Shopping per i pet? Passa da qui!

Pubblicità

Come salvaguardare l'igiene orale del cane

Bocca del cane semiaperta

Tutto quello che bisogna sapere sull'igiene orale del cane.

© Andrii Podilnyk - Unplash

Fido usa la bocca per mangiare, comunicare, interagire e difendersi. Per questo l'igiene orale del cane è fondamentale: scopri come curarla!

Di Claudia Scarciolla

aggiornato il 08/02/21, 15:38

L'igiene orale del cane è una pratica importantissima per far stare Fido in perfetta salute. La bocca è per i cani, come per gli esseri umani, uno strumento che mette in contatto il mondo esterno con l’equilibrio interno dell’organismo.

Essa può diventare un vero e proprio ricettacolo di batteri e virus che possono nuocere al benessere del cane. Dunque, come curare i denti al cane per prevenire l’insorgere di patologie?

Come si compone la bocca del cane?

La bocca del cane si compone di una dentatura adatta alle sue esigenze da cacciatore. I canini sono affilati e lo aiutano ad afferrare la preda, il boccone di carne.

Gli incisivi, piccoli, aiutano l’animale a staccare la carne dalle ossa che poi, i molari e premolari posteriori, sminuzzano.

Quali sono le malattie dovute all'igiene orale del cane?

La patologia dentaria che ha maggiore incidenza nei cani è l’infezione dei tessuti parodontali che sostengono i denti nella bocca (parodontite).

Si tratta di un tipo di infezione che colpisce in media i cani a partire dai quattro anni di età.

I problemi causati dalla placca

A questa segue la gengivite di origine infiammatoria. In linea generale si può affermare che queste patologie dentarie hanno tutte una fonte comune: la formazione della placca.

Quest’ultima è formata da un alto numero di batteri che, a seguito di una poco accurata igiene orale del cane, può calcificarsi (trasformandosi in tartaro) e compromettere la salute dei denti.

I problemi causati da tartaro e infezioni

Se non si pone regolare attenzione, la formazione di tartaro e le eventuali infezioni possono avere come conseguenza la piorrea, ossia la caduta dei denti.

Inoltre, altri sintomi possono provocare problemi al fegato e al cuore e al sistema immunitario. Questi potrebbero essere:

  • alito cattivo (alitosi);
  • inappetenza causata dal dolore durante la masticazione;
  • bava eccessiva o diminuita;
  • secrezioni naso-bocca;
  • gonfiori.

Come eseguire l'igiene orale al proprio cane?

I rimedi per ottenere una corretta igiene orale del cane sono diversi. In primo luogo è necessario che il cane venga sottoposto a regolare controllo medico che sia questo annuale o semestrale a seconda del suo stato di salute e dell’età.

Il veterinario, infatti, durante il check up completo dell’animale può suggerire i giusti rimedi per prevenire l’insorgere di eventuali rischi.

1. Curando l'alimentazione

La prevenzione passa anche attraverso la cura dell’alimentazione del cane che deve essere sana ed equilibrata il più possibile.

Nella vita quotidiana del cane la pulizia dei denti del cane è affidata al suo padrone. Tuttavia, masticando oggetti molto duri come ossa e cartilagini, il cane riesce a pulirsi i denti e le gengive da solo. Ma questo non basta e può non essere il rimedio migliore.

Per questo motivo sul mercato esistono prodotti specifici per l’igiene orale del proprio amico. Si possono acquistare i bastoncini per la pulizia dei denti del cane o gli snack che sostituiscono la funzione delle ossa che potrebbero risultare pericolose.

2. Pulendo i denti del cane

Poi ci sono i prodotti antitartaro per cani, gli spazzolini a ditali, normali o elettrici (per i cani già abituati a farsi spazzolare i denti), le paste enzimatiche ed altri rimedi naturali che è possibile usare sotto consiglio del veterinario.

DentiFido: un sorriso a 42 denti con il dentifricio per cani giusto!

Tutti questi metodi sono facili da usare perché possono essere dati al cane con facilità. Oltretutto servono a fare in modo che la pulizia dei denti del cane avvenga senza anestesia e attivano un meccanismo naturale di igiene.

3. Porta il cane dal veterinario

Di tanto in tanto, però, è bene sottoporre Fido all’igiene dentale presso il proprio ambulatorio veterinario di fiducia.

Svolta, solitamente, anestetizzando l’animale, in quanto più lunga e accurata, questa pulizia dei denti del cane ha un costo maggiore.

Conclusioni sull'igiene orale del cane

Per salvaguardare l’igiene dei denti del proprio cane è bene informarsi sulle varie opzioni messe a disposizione dal mercato e praticare controlli annuali presso il veterinario. Non sottovalutare l’alimentazione.

Una dieta a base di cibo secco è un ottimo esercizio masticatorio che permette anche di curare la pulizia dei denti che, come s'è detto, è favorita dalla masticazione di cibi duri, che il cane rosicchia volentieri.

Anche gli snack sono utili e favoriti, perché resi appetibili. Pulire i denti del cane con spazzolino e dentifricio almeno una volta alla settimana (ancor meglio ogni giorno), poi, è il meglio che si possa fare per il proprio amico a quattro zampe.

Il benessere del cane, infatti, si riflette anche attraverso la cura e l’igiene dei suoi denti.

---

Articolo revisionato da





Francesco Reina
Assistente veterinario