News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

PubblicitĂ 

Quanto dorme un cane? I benefici del sonno di Fido

cane sul divano advice

Quanto dorme un cane? Ecco cosa c'è da sapere.

© Pixabay

Come funziona il sonno dei cani? Quanto dorme un cane? Perché il riposo è così importante per i nostri amici a quattro zampe? Ecco tutte le risposte.

Di Eleonora Chiais

Quanto dorme un cane? Il ritmo/sonno veglia dei nostri amici a quattro zampe dipende in primo luogo dall’età. Proprio come accade agli umani, infatti, il sonno del cane si modifica con il passare degli anni.

I cuccioli, quindi, dormono molto (in media tra le 15 e le 18 ore in un giorno) mentre un cane adulto dorme meno (tra le 12 e le 14 ore), mentre i cani anziani hanno di nuovo tanto bisogno di dormire. Non solo, però.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul sonno dei cani.

Perché è importante il sonno dei cani?

Il sonno dei cani è fondamentale per il loro benessere. Il riposo, infatti, permette loro di recuperare le energie sia fisiche che mentali ed essere completamente rilassati.

Proprio come accade per i loro amici a due zampe, quindi, cani e cagnolini devono fermarsi quando sono affaticati. Questi piccoli riposini permettono loro di concedersi una pausa e ritrovare la vitalità per la loro attività fisica.

Oltre a questo, poi, soprattutto per i cuccioli, il sonno è un momento fondamentale perché li aiuta a consolidare la memoria e a migliorare la loro capacità di apprendimento

Quante dorme un cucciolo di cane?

Data l’importanza fondamentale dei periodi di riposo non deve stupire se i cuccioli di cane trascorrono anche molte ore al giorno con gli occhietti chiusi. Come detto, infatti, i cani nei primi periodi di vita dormono mediamente tra le 15 e le 18 ore durante la giornata intera!

Il problema, però, sorge quando - al calare delle tenebre - il sonno scarseggia. Proprio come succede per i bambini, infatti, spesso i cuccioli tendono a “scambiare il giorno per la notte” e ad affrontare le ore notturne tra giochi e passatempi. Al di là della fatica iniziale, però, non c’è da preoccuparsi.

Se è vero, infatti, che specialmente alcune razze (come i Golden Retrievers e i Labrador) hanno, nei primi mesi di vita, una vera e propria passione per il gioco notturno, è vero anche che - al procedere dell’età - questa passione si ridimensiona.

Proprio come accade per i bambini, quindi, i cuccioli con il passare del tempo adattano i loro ritmi di sonno e veglia a quelli degli altri membri della famiglia. Una consolazione: visto che i cani crescono più in fretta dei bambini i periodi delle notti in bianco sono destinati a durare meno a lungo!

Disturbi del sonno nel cane

Se, però, una certa fase di assestamento è comune (e non deve preoccupare) nei primissimi mesi di vita, è vero anche che esistono alcuni disturbi del sonno nel cane che - al contrario - richiedono un intervento. Tra i più comuni ci sono:

  • l'insonnia: spesso associata alla vecchiaia, può essere curata con l'intervento del veterinario;
  • la narcolessia: si verifica più spesso nei cani che fanno poco esercizio o nei periodi di grande stress ed è più comune in alcune razze (Dobermann, Barboncini e Labrador);
  • le apnee notturne, non rare nei nostri amici pelosi. A soffrirne, secondo la letteratura scientifica in merito, sono soprattutto le razze con il muso piatto (Bulldog francese, Bulldog inglese, Boston Terrier e Carlino) e i quattro zampe in sovrappeso.

Cane che dorme? Ecco le fasi del sonno

Per intervenire tempestivamente sugli eventuali disturbi dei nostri amici, può essere utile conoscere i cicli di sonno del cane. Proprio come accade per le persone, però, non tutte le fasi del sonno sono uguali!

La fase paradossale

I cicli del sonno del cane, infatti, si differenziano in due fasi.

La prima è la cosiddetta “fase paradossale” o fase REM (rapid eye mouvement) durante la quale il nostro amico a quattro zampe vive autentiche avventure in sogno (e quindi, qualche volta, corre o piange nel sonno).

Come nel caso dell'uomo, corrisponde ad un sonno più leggero e nei cuccioli questa fase risulta più lunga.

Il sonno profondo

La seconda fase, la fase LEM (low eye movement), invece, è quella del sonno profondo (o lento) durante la quale l’attività celebrale è minima.

In questo momento il cane riposa davvero e ripara tessuti e sistemi con la produzione di vari ormoni.

Anche i cicli di sonno del cane cambiano al variare dell’età. Per i cuccioli, infatti, il sonno paradossale è molto più lungo (rappresenta circa il 90% del tempo trascorso a riposo) mentre per i cani adulti il periodo onirico si riduce anche di molto (in media è il 35% del ciclo).