Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Cane e scottature da sole: rimedi e consigli contro le ustioni

Cocker spaniel marrone con gli occhiali da sole advice

Un cane ustionato può avere problemi molto seri, previeni le scottature del sole!

© Shutterstock

Le scottature da sole del cane possono essere pericolose nella stagione estiva: nonostante il pelo offra loro una protezione naturale, non di rado può accadere di vedere un cane ustionato.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il 07/07/20, 21:37

Cane ustionato? Il rischio di scottature da sole è sempre dietro l’angolo durante l’estate. Anche se il suo pelo funge da scudo termico ed è in grado di proteggere la pelle dalle radiazioni solari, un’esposizione prolungata potrebbe determinare importanti ustioni nelle zone della pelle più sensibili.

I cani a pelo corto, o quelli che hanno aree della pelle senza pelo, sono individui maggiormente a rischio.

Il cane al sole si ustiona: 3 regole per prevenire!

La prima regola è quella di evitare di esporre Fido al sole nelle ore più calde della giornata, infatti i cani sono più sensibili al caldo e più predisposti al colpo di calore
I nostri quadrupedi non sudano come noi umani, ma sono dotati di un diverso sistema di termoregolazione che gli permette di equilibrare la temperatura corporea.

Il calore nel cane viene infatti disperso in 2 modi:

  • Attraverso i cuscinetti delle zampe;
  • Ansimando, con la lingua.

Quando i cani tirano fuori le loro lingue lunghe e rosa non ci stanno facendo le boccacce, ma stanno scambiando calore con l’ambiente esterno, per convezione. 

La seconda è quella di lasciare sempre acqua fresca a loro disposizione, in modo da prevenire la disidratazione e il surriscaldamento del corpo. In questo modo il cane troverà ristoro e abbasserà la sua temperatura corporea per conduzione. 

La terza regola è di evitare creme protettive per uso umano che possono contenere molecole tossiche per i cani. Si possono fare delle eccezioni solo in caso di estrema necessità, ma esistono delle creme appositamente formulate per i nostri amici a 4 zampe.

Le creme vanno applicate su naso e cuscinetti delle zampe, oppure per idratare la pelle rendendola più resistente al calore. 

Se invece ci sono zone della cute non protette dal pelo, o se il cane è stato tosato da poco, una buona soluzione può essere l’utilizzo di una vecchia T-shirt: sarà protetto e…alla moda!

Il pelo rasato può favorire le scottature

La maggior parte delle ustioni della cute canina si hanno a causa di una tosatura del pelo troppo corta, quindi rivolgetevi sempre a dei professionisti.

Ricordate che la tosatura aiuta il cane a contrastare il caldo, ma il suo pelo funge anche da isolante termico, e perciò una rasatura troppo sottile lo espone a gravi rischi. 

Se progetti una vacanza al mare con Fido non dimenticare mai: un riparo fresco (ombrellone o tenda), un asciugamano da bagnare all’occorrenza su cui potrà stendersi, la protezione solare apposita e…la sua pallina preferita! 

Scottature alle zampe del cane

Le scottature alle zampe sono molto più frequenti e pericolose di quelle della cute. Ustioni ai cuscinetti (che corrispondono ai nostri polpastrelli) possono comportare seri danni.

Il contatto prolungato con una superficie rovente porta alla formazione di bolle che causano sofferenza e impediscono al cane di camminare in modo corretto, costringendolo ad assumere posture antalgiche per attenuare il dolore.

cuscinetto del cane danneggiato
Abrasione del cuscinetto, possibile causa di ustione.©Shutterstock

Tale condizione, se perpetuata nel tempo può portare allo sviluppo di zoppie di 3 grado.

Le bolle si creano a causa dell’infiammazione che provoca la fuoriuscita dai vasi sanguigni di un liquido trasparente e inodore chiamato essudato.

La loro rottura può favorire l’ingresso di batteri e corpi estranei, potenzialmente in grado di causare infezioni più gravi: in questo caso la ferita potrà assumere un odore sgradevole e sarà ancor più urgente un consulto veterinario. 

Come prevenire l'ustione ai polpastrelli del cane? 

Pur optando per la passeggiata nelle ore più fresche, pavimento e asfalto possono trattenere il calore per molte ore.

Basterà fare un piccolo test, poggiando la mano per terra: se riusciamo a resistere per 10 secondi senza scottarci, vuol dire che la temperatura è idonea ai cuscinetti del nostro amico. Occhio però alla durata della passeggiata!

Come si cura un cane ustionato alle zampe?

Se i cuscinetti delle zampe hanno subito scottature e appaiono arrossati, consumati o si sono formate delle bolle, la prima cosa da fare è raffreddare la zona con dell’acqua molto fredda o con del ghiaccio, per alcuni minuti.

Non vanno applicate creme o oli prima di aver consultato il veterinario. 

I cani dal pelo corto, bianco e dalla cute chiara sono maggiormente a rischio scottature: proteggili a dovere!

Quali sono i segnali di scottatura da sole nel cane?

Le ustioni sono molto comuni in alcune aree della pelle:

  • Naso e orecchie;
  • Pancia;
  • Zampe;

La pelle apparirà arrossata e disidratata, il naso molto secco. Il cane tenderà a grattarsi sulle aree colpite e a mostrare insofferenza e dolore al contatto. In alcuni casi sarà riluttante al movimento. 

Cane ustionato: cosa fare?

Se il cane ha una scottatura anche lieve, la cosa da fare è contattare il veterinario. Questo perché potrebbero esserci altre malattie concomitanti con l’ustione della pelle: i cani non si bruciano la cute così frequentemente come invece accade agli umani.

temperatura-asfalto
Fate sempre una prova dell'asfalto prima di uscire a passeggio col cane.©Wamiz