Tutti gli annunci di adozione🐶

PubblicitĂ 

Come evitare che il gatto salga sulla ringhiera del balcone e cada?

gatto-cammina-sulla-ringhiera-del-balcone advice

Come evitare che il gatto cada dal balcone? Ecco i pericoli e i rimedi!

© Shutterstock

Come evitare che il gatto cada dal balcone? Bastano alcuni trucchetti, ma prima scopriamo cosa spinge i nostri felini a sfidare l’ignoto e la gravità.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il 01/09/20, 20:31

I gatti sono animali curiosi, irriverenti, esibizionisti, che amano sfidare i propri limiti e le proprie capacità, ma soprattutto sono noti per essere degli eccellenti equilibristi.

Nonostante queste qualità siano ben riconosciute e apprezzate nel mondo degli umani, riesce difficile non provare apprensione quando si vede il proprio gatto camminare sospeso su una ringhiera, magari al quarto piano di un palazzo.

E allora cosa fare? Come evitare che il gatto cada dal balcone?

L’equilibrio del gatto

Nel mondo animale le caratteristiche di ciascun essere vivente possono risultare strabilianti e fuori dal comune.

Solitamente le predisposizioni a determinate performance fisiche sono direttamente correlate all’orientamento etologico dell’animale in questione: preda o predatore?

Nella propria tecnica di caccia un elemento imprescindibile è l’effetto sorpresa: avvicinarsi alla preda silenziosamente per aggredirla all’ultimo secondo.

Per fare ciò è necessaria una peculiare muscolatura, una buona propriocezione ma soprattutto un eccezionale equilibrio!

Una questione di orecchio 

Al contrario di quanto si possa pensare il senso dell’equilibrio non è correlato ad un’armonica proporzione tra impalcatura ossea e muscolatura, bensì da un distretto anatomico localizzato a livello dell’orecchio interno.

Nello specifico parliamo dell’organo vestibolare, un complesso sistema di interazioni tra fluidi biologici che, interfacciandosi con il sistema nervoso, conferiscono equilibro ad un corpo.

È un organo strutturato in minute camere e sottili canali le cui superfici sono rivestite da ciglia affusolate che fungono da rilevatori, trasmettitori e modulatori di movimento. 

Le ciglia decriptano il messaggio e instaurano una comunicazione rapidissima con il sistema nervoso centrale che recepisce precisamente: 

  • rapidità;
  • intensità;
  • durata dello spostamento.

Queste conferiscono compostezza, struttura ed equilibrio al movimento.  

Perchè i gatti salgono su transenne, recinti, ringhiere dei balconi?

Il pelo morbido, le fusa alla minima carezza e due occhioni dolci mascherano, in realtà, la vera indole da temibile predatore del felino.

Quest’animale una volta localizzata la sua preda, sia essa una farfalla o un topo, non prenderà pace finchè non l’avrà raggiunta e acchiappata.

E se il percorso da fare per raggiungere la preda è impervio e pieno di pericoli?

Poco male, il gatto declinerà le sue abilità al conseguimento dell’obbiettivo: la caccia.

In virtù di questo ancestrale bisogno di predare il gatto si avventurerà su qualunque tipo di superficie pur di riuscirci.

Questo è il motivo per cui ci ritroviamo spesso a doverlo rincorrere sulle ringhiere, sopra i cancelli o in bilico sui cornicioni.

È pericoloso per un gatto saltare sulla ringhiera di un balcone?

Solitamente non c’è da preoccuparsi: il gatto sa come e dove muoversi. La sicurezza con cui gli animali affrontano situazioni anche complesse è dettata dall’istinto e, quest’ultimo, raramente sbaglia.

Tuttavia c'è la possibilità che un passo falso, uno spavento improvviso, una distrazione, possano destabilizzare il nostro gatto facendolo cadere.

In questo caso, anche se sembra che non abbia riportato grossi danni è sempre bene portarlo a visita dal veterinario per escludere eventuali fratture o microfratture. 

