Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

È meglio il cibo secco o quello umido per i gatti obesi?

cibo-secco-e-cibo-umido-per-gatti advice

Ecco come far dimagrire un gatto e se sia meglio il cibo secco o umido per gatti.

© Shutterstock

Come far dimagrire il Micio? Con quale cibo? Meglio il cibo secco o umido per gatti a stecchetto?

Di Dr Hester Mulhall MA, VetMB, MRCVS

Pubblicato il 20/10/20, 17:50

Se Micio è in sovrappeso, meglio cibo secco o umido per gatti? Per scegliere quale sia la strada migliore da percorrere, bisogna stabilire un programma alimentare specifico con l’ausilio di un veterinario.

La dieta stabilita dallo specialista è appositamente formulata in modo da contenere l'equilibrio ideale di ingredienti e calorie per aiutare a gestire la perdita di peso.

Dato che un cambiamento di alimentazione di questo tipo può includere sostanze nutritive specifiche rispetto alle normali esigenze di un animale sano, solo il veterinario può sapere se è meglio il cibo secco o umido per gatti.

Quanto deve dimagrire un gatto?

Il veterinario saprà spiegarvi a quale tasso di perdita di peso dovreste puntare. Tale tasso può variare da individuo a individuo, ma spesso è pari al 3-5 per cento del suo peso corporeo (al mese).

Ricordiamo, nello specifico, che l’obesità è una malattia e come tale deve essere curata da uno specialista.

Meglio cibo secco o umido per gatti da far dimagrire?

Un'alimentazione a base di solo cibo secco sarà generalmente privilegiata (e aiuta nella pulizia dei denti!), ma ci sono anche delle ottime diete a base di cibo umido. Se il vostro gatto lo preferisce è possibile anche somministrargli una dieta mista: umida e secca.

Questo però potrebbe rendere più difficile il controllo dell'assunzione giornaliera di alimenti per gatti, quindi consigliamo di utilizzare i prodotti di una stessa linea in modo da maniere bilanciati tutti i nutrienti di cui Micio ha bisogno.

Cosa guardare quando si scelgono delle marche di cibo per gatti?

Spesso è possibile trovare informazioni e consigli nutrizionali dagli stessi produttori di alimenti (sull’etichetta, per intenderci). Naturalmente, a monte è necessario il parere del veterinario.

Sulle confezioni di cibo sono disponibili delle linee guida come far dimagrire il gatto. Si tratta di un buon punto di partenza per farsi un’idea di come impostare la la sua dieta, anche se il parere del veterinario resta ciò che più conta.

Regolare alimenti secchi e umidi nella dieta del gatto

Vediamo però qualche consiglio pratico: 

  • Pesare le porzioni utilizzando una normale bilancia da cucina può essere utile per tenere sotto controllo il suo peso.
  • Bisogna nutrire il vostro animale domestico in base alle sue condizioni fisiche (che sia sovrappeso o sottopeso).
  • Non permettere l'alimentazione libera. Molti proprietari danno da mangiare liberamente al loro gatto permettendo un accesso al cibo 24 ore su 24. Questo può esacerbare l'obesità e aumentare alcuni problemi di salute.
  • Evitare snack fuori pasto. Oppure, se lo fate, assicuratevi di compensarli nella loro assunzione giornaliera.

Se mettete Micio a dieta, quando comincerà a perdere peso, è probabile che ci sarà un cambiamento nel metabolismo. Sarà, quindi, necessario apportare ulteriori modifiche alle dimensioni delle porzioni.

Come posso aiutare il mio gatto obeso a perdere peso?

Come ormai è chiaro, discutete un piano di gestione della perdita di peso con un veterinario è il primo passo per sapere come far dimagrire il gatto. Lo specialista somministrerà una dieta controllata.

È importante notare che i gatti possono aumentare di peso con l'alimentazione libera, ma anche con una dieta a basso contenuto di grassi.

Ad esempio, se vivono in una famiglia con più animali domestici (ad esempio cani e gatti), possono anche nutrirsi con il cibo destinato ad un altro esemplare. Monitorare questo tipo di comportamento può essere impegnativo, quindi è importante mantenere fisso l’orario dei pasti e, ove possibile, far mangiare gli animali in posti diversi.

Per gli esemplari molto golosi è possibile dar loro da mangiare con dei giochi interattivi per stimolarli e allo stesso tempo fargli fare movimento.

Cosa posso dare da mangiare al mio gatto se finisco il cibo per gatti?

Qualsiasi cambiamento improvviso nella dieta del gatto può portare lo sviluppo di problemi gastrointestinali che si traducono in diarrea o vomito.

Se si sta esaurendo l’abituale cibo del gatto e non si riesce a trovare un sostituto immediato, allora ci sono diverse opzioni:

  1. Cercare un altro alimento della stessa gamma o dello stesso produttore della dieta abituale del gatto.
  2. Chiedere consiglio a un rivenditore di alimenti per animali domestici su quale sia la dieta più simile alla solita.
  3. Somministrare al gatto un cibo che sia adatto a stomaci sensibili.
  4. Mettere in atto un’alimentazione casalinga a base di pesce o pollo rigorosamente bolliti e senza aggiunta di sale.

Un’alimentazione a base di cibo secco per gatti può essere protratta più a lungo in caso di cambiamento repentino.

Questo non è possibile con gli alimenti umidi, in quanto hanno una durata di conservazione limitata ed una volta aperti vanno consumati rapidamente. In questo caso quindi possiamo dire che è meglio il cibo secco che umido.

È possibile una dieta vegetariana o vegana o sempre meglio cibo secco o umido per gatti?

Non domministrate mai al vostro animale domestico una dieta vegetariana o vegana, neanche se non avete più cibo, sempre meglio cibo secco o umido per gatti.

I mici sono carnivori per natura, ciò significa che devono avere proteine della carne per soddisfare il loro fabbisogno di nutrienti essenziali e di amminoacidi che non sono in grado di procurarsi o di ricavare da fonti vegetali. Quindi meglio cibo secco o umido per gatti!

La mancanza dei nutrienti necessari ai gatti può portare a sintomi molto gravi che possono verificarsi molto rapidamente, anche in un giorno o due.

Leggi anche