacca la pelle dell'animale domestico ed è tra le più diffuse.

Nello specifico si tratta di un lievito (malassezia) già presente naturalmente nell’organismo dell’animale. Quando, però, l’ecosistema cutaneo si altera per una qualche ragione, allora diventa un fungo, che prolifica, causando la malattia. 

Alcuni cani sono più predisposti geneticamente alla prolificazione di questo microrganismo, come ad esempio il Cocker Spaniel, il Bulldog e il Golden Retriever, ma ci sono anche cause diverse che possono dar vita a questa fastidiosa patologia.

Quali sono le cause della malassezia nel cane?

Tra le cause ci sono prima di tutto le allergie alimentari ed è per questo che seguire una dieta adatta potrà aiutare a risolvere prima il problema.

Altri motivi scatenanti sono le malattie endocrine, l’uso prolungato di antibiotici o problemi al sistema immunitario.

Inoltre, se mamma cane soffre di malassezia durante il parto, questa verrà trasmessa al cucciolo che una volta nato, erediterà tale patologia, che potrebbe rimanere silente anche per tutta la vita.

Dove si forma la malassezia?

La malassezia può colpire l’intera cute del cane, ma negli esemplari sani questo microrganismo risiede soprattutto nel condotto uditivo (oltre che tra le zampe e sotto le ascelle) ed è lì, che una volta alterato l’ecosistema cutaneo, prolifica maggiormente, comportando problemi.

Otite da malassezia

Per questo motivo può accadere che la malassezia del cane venga scambiata per otite, anche perché i sintomi sono molto simili: eritema, cattivo odore, pelle del cane squamata e seborrea.

In realtà, una è la causa dell’altra e vicerversa, quindi il cane che ha la malassezia, verrà colpito da un’otite molto fastidiosa, riconoscibile, tra le altre cose, anche da un evidente prurito.

Se non curata tempestivamente, la malassezia canina può provocare un’otite cronica.

Come curare la malassezia del cane con l'alimentazione?

Essendo l’allergia alimentare una delle cause che scatena il prolificare del microrganismo che provoca malassezia nel cane, è importantissimo curare l’alimentazione e adottare la giusta dieta. 

Nessuno meglio del veterinario saprà consigliare cosa deve mangiare in caso di dermatite da malassezia nela cane, una volta analizzato il caso specifico e scoperta la giusta causa. 

Proprio per questo, a parte qualche consiglio generico, non è possibile stabilire una dieta fai da te, adatta a tutti i cani che hanno la malassezia. Assolutamente necessario è, infatti, capire perché l’animale ha questo tipo di patologia. Solo così sarà possibile adottare la dieta adatta alla situazione.

La cosa certa è, però, che l’alimentazione è al primo posto tra le cose da gestire, perché, insieme alla giusta cura, aiuterà a risolvere il problema.

Qualunque medicina risulterebbe inutile, soprattutto per quanto riguarda eventuali ricadute, se la causa è un’allergia alimentare e non si esclude dalla dieta quello che scatena l’allergia.

L'ingerimento dei cibi dannosi

Detto questo, sono molti i casi di cani che soffrono di malassezia a causa dell’ingerimento di alcuni cibi. Tra questi ci sono:

  • il pollo;
  • il lievito del pane;
  • il mais;
  • alcuni tipi di cereali.

Dopo aver consultato il veterinario, si potrà presto risolvere la situazione e vedere la cute del cane tornare normale, eliminando dall’alimentazione del cane, questo tipo di alimenti.

Può anche capitare che l’animale non sia allergico fin da piccolo, ma che sviluppi l’intolleranza man mano che cresce. Non diagnosticare in tempo questo tipo di problema può dare il via a tutta una serie di conseguenze, come appunto la malassezia canina, ma anche diarrea, fiacca e sete eccessiva.

Alcuni casi ormai cronici possono essere tenuti sotto controllo oltre che con una terapia fatta di fermenti lattici e protettori gastrici, adottando una dieta monoproteica, a base di pesce bianco e patate.

Sarà il veterinario a stabilire se seguire un’alimententazione semplice fatta in casa o se scegliere crocchette di alta qualità composte da una sola proteina.

---

Articolo revisionato da

francesco-reina



Francesco Reina
Assistente veterinario

Leggi anche