Come evitare che il gatto cada dal balcone e impedirgli di salire?

Per impedire al gatto di salire sulla ringhiera del balcone esiste un solo metodo: la prevenzione.

Impossibile anticipare le sue mosse o intercettarlo mentre salta con passo felpato e deciso verso la sua agognata ringhiera.

Ecco allora dei trucchetti per scoraggiare la sua indole esibizionista.

Applicazione di fragranze sgradevoli

Alcuni tipi di fragranze sono naturalmente sgradite ai gatti e possono essere usate per tenerli lontani dai luoghi che riteniamo pericolosi.

Un esempio sono gli oli concentrati agli agrumi, come il limone o il lime, ma anche il profumo di citronella o di eucalipto.

Basterà spruzzarne poche gocce per ottenere l’effetto desiderato. L’unico inconveniente è che l’operazione va ripetuta dopo qualche tempo o dopo un giorno di pioggia. 

Nastro bioadesivo: il più temuto dalle zampe di velluto

Applicare del nastro bioadesivo lungo la ringhiera del balcone servirà a scoraggiare la sua pericolosa passeggiata.

I gatti non amano le superfici che possano in qualche modo possano provocare fastidio alle loro morbide e preziose zampette: la colla del nastro non è così forte da immobilizzarlo, ma abbastanza da fargli passare la voglia di farlo!

Anche in questo caso, il nastro va sostituito periodicamente, ogni volta che polvere e sporco ne riducono l’adesività.

Fogli di alluminio 

Se l’estetica non è tra le vostre priorità, si può provare con la carta d’alluminio, che per qualche strana ragione risulta antipatica alla stragrande maggioranza della comunità felina.

Fissatene un po’ sulla ringhiera, anche a piccoli intervalli e…aspettate la reazione di Micio! 

Come prendere il gatto dalla ringhiera del balcone?

Il gatto è davanti a voi che sfila imperturbato sulla ringhiera? Niente panico e sangue freddo: il modo migliore per farlo scendere è quello di attirarlo giù, senza afferrarlo di persona.

Un filo, una foglia, o qualunque cosa abbia il potere di distrarre il vostro gatto andrà bene, purchè gli facciate credere che sia stato LUI ad aver deciso di scendere!

Evitiamo movimenti bruschi e rumori forti che potrebbero destabilizzarlo facendogli perdere l'equilibrio.

Il gatto cade sempre in piedi: mito o realtà?

Un gatto che malauguratamente cade dalla ringhiera di schiena, che sorte avrà?

Affinchè la rotazione del corpo avvenga e che il gatto possa girarsi per atterrare in piedi, l’altezza della caduta deve essere minimo di un 1 m.

I fondamenti di fisica ci dicono che un corpo rigido isolato non può ruotare senza un aiuto esterno.

Come fa il gatto a cadere in piedi?

  • Piega la schiena in modo che le due metà del corpo possano ruotare su due assi di rotazioni diversi.
  • Successivamente raccoglie a sé le zampe anteriori, per ruotare più velocemente la parte anteriore del corpo. Immaginiamo ora di bloccare la caduta in un fermo immagine: abbiamo in aria un gatto contorsionista con la metà anteriore del corpo rivolta di “faccia” al suolo e l’altra metà di schiena.
  • A questo punto, distendendo di nuovo gli arti anteriori e accorciando i posteriori, avverrà la rotazione anche per la parte posteriore del corpo: avremo così un gatto che ha ingannato la fisica con l’anatomia, ed è atterrato piacevolmente (si fa per dire) di zampe.

Questo è possibile perché il gatto è estremamente snodabile e non si comporta quindi come un corpo rigido perfetto grazie alla straordinaria flessibilità della colonna vertebrale e alla presenza di clavicole non funzionali.

Noi abbiamo illustrato qualche trucchetto per impedire al gatto di salire sulla ringhiera, voi fateci sapere quale sarà il più efficace!

Leggi anche