Scopri qui come nutrire i cuccioli!

Pubblicità

Quali sono i pericoli in casa per i gatti d’appartamento?

gattino-dentro-una-pentola

Cosa bolle in pentola? No, non è Micio: i più comuni pericoli in casa per i gatti

© Pixabay

I pericoli in casa per i gatti a volte ci sfuggono sotto gli occhi: ecco una semplice guida per tenere il gatto al sicuro!

Di Flavia Chianese

Pubblicato il 08/02/21, 20:58

Avete sorpreso il vostro gatto camminare furtivamente accanto ai fornelli accesi, attratto dall’odore di un qualche cibo delizioso? Siete rimasti pietrificati dal terrore? Bene, non siete gli unici!

È vero che i felini hanno una straordinaria padronanza del loro corpo e dei movimenti, ma anche a loro può capitare di mettere una...zampa in fallo! Conoscere i pericoli in casa per i gatti è perciò di vitale importanza per tutelarli dagli incidenti domestici.

Gattari alle prime armi e padroni di gatti spericolati: ecco la guida contro i pericoli domestici che fa per voi!

Pericoli in casa per i gatti: occhio a cuccioli e anziani 

La nostra casa è il luogo in cui ci sentiamo più al sicuro, in cui trascorriamo la maggior parte del tempo insieme ai nostri preziosi animali. Ecco perché spesso diamo per scontata la sicurezza domestica, dimenticando che avere un gatto, soprattutto un cucciolo, è un po’ come avere un bimbo.

I gattini sono pieni di energia e di voglia di conoscere il mondo: giocano, si nascondono, non resistono all’attrazione di un filo che penzola. Ma se quel filo è un cavo elettrico? Se il nascondiglio è l’oblò della lavatrice?

Anche i pericoli in casa per i gatti anziani non sono da sottovalutare: i loro sensi si affievoliscono con l’età, esponendoli maggiormente a rischi di ogni genere.

Sai come imparano i gatti? Te lo spieghiamo noi

Rischi e pericoli in casa per i gatti: quali sono?

Esistono 3 macrocategorie di pericoli domestici (e non), per i nostri amici a 4 zampe:

  • Fisici (scossa elettrica, traumi ecc.);
  • Chimici (Detergenti tossici, sostanze corrosive, ecc);
  • Biologici (insetti, parassiti, microrganismi).

Se alcuni pericoli in casa per i gatti non possono essere evitati, è nostro compito minimizzare i rischi, ovvero la probabilità che questi si verifichino.

Per farlo bastano piccole accortezze e, una volta entrati nella routine, diventeranno dei gesti automatici di cui non vi accorgerete neanche, ma che potranno salvare la vita al vostro gatto. Ecco i principali pericoli in casa per gatti e come evitarli. 

Elettrodomestici

Forno, forno a microonde e lavatrice sono gli elettrodomestici più pericolosi per Micio, ancor di più se vecchi e con qualche cavo elettrico scoperto.

Questi apparecchi contengono un vano che il nostro felino potrà incautamente scambiare per una cuccia “tecnologica”, o per il perfetto nascondiglio da cui scagliare "temibili" agguati.

Scoraggiamo sin da subito questa cattiva abitudine, e assicuriamoci di tenere chiusi gli sportelli subito dopo l’utilizzo.

Il termosifone non è pericoloso per il gatto: lasciate pure che schiacci dei meravigliosi pisolini cullato dal suo calore!

Anche il ferro da stiro, sia acceso che spento, è un potenziale pericolo su più fronti: abbiate cura di riporlo in luogo a cui il gatto non ha accesso non appena terminato l’utilizzo. 

Fornelli a gas

I fornelli sono uno strumento quotidiano indispensabile, ma non per questo privo di rischi. Molti gatti hanno l’abitudine di saltare sui tavoli e sui ripiani della cucina, sperando di intercettare qualche gustosa pietanza: se dovesse accadere, diamogli una bella strigliata!

Gatto che salta ovunque? Ecco come gestirlo!

A volte lo fanno accecati dal desiderio e sprezzanti del pericolo, rischiando di bruciarsi il pelo (nel migliore dei casi), o addirittura di ustionarsi la pelle.

Evitiamo che entri in cucina mentre il fuoco è acceso, o proviamo a fornirgli un diversivo stimolante (come la pappa o un nuovo gioco). 

Piante da appartamento velenose per i gatti

Tra i principali pericoli in casa per i gatti rientrano le piante tossiche e velenose. Giocare con le foglie è un passatempo amato da molti felini, il problema può sorgere quando le ingeriscono.

Questo atteggiamento, comune anche al cane, può essere sintomo di noia, o del bisogno di “purificare” l’intestino. 

Ecco le più comuni piante da appartamento tossiche per il gatto

  • Dieffenbachia (Dieffenbachia picta);
  • Filodendro (Philodendron scadens);
  • Monstera (Monstera deliciosa);
  • Azalea (Rhododendron simsii);
  • Ficus (Ficus elastica);
  • Piante “natalizie”: Stella di Natale, Vischio e Agrifoglio.

Per evitare spiacevoli incidenti, liberatevi di queste piante pericolose per il gatto o spostatele in un luogo a lui inaccessibile.

Detergenti e prodotti chimici  

Detergenti profumati e prodotti chimici per la pulizia possono stimolare la curiosità del nostro felino: alcuni gatti addirittura tendono a mangiare il sapone!

Per evitare che ingerisca sostanze ancor più pericolose, come l’alcol, l’ammoniaca o la varechina, l’ideale sarebbe riporli tutti in un unico scompartimento, in un luogo alto e sicuro.

In alternativa oggi sono in commercio prodotti detergenti e sanificanti dalla bassa tossicità: biodegradabili e composti in buona parte da elementi naturali, riducono il rischio di avvelenamento e fanno anche bene al pianeta! Provare per credere!

Avanzi di cibo

Se vi sentite particolarmente pigri e non avete voglia di sparecchiare la tavola, ricordate che il vostro gatto potrebbe essere in agguato. Il suo istinto naturale sarà quello di provare a impadronirsi di qualche avanzo, o magari di quelle belle polpette di carne che avete appena preparato.

Cercate sempre di evitare di tenere gli alimenti alla sua portata: ciò che va bene per noi non è detto che vada bene anche per il gatto! 

Possiamo essere i padroni più attenti del mondo, ma i pericoli in casa per i gatti non sono sempre evitabili.

L’importante è fare tutto il possibile per tutelare la loro salute, e soprattutto, non lasciarsi prendere dal panico: se avete il timore che il vostro gatto possa essersi ferito o avvelenato, contattate il vostro veterinario di fiducia!