Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

La tua cagna incinta si comporta stranamente? Scopri perchè!

Cane marrone che ansima advice

Una cagna incinta potrebbe respirare affannosamente.

© Pixabay

Una cagna incinta può avere comportamenti diversi dal solito dettati da cambiamenti ormonali e fisici che la gravidanza comporta, scopri quali!

Di Giuseppe Terlizzi

Pubblicato il 18/11/20, 19:16

Una cagna incinta che ansima è un comportamento considerato normale in quanto rappresenta un efficace metodo di termoregolazione, un chiaro segnale di eccitamento o l'inizio del travaglio.

A volte, però, la respirazione affannata non è fisiologica, ma può rappresentare un sintomo ascrivibile ad una condizione patologica come la dispnea o l'asma.

Nei casi in cui questa respirazione anomala perdura nel tempo è consigliabile rivolgersi ad un veterinario per una visita specialitica.

Perché la mia cagna incinta ansima e respira affannosamente?

Il tuo cane in gravidanza può ansimare o respirare affannosamente per diversi motivi:

Pertanto, se il respiro affannoso è eccessivo, ingiustificato o prolungato, o il tuo cane sembra angosciato, contatta immediatamente un veterinario.

Cosa devo fare se la mia cagna incinta sta ansimando?

Se il respiro affannoso è inaspettato, pesante, prolungato o ingiustificato, contatta immediatamente un veterinario, soprattutto se il tuo cane sembra debole o angosciato.

Questi sintomi possono essere un chiaro segnale di un problema legato alla gravidanza canina che, se non affrontato in tempo, potrebbe portare a gravi conseguenze.

Quali sono i segni del travaglio del cane?

Segni di travaglio imminente e di primo stadio nella cagna includono:

  • cambiamenti nel comportamento;
  • irrequietezza;
  • nidificazione;
  • abbattimento;
  • dispnea;
  • occasionalmente, riduzione dell'appetito.

Un cane in gravidanza vomita a causa di nause e disturbi alimentari. Per questo l'alimentazione di una cagna incinta deve essere indicata da un veterinario.  

Ansimare è un segno di un cane in travaglio?

Sì, la dispnea può essere un chiaro segno di inizio del travaglio. Può essere causato anche da altre cose.

Se sembra eccessivo o il tuo cane è in difficoltà, contatta immediatamente un veterinario per un consiglio.

Perché il mio cane in gravidanza ansima ma non ha il travaglio?

Se il tuo cane in gravidanza sta ansimando, ma non ha il travaglio potrebbe essere a causa dell'ipertermia oppure perchè ha dolori, ha l'eclampsia (basso livello di calcio nel sangue) o ha altre condizioni di base, come malattie cardiache o polmonari.

Può indicare l'inizio del travaglio o un problema con la gravidanza.

Quali sono le fasi del travaglio canino?

Abbiamo diverse fasi divisibili per tempistiche ed eventi parafisiologici: l'utero inizia a contrarsi e la cervice si dilata, preparando la cagna e i cuccioli per il parto. Questo tempo può variare da 0 a 36 ore, ma di solito dura dalle 6 alle 12 ore.  

Col passare delle ore, le contrazioni diventano più forti e maggiormente percepibili. La fase finale (pre partum) dura da 30 a 60 minuti (e fino a due ore), ma se la cagna si sta sforzando attivamente per 30 minuti senza dare alla luce i cuccioli contatta immediatamente un veterinario.

Post partum: l'attenzione non è mai troppa

Al momento del parto sarà necessario tenere d'occhio il comportamento della cagna: poiché anche se l'amnion (il sacco) contenente il cucciolo non dovesse lacerarsi sarà la cagna a romperlo.

Se questo non accade dovrai intervenire in breve tempo e aprire il sacco prima che sopraggiunga una grave ipossia alla prole.

Nella fase finale vedremo l'espulsione della placenta (secondamento). Nel caso in cui questo non dovesse avvenire bisognerà contattare immediatamente un veterinario per evitare infiammazioni uterine di elevata gravità.

La cagna può morire durante il travaglio?

Purtroppo si: lo stress può portare la morte della cagna incinta, soprattutto nella fase di travaglio. Quando il cane incinta ha perdite di sangue gravi l'abbassamento della volemia sistemica può portare a shock e successivamente a morte.

Un cane in gravidanza ha perdite scure che possono rappresentare la normalità, soltanto il veterinario potrà dire se preoccuparsi o meno.

Quale preparazione dovrebbe essere fatta prima del travaglio del cane?

La preparazione dovrebbe includere la garanzia che il tuo cane femmina abbia un'area calda, asciutta, tranquilla e sorvegliata in cui possa partorire, con cibo e acqua disponibili.

Una scatola per il parto è una buona idea, poiché dà alla cagnolina un posto dove nidificare e aiuta a contenere i cuccioli quando iniziano a muoversi. La biancheria da letto rimovibile (lavabile/usa e getta) è un must e qualcosa come il "letto veterinario" (un tipo di lettiera) aiuta a mantenere la cagna e i cuccioli caldi e asciutti.

La preparazione dovrebbe includere uno stretto monitoraggio prima, durante e dopo il parto, in modo che eventuali problemi vengano rilevati immediatamente e si possa cercare un rapido intervento veterinario.

È importante assicurarsi che il cane si trovi in ​​un ambiente caldo, tranquillo e privo di stress per mantenerlo il più rilassato possibile.

Che temperatura dovrebbe avere durante il travaglio?

La temperatura corporea normale di un cane è compresa tra 37,5 e 38,5 °C. La cagnolina è incinta e ha una temperatura bassa prima del parto? Non bisogna allarmarsi.

Dalle 12 alle 24 ore prima dell'inizio del travaglio, un cane incinta ha temperatura bassa: scende a 37°C o meno. Questa temporanea ipotermia rappresenta un meccanismo di preparazione che l'organismo mette in atto per indurre il parto nella cagna. 

Un cane incinta può avere cuccioli a giorni di distanza?

No, questo non dovrebbe accadere. Una cagna incinta di un solo cucciolo è un evento raro, di solito si parla di cucciolate.

Se sono trascorse più di due ore dalla nascita dell'ultimo cucciolo, contatta un veterinario il prima possibile. Se il tuo cane si è sforzato per 30 minuti e non ha partorito un cucciolo è in corso una distocia (problemi al parto).

Come faccio a sapere se il mio cane ha finito di partorire?

Ma l'unico modo per saperlo con certezza è far esaminare il tuo amico a quattro zampe da un veterinario. Il veterinario potrebbe richiedere una diagnostica per immagini (ecografia addominale o radiografia) per essere sicuro del numero dei cuccioli.

Perché i cani ansimano dopo il parto?

I cani possono ansimare dopo il parto perché soffrono, sono stressati, hanno perso sangue o hanno sviluppato eclampsia (bassi livelli di calcio nel sangue).

Pertanto, se il tuo cane continua ad ansimare, contatta immediatamente un veterinario, soprattutto se il respiro affannoso è pesante o il tuo cane sembra debole o angosciato.

Bisogna dare un'alimentazione differente in gravidanza?

Un cane incinta non mangia come prima: perchè? Nel periodo di gestazione l'ingrandimento dell'utero comporterà delle modificazioni dell'addome della cagna incinta.

In particolare lo stomaco subirà una leggera involuzione con ripercussioni sull'appetito del soggetto.

Sarà importante rivolgersi al veterinario per una dieta pensata per soddisfare il fabbisogno della futura mamma. Mettere acqua sul cibo può aiutare l'idratazione del tuo cane.