News :

Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

I benefici del colostro nel cane adulto

Cane adulto beve colostro da un piatto advice

I benefici del colostro per il cane adulto.

© Shutterstock

I benefici del colostro nel cucciolo di cane sono ormai un'evidenza scientifica. L'assunzione di questo "pre latte" conferisce al cucciolo un'immunocompetenza tale da renderlo preparato alle insidie patologiche tipiche della tenera età. Ma il colostro apporta benefici anche per il cane adulto?  

Di Giuseppe Terlizzi

Pubblicato il 25/09/20, 20:05

Assumere il colostro è uno step immunologico necessario e imprescindibile per il cucciolo di cane. Vivere una vita in salute parte innanzitutto dall'assumere una giusta quantità di colostro nelle primissime ore di vita.

Ma se questo non avviene? Se il cucciolo non riceve il colostro? Può assumerlo da adulto? Scopriamo insieme quali sono i benefici del colostro per il cane adulto!

Cos'è il colostro?

I benefici del colostro nel cane partono dalla sua composizione biologica: è un liquido color crema, molto denso, che viene prodotto dalle ghiandole di mamma cane nelle ore successive al parto prima del latte vero e proprio.

Contiene molecole immunitarie come le immunoglobuline che si associano ad una ricca schiera di nutrienti: vitamine, sali minerali, zuccheri, grassi e proteine.

Cosa succede prima e dopo il parto dei cuccioli?

Durante la gestazione il feto riceve sostentamento dalla placenta materna. Esistono diversi tipi di placenta a seconda dell'essere vivente di cui parliamo e nel cane viene definita endoteliocoriale, zonata e decidua.

Queste caratteristiche morfologiche si rispecchiano sulla funzione: sostentamento del feto senza un reale trasferimento immunitario.

A cosa serve il colostro al cane?

Ciò significa che gli anticorpi che i cuccioli ricevono dalla madre tramite il colostro sono molto importanti per fornire un'immunità iniziale contro alcune malattie.

Nel tempo il sistema immunitario del cucciolo inizierà a sviluppare anticorpi in maniera autonoma rendendolo immunocompetente.

Quanto tempo dopo la nascita i cuccioli devono assumere il colostro?

I cuccioli devono bere il colostro entro le prime ore dalla nascita. La tempistica di assunzione è un elemento cruciale: più passerà il tempo e minore sarà la capacità dell'intestino di metabolizzare i costituenti immunitari del colostro.

In letteratura scientifica esistono studi approfonditi su questa tematica (soprattutto per gli animali da reddito) che ci fanno capire quanto sia realmente importante.

Come funzionano gli integratori di colostro?

È importante distinguere il colostro naturale prodotto dalla madre dagli integratori di colostro presenti in commercio.

Gli integratori sono generalmente a base di colostro vaccino: questi non forniscono ai cuccioli una solida immunità come quella acquisita assumendo il colostro materno.

Ogni mammifero produce un colostro idoneo e funzionale per la propria specie. Gli integratori di colostro vaccino per il cucciolo rappresentano un valido supplemento nutritivo ma non immunitario.

A volte vengono somministrati integratori di colostro anche ai cani adulti.

Quali sono i benefici del colostro per il cane adulto?

I benefici immunitari del colostro per il cane adulto non sono comprovati scientificamente.

Secondo le attuali conoscenze la somministrazione di colostro per il cane adulto è assolutamente inutile ai fini immunitari in quanto l'intenstino non è in grado di assorbire le immunoglobuline materne che conferiscono un rafforzamento del sistema immunitario. 

Di certo la somministrazione di colostro per il cane adulto non è soltanto un'integrazione immunitaria, ma anche alimentare. Qui sorge un altro problema: il lattosio.

Il problema del lattosio nel cane adulto

Il cane adulto digerisce con difficoltà il lattosio riccamente presente nel colostro con ovvie conseguenze gastro-enteriche come il vomito o la diarrea.

Alcuni integratori di colostro non contengono lattosio e gli allevatori possono somministrarli alle cagne in gravidanza.

Quando il colostro migliora la vita del cane adulto?

Esistono delle condizioni patologiche che possono essere notevolmente migliorate grazie all'assunzione del colostro da parte del cane adulto. L'esito positivo non è sempre garantito ma, col supporto di un veterinario, potrebbe rivelarsi la soluzione giusta.

Di seguito un elenco di malesseri che possono migliorare con l'assunzione di colostro da parte del cane adulto:

Per acquistare il colostro ho bisogno di una prescrizione medica?

Esistono in commercio degli integratori di colostro che contengono i principali costituenti bilanciati e conservati in fialette monouso, colostro in polvere oppure già in formato bevanda.

Non è necessaria una prescrizione medica per poterli acquistare ma, di certo, è consigliabile consultare un veterinario prima di procedere con la somministrazione.

Quanto colostro dovrei dare al mio cane?

Se stai usando un integratore di colostro per cuccioli, segui le linee guida del produttore per la frequenza di somministrazione e la quantità di prodotto.

I cuccioli hanno bisogno di nutrirsi ogni 2 ore circa con un quantitativo di colostro non esagerato. Infatti una delle proprietà di questo elemento nutritivo è quella diuretica: contiene alte percentuali di magnesio che regolarizza la fisiologica defecazione del cucciolo. Occhio a non esagerare con le quantità!

Il colostro può essere una soluzione per gli animali domestici ansiosi?

Se pensi che il tuo cane possa avere ansia, parla con un veterinario o un comportamentista canino per trovare una soluzione valida a questo problema.

Alcuni specialisti dell'ambito comportamentale consigliano l'utilizzo di colostro per tranquillizzare il proprio cane, a tutte le età. Questo secreto contiene, infatti, delle proteine capaci di calmare Fido proteggendolo da paure e ansie ingiustificate.

Quali consigli chiedere al veterinario sul colostro?

Se notate che la vostra cagna non allatta i cuccioli nelle prime ore di vita dovete contattare immediatamente un veterinario.

I problemi che stanno alla base di questa mancanza possono essere ascrivibili alla salute della madre o a quella dei neonati.

L'obbiettivo da perseguire in ogni caso è la somministrazione del colostro al cucciolo il prima possibile per renderlo immunocompetente e pronto a iniziare al meglio la sua vita!